Voci della Sanità 11 Ottobre 2021 18:21

Doppia laurea, Tuzi (M5S): «Svolta straordinaria per specializzandi in medicina»

Con la riforma al voto a Montecitorio gli specializzandi, per la prima volta, potranno seguire contemporaneamente altri corsi di formazione, master o conseguire un dottorato di ricerca

«In Parlamento stiamo superando una legge, che risale a quasi 100 anni fa, che ha impedito finora a studenti e studentesse universitari di iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea. Inoltre grazie ad un mio emendamento in quota Movimento 5 Stelle questa proposta di legge produrrà una svolta straordinaria anche per gli specializzandi in Medicina perché, per la prima volta, potranno seguire contemporaneamente altri corsi di formazione, master o conseguire un dottorato di ricerca». Così Manuel Tuzi, deputato del MoVimento 5 Stelle firmatario dell’emendamento, intervenuto in discussione generale sulla proposta di legge per abolire il divieto di iscrizione a due corsi di laurea contemporaneamente.

«In questi tre anni, da quando il Movimento 5 Stelle è al governo del Paese, abbiamo garantito ai giovani l’accesso semplificato al mondo del lavoro – continua Tuzi -. Con l’ex Ministro Grillo abbiamo permesso ai ragazzi dell’ultimo e del penultimo anno di specializzazione di poter partecipare ai concorsi per entrare prima nel mondo del lavoro. Come Movimento 5 Stelle abbiamo impedito che gli specializzandi impegnati nella lotta alla pandemia venissero pagati con crediti formativi riuscendo ad ottenere una retribuzione. Gli specializzandi sono medici e da medici devono essere pagati per le loro prestazioni. Ho depositato una proposta di legge a mia prima firma proprio per garantire diritti e tutele agli specializzandi strutturando un contratto di formazione lavoro. Con questo nuovo provvedimento, il Movimento 5 Stelle fa un altro passo in avanti: dopo aver eliminato l’imbuto formativo e le incompatibilità lavorative, eliminiamo le incompatibilità formative permettendo agli specializzandi di effettuare master o dottorarti fuori dall’orario di formazione».

Articoli correlati
Università, ok della Camera all’abrogazione del divieto di iscrizione a due corsi
La norma ha avuto il via libera all’unanimità da Montecitorio, ora è attesa a Palazzo Madama. Per gli specializzandi novità su master e dottorati
di Francesco Torre
Domande sbagliate al test di Medicina, presentata interrogazione parlamentare. Messa: «Le annulleremo»
Sarebbero più di una le domande errate presenti nel test di ingresso alle Facoltà di Medicina che si è svolto venerdì scorso. In arrivo una valanga di ricorsi
Imbuto formativo, PNRR e nuovi contratti. Viola (Federspecializzandi): «Ecco come devono evolvere le scuole di specializzazione»
Intervista alla presidente di Federspecializzandi: «Necessario adattarsi ai tempi che viviamo e comprendere cose che non sono state ancora capite»
Lauree abilitanti, Tuzi (M5S): «Dopo Medicina ora via libera anche per le altre professioni sanitarie»
«In questo modo andiamo a semplificare e a velocizzare il percorso universitario senza far venir meno l’accertamento dell’effettiva preparazione del candidato» spiega il relatore del provvedimento Manuel Tuzi
Burnout e preoccupazioni, ma anche tante soddisfazioni. Ecco perché (non) fare il medico secondo Paolo Nucci
In un libro tutto quel che un aspirante medico deve sapere per fare una scelta di vita consapevole
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 ottobre, sono 243.662.107 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.948.516 i decessi. Ad oggi, oltre 6,8 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?