Mondo 11 Aprile 2018 13:57

Siria, OMS: «500 persone con segni di esposizione ad armi chimiche». USA pronti a colpire Assad

L’Organizzazione Mondiale della Sanità esprime «profondo allarme» per il sospetto utilizzo di armi chimiche nell’attacco di sabato scorso nella città di Douma a Ghouta Est. Trump promette di far pagare «un caro prezzo» ai responsabili

Il presunto attacco chimico dello scorso sabato a Douma, nella regione siriana di Ghouta est, avrà serie conseguenze. Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha promesso di far pagare «un caro prezzo» ai responsabili dell’utilizzo di armi chimiche, a partire dal regime di Damasco. E mentre Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna si stanno infatti consultando sulla possibilità di sferrare un attacco militare contro la Siria nei prossimi giorni (eventualità che ha spinto l’Agenzia europea per la sicurezza area a diramare un’allerta sulle rotte aeree del Mediterraneo orientale a causa del possibile lancio di raid aerei), media israeliani rivelano che il Presidente siriano Bashar al-Assad avrebbe lasciato il palazzo presidenziale di Damasco insieme alla sua famiglia con un convoglio militare russo per timore di un attacco americano. Intanto, l’Organizzazione Mondiale della Sanità riporta i numeri e le conseguenze dell’attacco di sabato, esprimendo «profondo allarme» per il sospetto utilizzo di armi chimiche.

Secondo i rapporti dei partner dell’Organizzazione presenti in loco, durante i bombardamenti a Douma di sabato scorso circa 500 pazienti si sono recati presso strutture sanitarie con segni e sintomi che indicano l’esposizione a sostanze chimiche. In particolare, i pazienti presentavano gravi irritazioni delle membrane mucose, difficoltà respiratorie e problemi al sistema nervoso centrale. Più del 70% della popolazione che si riparava negli scantinati dei palazzi è morto. 43 di questi decessi sono collegabili all’esposizione a gas tossici. Anche due strutture sanitarie sono state colpite dai bombardamenti.

«Dovremmo essere tutti indignati per i rapporti e le immagini che arrivano da Douma – ha dichiarato Peter Salama, Vice Direttore Generale dell’OMS per la Preparazione e Risposta alle Emergenze -. L’Organizzazione Mondiale della Sanità richiede immediato accesso alla zona colpita per fornire assistenza a chi ne ha bisogno, valutare i danni per la salute ed assicurare una risposta sanitaria pubblica esauriente».

L’OMS ricorda inoltre alle parti in conflitto il divieto di attaccare strutture e personale sanitari, come disposto dalla Risoluzione 2286 del 2016 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Inoltre, ricorda che l’utilizzo di armi chimiche è vietato dal diritto internazionale, che riflette «la particolare avversione ai danni sproporzionati che queste armi causano nei confronti dei più anziani, i più malati ed i più giovani».

LEGGI ANCHE: GHOUTA ORIENTALE, LA VOCE DEI MEDICI SENZA FRONTIERE SOTTO I BOMBARDAMENTI

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Morbillo: allarme Oms Europa, 30 volte più casi nel 2023
"La regione europea sta registrando un aumento allarmante dei casi di morbillo". E' il monito dell'ufficio regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l'Europa. "Tra gennaio e ottobre 2023 sono stati segnalati oltre 30mila casi da 40 dei 53 Stati membri della regione. Rispetto ai 941 segnalati in tutto il 2022, è un aumento di oltre 30 volte", avverte l'agenzia Onu per la salute
di V.A.
Oms: «Da diete malsane 8 milioni di morti». Schillaci: «Alimentazione mediterranea va studiata a scuola»
In occasione della sessione «Healthy Diets, Cultures and Tradition: Lessons from the Mediterranean Diet», prevista nell'ambito del vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus sottolinea l'importanza di seguire una dieta sana
Covid, Oms Europa: sono 36 milioni i cittadini con Long Covid, continuare con vaccini
La pandemia è stata ufficialmente dichiarata conclusa, ma ancora oggi ci sono ben mille morti a settimana in Europa. Nel frattempo, sale anche il conteggio delle vittime del Long Covid, la sindrome post-infezione, che in 3 anni è arrivata a colpire 36 milioni di persone, sempre in Europa, 1 persona su 30. Questi sono alcuni dei dati presentati questa mattina da Hans Kluge, direttore dell'Ufficio regionale europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms)
Covid: Oms, Acrux diventa variante sotto monitoraggio
L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha inserito dal 18 maggio la variante XBB.2.3 di Sars-CoV-2, battezzata Acrux dagli esperti sui social, fra le varianti sotto monitoraggio (Vum), dopo che questo mutante è cresciuto nell’arco di 5 settimane, da 1,8% del totale sequenze rilevate nel mondo a 4,64% (ultimo dato, relativo al 24-30 aprile). E’ quanto […]
Gli italiani consumano troppo sale, il doppio rispetto ai limiti OMS
Gli italiani mangiano ancora troppo rispetto a quanto raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità, la quale indica come dose massima 5 grammi al giorno. E' quanto riportato dal ministero della Salute, in occasione della Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo alimentare di sale (15-21 maggio)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...