Voci della Sanità 2 Dicembre 2020 15:17

Covid-19, Boldrini (Pd): «Usiamo fondi del Mes per ospedali, digitalizzazione e case di comunità»

«I fondi finiranno, finora li abbiamo utilizzati per contrastare l’emergenza. Le assunzioni in campo sanitario che abbiamo fatto devono essere rese strutturali e per questo serve gran parte del bilancio di parte corrente. Perciò dico: ragioniamo bene per il futuro, usiamo i fondi disponibili del Mes per fare gli investimenti necessari in sanità come sulle case di comunità, sugli ospedali, sulla tecnologia obsoleta e la digitalizzazione». Lo ha detto in Aula la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità.

«Il governo ha fatto molto – ha detto la senatrice del Pd -. Le misure adottate fanno ora intravedere risultati positivi, ma come ha detto il ministro Speranza serve ancora tantissima cautela. Questo sarà un Natale diverso, ma dobbiamo avere a cuore le nostre famiglie che devono avere un momento di vicinanza in questo difficile momento. E poi bisogna anche avere coerenza sulle attività economiche che chiudono. Anche parlare con i nostri cittadini, purtroppo ancora troppi aspettano i tamponi in casa abbandonati a se stessi. So che è stato fatto tanto, ma bisogna insistere anche su questo tema. L’unione di intenti dell’Europa sull’acquisizione dei vaccini può preludere ad una gestione unitaria della Sanità. Benissimo il vaccino gratuito per tutti, vaccinarsi sarà esercitare la responsabilità civile per l’immunità di gregge. Bene utilizzare i laureati per la campagna di vaccinazione ma sugli specializzandi dico: è necessario fare una ricognizione con il ministro dell’Università per le loro assegnazioni perché già sono inseriti anche nelle Usca e non possiamo depotenziarle, perché verrebbe meno il presidio territoriale essenziale per la vicinanza con i cittadini».

Articoli correlati
Vaccino Covid-19, Chimici e Fisici a Speranza: «Ci inserisca tra le categorie prioritarie da vaccinare»
«Nessun professionista sanitario deve essere escluso dalla lista delle categorie prioritarie da vaccinare» sottolinea la Presidente della FNCF, Nausicaa Orlandi
In Gran Bretagna contagi fuori controllo, cambia il piano vaccinale
Un cardiologo italiano racconta: «Variante più contagiosa, ora si predilige vaccinare il maggior numero di persone con la prima dose, ritardando la seconda. Ci vorranno almeno due o tre mesi per vedere un vero effetto del vaccino»
di Federica Bosco
Incubo terza ondata, i numeri tornano a salire in tutto il mondo
Risalgono i contagi in tutto il mondo, gli esperti temono la terza ondata. Al primo posto gli Stati Uniti con 3 milioni di nuovi casi in 15 giorni, segue il Regno Unito vittima della variante inglese. Italia ottava con tasso di mortalità ancora alto. In Cina si torna a morire per Covid
L’OMS lancia un’indagine in 26 Paesi europei per valutare le conseguenze del Covid sulla psiche
De Girolamo (IRCCS Fatebenefratelli): «Questionario online per 10000 cittadini tra i 18 e i 70 anni per conoscere ripercussione che avrà il virus su sfera economica, percezione della malattia attraverso l’informazione e ruolo del vaccino»
di Federica Bosco
All’ospedale San Paolo di Milano supereroi per i piccoli pazienti
Il primario di Pediatria: «Necessario infondere ottimismo. Momenti come quello regalato dalla onlus Supereroi Acrobati sono fondamentali nel percorso di guarigione»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...