Mondo 12 Novembre 2020

Oms, il 2021 sarà l’anno internazionale della salute e degli operatori della sanità

Una decisione presa all’unanimità durante la 73esima Assemblea mondiale della sanità. Un omaggio rivolto a tutti i lavoratori della sanità, che quest’anno hanno sacrificato a volte anche la vita per la cura degli altri

Oms, il 2021 sarà l’anno internazionale della salute e degli operatori della sanità

Il 2021 sarà l’anno internazionale della salute e dei lavoratori della sanità. Lo ha deciso all’unanimità la 73esima Assemblea mondiale della Sanità, virtuale questa volta. Gli Stati membri hanno voluto così riconoscere la dedizione e il sacrificio di milioni di operatori sanitari e dell’assistenza, contro l’infezione da Sars-CoV-2 nell’anno che si avvia a conclusione.

Al ringraziamento si è aggiunta anche l’urgenza di affrontare le criticità dei sistemi sanitari, per creare le condizioni migliori al lavoro dei camici bianchi e di chi si occupa dei malati. Farlo significherebbe puntare sulla «salute e prosperità» di tutto il genere umano.

10 ANNI DEL CODICE SUL RECLUTAMENTO INTERNAZIONALE DI OPERATORI 

Nel 2020, tra l’altro, compie 10 anni il Codice globale di Condotta sul reclutamento internazionale di personale sanitario dell’Organizzazione mondiale della Sanità. L’Assemblea mondiale ne ha richiesto una «maggiore attuazione» specie in questo frangente, in cui Covid-19 rende ancora più importante la migrazione di operatori sanitari tra parti del mondo più e meno esposte per portare aiuto.

L’impegno nel rispettare principi e pratiche etiche del Codice dovrà passare anche attraverso «maggiori investimenti». Nonché verso la necessità di fornire più salvaguardie e sostegno ai Paesi in maggiori condizioni di vulnerabilità.

«L’applauso senza un’azione successiva non è più accettabile, bisogna investire nella salute, nei sistemi sanitari e negli operatori», aveva detto all’Assemblea la principessa Muna di Giordania a inizio dei lavori. Alla Segreteria è stato anche chiesto di aggiornare le Direzioni Strategiche su Infermieristica e Ostetricia e di sottoporle alla prossima Assemblea per la sua considerazione.

CAMPBELL: «DECISIONE FORNISCE UNA DIREZIONE CHIARA»

Jim Campbell, direttore del dipartimento Oms del personale sanitario, ha dichiarato a conclusione: «La decisione odierna fornisce una chiara direzione sul consenso e sulle azioni necessarie per il personale sanitario e assistenziale».

«L’Oms esorta tutti gli Stati membri, le istituzioni finanziarie internazionali, le iniziative sanitarie globali e i partner a investire nella preparazione del personale sanitario, nell’istruzione e nell’apprendimento per gestire la pandemia, mantenere i servizi sanitari e prepararsi per un vaccino contro Covid-19».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Codici: «Chiediamo trasparenza sul costo dei vaccini contro il Covid-19»
L’associazione dei consumatori Codici, con una lettera inviata al Ministero della Salute, lancia un’operazione verità per fare chiarezza sui contratti di acquisto dei vaccini contro il Covid19
Campagna vaccinazione anti-Covid, cosa prevede nel dettaglio il piano strategico
Dalle categorie che dovranno sottoporsi subito alla vaccinazione all’organizzazione dei punti vaccinali e delle figure coinvolte, dall’implementazione dei sistemi informatici e della comunicazione al monitoraggio di eventuali reazioni avverse
Con le USCAR i fisioterapisti a casa dei pazienti Covid positivi: in Toscana la prima sperimentazione in Italia
Le Unità Speciali di Continuità Assistenziale Riabilitativa attivate nella USL Toscana Centro andranno dai pazienti per accoglierli nel percorso riabilitativo. «In questo modo gli ospedali dimetteranno con più facilità» spiega il fisioterapista Fabio Bracciantini
OMS: «Distribuzione vaccini sia equa o pandemia proseguirà con danni economici per tutti»
Il direttore regionale Hans Kluge parla di un rallentamento dell'epidemia in Europa e invita i Paesi ad allearsi per distribuire equamente il vaccino. Non farlo significherebbe ulteriori perdite sia umane che economiche
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 4 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli