Voci della Sanità 11 Luglio 2022 17:43

Covid, Ruggiero (M5S): «Mascherine e tracciamento, in autunno non possiamo farci cogliere impreparati»

«La nuova ondata Covid che sta investendo l’Italia conferma ancora una volta di più che non è possibile prevedere l’andamento di questo virus. Le decisioni delle istituzioni non possono non tener conto della scienza e oggi parole di buon senso sono arrivate da Silvio Garattini, presidente dell’Istituto Mario Negri. Terminato lo stato di emergenza, non […]

«La nuova ondata Covid che sta investendo l’Italia conferma ancora una volta di più che non è possibile prevedere l’andamento di questo virus. Le decisioni delle istituzioni non possono non tener conto della scienza e oggi parole di buon senso sono arrivate da Silvio Garattini, presidente dell’Istituto Mario Negri. Terminato lo stato di emergenza, non dobbiamo dimenticare che la pandemia non è finita: i casi aumentano così come tornano a riempirsi i reparti e le terapie intensive e anche il numero dei decessi resta ancora troppo elevato. Per questo serve prudenza: bisogna incentivare l’uso delle mascherine con prezzi calmierati, mantenere l’isolamento dei positivi e favorire test e tracciamento. Non possiamo arrivare in autunno con una situazione già complicata». Così in una nota Francesca Ruggiero, capogruppo del MoVimento 5 stelle in commissione Affari sociali.

«La recrudescenza della pandemia non può però in alcun modo tornare a fermare l’attività degli ospedali come è accaduto in passato – continua la deputata pentastellata -. Come chiede da tempo il MoVimento 5 Stelle, dobbiamo mettere in sicurezza i fragili e riprendere le attività ordinarie di screening e visite negli ospedali perché ulteriori ritardi sarebbero intollerabili. Su questo si può e si deve valutare anche uno scostamento di bilancio perché sulla salute non si può risparmiare».

«Ma, come ha ricordato Garattini, è necessario moltiplicare gli sforzi per garantire che la campagna vaccinale proceda spedita anche negli Stati del sud del mondo dove la somministrazione è più indietro, in modo da impedire che si generino nuove varianti. Rischiamo altrimenti di essere nuovamente al punto di partenza: su questo serve un impegno maggiore dell’Italia e dell’Europa, anche sul fronte dei brevetti» conclude.

Articoli correlati
Studio rivela il sintomo Covid che colpisce i vaccinati
I dati raccolti dall'App ZOE Health Study indicano stato un aumento delle segnalazioni di diarrea nel gennaio 2022 tra i vaccinati. Il sintomo dura in media 2-3 giorni
Covid, Fiaso: «Giù del 20% i ricoveri nell’ultima settimana, -22% nelle terapie intensive»
Le terapie intensive segnano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione del 4,4%. In calo del 27% i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi
I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere
Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?
Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi è che la durata dell'infettività è più breve rispetto a quella dei sintomi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale