OMCeO, Enti e Territori 26 Giugno 2019

Medicina estetica, Aiteb: «Non basta una laurea per saper fare interventi. Serve accendere i riflettori sulla formazione»

All’incontro organizzato a Bologna “Questo è un mestiere per donne” l’appello del presidente Massimo Signorini

«Non basta avere una laurea in medicina per saper usare un bisturi come per saper iniettare un filler o usare correttamente la tossina botulinica». A margine dell’incontro tenuto a Bologna “Questo è un mestiere per donne” nell’ambito di “Meet the Expert – Arte e Scienza della Tossina Botulinica” il presidente di Aiteb, Associazione Italiana chirurgia estetica Botulino, Massimo Signorini, spiega: «La formazione nel campo della medicina estetica è da noi un punto dolente. Ad oggi non sono previsti tirocini adeguati per usare alcuni farmaci – dice Signorini – Rimane fondamentale per ogni medico che affronta un percorso formativo per istruirsi nel campo della medicina estetica, rivolgersi alle università, alle scuole di medicina estetica referenziate e alle società mediche che fanno formazione di qualità, sia da un punto di vista teorico che pratico».

«Sul tema della sicurezza del paziente Aiteb organizza dall’anno della sua fondazione, nel 2013, incontri con esperti internazionali, selezionati per le loro capacità e competenze in medicina estetica, e corsi di livello intermedio e avanzato ma che non possono coprire tutto il territorio nazionale, servirebbe accendere ancor più i riflettori su questo argomento», aggiunge Signorini.

La novità dell’incontro di Bologna è stata la presenza di due relatrici provenienti da Sudafrica e India: Izolda Heydenrych attuale Presidente della Società Sud Africana di Chirurgia Dermatologica (SASDS), libera professionista a Città del Capo, dove è direttrice e co-fondatrice del Cape Town Cosmetic Dermatology Centre e Vandana Chatrath specializzata in dermatologia, chirurgia dermatologica, laser e trattamenti mini-invasivi e attualmente libera professionista associata al Dehli Dermatology Group. Tra i temi più discussi durante l’incontro a Bologna l’utilizzo della tossina botulinica per massimizzare il risultato e la durata del trattamento e nell’ambito della sicurezza delle sostanze iniettabili, si è ancora una volta evidenziato che l’uso di filler possa dare problemi più seri e di difficile gestione del botulino.

Articoli correlati
Farmaci scaduti e autorizzazioni mancanti, i Nas chiudono 52 cliniche private
Un particolare fenomeno rilevato dai NAS ha interessato l'indebita erogazione di prestazioni di medicina estetica denominate 'PRP' (plasma ricco di piastrine), riscontrate presso alcune cliniche private.
Pelle giovane senza il botox? Si può. Il dermatologo dei vip Di Pietro punta sulla rigenerazione cellulare
Antonino di Pietro, dermatologo dei vip spiega come combattere l'invecchiamento cutaneo: ««Dobbiamo fare di tutto per aiutare le cellule a rigenerarsi e quindi migliorare la qualità e quantità di collagene ed elastina che abbiamo nella nostra pelle. Per mantenere la pelle giovane la strada da seguire è la rigenerazione»
di Federica Bosco
Bellezza in oncologia al Fatebenefratelli-Isola Tiberina: check-up cutanei, musicoterapia, trucco, filosofia e yoga
Check-up cutanei, manicure oncologica, make-up correttivo e corsi di autotrucco, yoga, meditazione, filosofia, scrittura creativa, musicoterapia e colorazione di mandala. Parte all’Ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina, da una collaborazione con la Fondazione “La Cinque vie di Giorgio”, il progetto “Care of Me” – mi prendo cura di me – rivolto ai pazienti con tumore, che vede coinvolto […]
Roma, Artemisia Lab offre trattamenti estetici gratis per la Festa della Mamma
Si avvicina la Festa della Mamma e Artemisia Lab ha deciso di fare un regalo a tutte loro. Domenica 12 e lunedì 13 maggio, infatti, in tutti i centri Artemisia saranno offerti gratuitamente servizi di medicina estetica, dal peeling alla carbossiterapia, dal trattamento laser contro la ritenzione idrica a quello per l’epilazione. Madrina dell’iniziativa sarà l’attrice Myriam Catania. […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Lavoro

Bilancio 2020: «Caro Ministro, ecco dove trovare i soldi per pagare di più i medici. Senza che lo Stato aggiunga un euro»

Intervista al segretario nazionale Anaao-Assomed Carlo Palermo: «Nei prossimi 8 anni nelle aziende sanitarie ci saranno 250 milioni di euro di “retribuzione individuale di anzianità”. Basterebbe...