Voci della Sanità 25 Febbraio 2021 14:56

Vaccino Covid, Manai (Pd): «Specializzandi disponibili per campagna ma serve volontarietà e contrattualizzazione»

«Tutto deve essere fatto nel rispetto del loro ruolo e della professione che essi ricoprono» afferma Stefano Manai, Responsabile della nazionale della Formazione sanitaria del Partito democratico

«I medici specializzandi non si vogliono sottrarre alla richiesta di aiuto che arriva da parte del nostro SSN, molti di loro sono disponibili fin da subito nel mettersi a disposizione per la campagna vaccinale ma tutto deve essere fatto nel rispetto del loro ruolo e della professione che essi ricoprono» Lo afferma Stefano Manai, Responsabile della nazionale della Formazione sanitaria del Partito democratico.

«Gli specializzandi – spiega Manai – sono medici esattamente come tutti gli altri e per questo non devono essere vittime di disparità di trattamento rispetto agli altri colleghi. Come responsabile formazione sanitaria del Pd non posso che accogliere positivamente e spingere per far sì che le loro ragionevoli e legittime richieste vengano tenute in considerazione: volontarietà e contrattualizzazione, preservando la qualità della formazione specialistica».

«Il Ministero della Salute ed il MUR – conclude Manai – si stanno dimostrando attenti e sensibili alle loro richieste, aprendo tavoli di confronto sia regionali che nazionali, sono sicuro che questa situazione si concluderà nel migliore dei modi e sia io che il Partito Democratico non faremo di certo mancare il nostro sostegno a questa preziosa categoria per il nostro SSN».

 

Articoli correlati
Dopo il Covid-19, la pneumologia guarda al futuro
Parte la “Next generation. Pneumologi di domani a confronto” nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza a Roma. Fino a domenica 5 dicembre i lavori in presenza e online del convegno SIP/IRS a cura di Francesco Lombardi e Carlo Vancheri
Dati ISS: Rt a 1,20 e incidenza in salita. Forte aumento casi non associati a catene già note
Ancora in salita Rt e incidenza sul territorio nazionale. Diminuiscono i casi rilevati tramite tracciamento contatti e anche l'Rt ospedaliero, che arriva a 1,09
Omicron, Cavaleri (Ema): «Servono due settimane per capire se evade l’immunità dei vaccini. Presto nuove autorizzazioni»
Il direttore della strategia vaccinale dell’Agenzia europea del farmaco elenca le prossime scadenze e i progetti in cantiere
Vaccino Covid 5-11 anni: il sì di AIFA e tutte le informazioni utili
Dopo il via libera di AIFA al vaccino Covid per i bambini l'Italia si prepara alle prime somministrazioni per metà mese. Subito attivata la rete dei pediatri per fornire supporto, in attesa di ricevere le dosi. C'è un rischio miocarditi?
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...