Voci della Sanità 9 Novembre 2021 17:29

Diabete, Boldrini (Pd): «Raggiungere gli obiettivi del Piano nazionale, PNRR grande occasione»

Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità, ha aperto i lavori della conferenza stampa dal titolo “La persona con diabete e la sfida della gestione della cronicità: dalla medicina territoriale alla sanità digitale”, promossa dall’intergruppo sulla cronicità presso la Sala Nassirya del Senato

«Ci avviciniamo al 14 novembre, la giornata nazionale del paziente diabetico istituita dal 1991, un momento fondamentale per mettere al centro dell’attenzione le problematiche e la qualità della vita delle persone che devono convivere tutta la vita con questa malattia. Questi pazienti hanno molte necessità, tra le prime quelle di avere una presa in carico il più precoce possibile, assistenza nel tempo e molta prevenzione. Fondamentale sarà il raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano nazionale diabete, dal piano nazionale per la cronicità e dal PNRR. Per questo abbiamo voluto oggi fare il punto come intergruppo parlamentare cronicità, perché il diabete riguarda 3,5 milioni e mezzo di persone». Lo ha detto la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità, aprendo i lavori della conferenza stampa dal titolo “La persona con diabete e la sfida della gestione della cronicità: dalla medicina territoriale alla sanità digitale”, promossa dall’intergruppo sulla cronicità presso la Sala Nassirya del Senato, alla quale hanno partecipato la senatrice Maria Rizzotti, Emilio Augusto Benini presidente di FAND  – associazione italiana Diabetici, Morena Sangiovanni, presidente e ad di Boehringer Inglelheim Italia, Silvestro Scotti, segretario nazionale dei Medici di Medicina  di base, e dal giornalista Fabio Mazzeo.

Nel corso dell’incontro è emersa chiaramente la necessità di riorganizzare tutti i luoghi di cura mettendo in rete gli specialisti che si occupano del paziente diabetico: dal medico di base, agli specialisti nelle case della salute, ai servizi di diabetologia degli ospedali. La tecnologia è ora avanzata e a disposizione per migliorare la qualità della vita dei pazienti cronici.

«Il Pnrr – ha sottolineato Paola Boldrini – è una grande occasione. Inoltre questa prossima legge di bilancio ci darà la possibilità di investire 6 miliardi nei prossimi 3 anni sulla sanità e abbiamo introdotto oltre 12 mila nuove borse di studio di specializzazione per superare l’imbuto formativo. Tutto questo servirà per contrastare, proprio sulle malattie croniche, l’impatto negativo che il Covid ha avuto in termini di mancati follow up e terapie. Confidiamo molto sull’applicazione del piano per la cronicità, utile strumento per migliorare la qualità della vita delle persone diabetiche».

Articoli correlati
Diabete, al via il corso di formazione per medici libici della Società Italiana di Diabetologia
Il corso a distanza prenderà il via il 16 maggio. Il diabete è in aumento esponenziale soprattutto nei paesi in via di sviluppo come quelli africani affacciati sul Mediterraneo
Diabete e Sars-CoV-2: una relazione pericolosa. Con la minaccia del Long Covid
L’intervista al presidente della Società Italiana di Diabetologia (SID): «Le persone con diabete e obese che contraggono l‘infezione hanno un rischio di andare in ospedale, in rianimazione e morire dalle 2 alle 4 volte più alto. Il Long Covid può aumentare i livelli di glucosio nel sangue tra le persone con diabete di tipo 1 e 2». Vediamo perché
Giulio Gaetani, campione di scherma con diabete, racconta la sua battaglia per entrare nei gruppi sportivi militari
Lo scorso 6 aprile ha preso parte ad un incontro con società scientifiche, associazioni di pazienti, il sottosegretario Valentina Vezzali e l’onorevole Roberto Pella per cercare di superare l’ostacolo. «È un punto di partenza per trovare la soluzione migliore per riuscire a cambiare il sistema. Se così fosse, sarebbe una grande svolta»
Sostegni ter, Boldrini (Pd): «Grande risultato stabilizzazione assistenti sociali»
«Manca all'appello ancora il risarcimento per le famiglie dei medici deceduti per Covid, su cui dobbiamo continuare a lavorare» spiga la vicepresidente della Commissione Igiene e Sanità Paola Boldrini
AME Diabetes Update, Settembrini: «Pandemia in crescita. Spazio a farmaci moderni e innovativi»
«Una terapia mirata e precoce con farmaci innovativi permette di ridurre i costi dei ricoveri, bloccare l'evoluzione, le complicanze e la mortalità». Focus sul diabete mellito, la tre giorni in programma a Napoli dal 17 al 19 marzo sarà ricca di spunti, approfondimenti e discussioni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 522.071.859 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.267.246 i decessi. Ad oggi, oltre 11,41 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...