Voci della Sanità 18 Ottobre 2019

Samsung Premium Scanning Room: altissima tecnologia nella nuova sala ecografica del Gemelli di Roma

La scanning room dell’UOC di Ginecologia Oncologica del Gemelli ospiterà la nuova piattaforma ecografica a ultrasuoni di Samsung HERA I10, un sistema ecografico all’avanguardia in grado di offrire immagini a elevata risoluzione  per diagnosi accurate.

Un nuovissimo sistema a ultrasuoni destinato alle pazienti di ginecologia oncologica in cura presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS in grado di produrre diagnosi accurate e affidabili attraverso immagini nitide e ad elevata risoluzione. E’ la Samsung Premium Scanning Room, la nuova sala ecografica all’avanguardia progettata da Samsung e realizzata presso il Centro di Ecografia Ginecologica “Class Ultrasound” del Gemelli (secondo piano, ala D).

La Samsung Premium Scanning Room è diretta da Antonia Carla Testa, responsabile del Centro di Ecografia Ginecologica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRRCS e Professore Associato dell’Istituto di Clinica ostetrica e ginecologica all’Università Cattolica, e ha come protagonista la nuova piattaforma ecografica a ultrasuoni HERA I10 di Samsung.

HERA, acronimo per Hyper-aperture and Enhanced Reconstruction Architecture, è un ecografo con poltrona ginecologica integrata sviluppato sul concetto della Crystal Architecture™, un’architettura di imaging che combina CrystalBeam™ e CrystalLive™, basandosi sulla tecnologia del trasduttore S-Vue ™, che consente di offrire immagini cristalline supportando gli operatori sanitari nel fornire ai pazienti diagnosi precise e affidabili.

“Nel percorso di diagnosi e cura delle donne affette da patologia oncologica – ha dichiarato la professoressa Antonia Testa –  l’ecografia gioca un ruolo determinante nel formulare una corretta diagnosi. È con grande soddisfazione che il Centro di Ecografia Ginecologica “Class Ultrasound” accoglie questo strumento messo a disposizione da Samsung Electronics Italia, riconoscendone il valore nella promozione della cura, della ricerca e della formazione. Non solo le pazienti ma anche i colleghi che da varie parti del mondo accedono al Centro Ecografico potranno apprezzare l’armonia dell’ambiente e scoprire i comfort nonché l’accuratezza dell’alta tecnologia.”

Siamo felici di avere realizzato insieme alla professoressa Testa e al Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS questo progetto in ambito ginecologico. Questa nuova scanning room consentirà alle pazienti e ai medici di avvalersi di una tecnologia innovativa e sorprendete a livello di prestazioni di imaging, oltre a quello di offrire un ambiente di lavoro più confortevole per l’operatore e accogliente per le pazienti. Oltre all’ecografo, abbiamo equipaggiato la sala con altri dispositivi tecnologici quali un TV The Frame, una lavagna digitale, 2 tablet e un monitor 2K, in modo da creare un vero e proprio ecosistema interconnesso in grado di supportare il lavoro quotidiano dell’ambulatorio. Samsung si sta sempre più impegnando in Italia nel mettere le proprie tecnologie al servizio della comunità, supportando lo sviluppo e l’innovazione anche in ambito medicale.” Ha dichiarato Dario Guido, Head of HME Division di Samsung Electronics Italia.

“Il nostro Policlinico ha come mission quella di offrire cure personalizzate, con un costante impegno nei protocolli di ricerca più avanzati. In questo scenario non può mancare l’attenzione verso le tecnologie più innovative per le donne in cura inserite in un ambiente armonico e accogliente. La realizzazione di questa scanning room rappresenta un chiaro esempio di come una collaborazione tra Istituzioni sanitarie di eccellenza e una azienda mondiale impegnata nell’innovazione tecnologica possa segnare nuovi passi in avanti per offrire le migliori cure ai pazienti”. Ha dichiarato il professor Giovanni Scambia, Direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e direttore dell’UOC di Ginecologia Oncologica del Gemelli.

HERA I10

La nuova piattaforma ecografica a ultrasuoni HERA I10 è dotata di CrystalBeam™, una nuova tecnologia di beamforming che presenta il vantaggio di fornire alle immagini una risoluzione di alta qualità e maggiore uniformità, e di CrystalLive™, un sofisticato motore di imaging a ultrasuoni che consente un’avanzata elaborazione delle immagini 2D, dei rendering 3D e del segnale colore, per una resa delle immagini straordinaria e un flusso di lavoro efficiente in casi complessi.

Equipaggiata di una sedia integrata regolabile elettricamente e dotata di 4 posizione programmabili HERA I10 aiuta le pazienti e l’operatore a trovare la corretta posizione permettendo di svolgere l’ecografia in maniera totalmente sicura e confortevole. Il portarotolo della carta situato sulla parte posteriore della sedia e la postazione dei trasduttori che solleva i cavi in modo che non entrino in contatto con il corpo della paziente offre una soluzione comoda e semplice per mantenere l’ambiente pulito e sicuro. HERA I10 è una rivoluzione in positivo a livello di comfort anche per i medici, garantendo ampio spazio per le gambe e un minore sforzo muscolare nell’utilizzo dei trasduttori.

Samsung con questa nuova piattaforma ecografica a ultrasuoni garantisce infine anche un elevato livello di sicurezza e privacy contro le minacce informatiche che possono compromettere i dati sensibili dei pazienti.

Articoli correlati
Insonnia post-lockdown, Plazzi (neurologo): «La vita sociale è un sincronizzatore fondamentale del sonno, ma la pandemia lo ha compromesso»
«Per poter parlare di insonnia è necessario che il soggetto che ne soffre lamenti dei problemi anche durante il giorno: disturbi dell’attenzione, della memoria, irritabilità e, in casi più rari, anche sonnolenza diurna»
di Isabella Faggiano
Gelli (Fondazione Italia In Salute): «Per il post Covid, 10mila medici in più. Mes occasione da non perdere»
«Dovremo da una parte aumentare la dotazione di posti letto per non rimanere in coda alle classifiche europee, e dall'altra procedere a nuove assunzioni. Vanno poi rinnovate le tecnologie per lo più obsolete che abbiamo nei nostri ospedali e risolto una volta per tutte il problema dell'imbuto formativo». Così il presidente della Fondazione Italia in Salute, Federico Gelli
Dalla corsia al palco: il rock scopre temi sociali con i medici della Twins Father’s Band
Il gruppo musicale di camici bianchi romani nasce negli anni ’90 da tre studenti di Medicina della Cattolica e si riunisce 20 anni dopo. Emiliano Santacroce (batterista e medico del lavoro): «La nostra testa segue sempre il cuore. La passione musicale è unita all’impegno sociale»
Covid19, Fismu: «Basta cartaceo, tutte le ricette siano online»
La Federazione italiana sindacale medici uniti fa appello al ministro della salute Roberto Speranza e alle Regioni: «Serve un’alleanza dei professionisti del SSN, una proposta unitaria per una sanità moderna post pandemia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 settembre, sono 33.362.341 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.001.800 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 settembre: Ad oggi ...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...