Mondo 7 Febbraio 2019 16:47

Morbillo, OMS: «Nel 2018 record di casi in Europa. Oltre 82mila contagi e 72 morti»

Nei 53 Paesi della regione aumentano anche le coperture vaccinali, ma i gap esistenti a livello locale lasciano le porte aperte al virus. I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Morbillo, OMS: «Nel 2018 record di casi in Europa. Oltre 82mila contagi e 72 morti»

Le percentuali di bambini europei vaccinati contro il morbillo non sono mai state così alte. Al contempo, non ci sono mai stati tanti casi di morbillo quanti quelli registrati nel 2018 (82.596 in 47 dei 53 Paesi della regione europea dell’OMS), che hanno causato la morte di 72 persone. Numeri che triplicano quelli registrati nel 2017 e che sono superiori di 15 volte rispetto a quelli del 2016.

Sono i dati pubblicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ad evidenziare questa contraddizione, dovuta ai risultati non omogenei ottenuti nei vari Paesi della regione per quanto riguarda l’immunizzazione. «L’aumento dei casi di morbillo – si legge in una nota – si è verificata nonostante nel 2017 si fosse registrata la copertura più alta mai registrata per la seconda dose di vaccino (90%), mentre la prima dose è stata somministrata quasi al 95% dei bambini. Tuttavia – continua l’OMS – i progressi della regione, basati sui dati raccolti dai singoli Paesi, possono mascherare dei gap esistenti a livello nazionale, difficilmente registrati prima della nascita del focolaio».

«Dal quadro emerso – dichiara Zsuzsanna Jakab, direttrice dell’OMS Europa – è chiaro che questo ritmo di crescita delle coperture vaccinali non sarà sufficiente per fermare la circolazione del morbillo. I gap esistenti a livello locale lasciano ancora le porte aperte al virus. E non possiamo avere popolazioni più in salute, come promesso dall’OMS, se non lavoriamo anche sui territori. Dobbiamo fare di più e meglio – conclude – per proteggere ogni singola persona dalle malattie facilmente prevenibili».

LEGGI ANCHE: UNIVAX DAY. I PIU GIOVANI NON CASCANO NELLE FAKE NEWS SUI VACCINI. DUSE (SIICA): «MESSAGGI DI SPERANZA PER IL FUTURO»

Articoli correlati
Omicron 4 e 5, impennata contagi. Ricciardi: «Contagiosissime, un rischio aver tolto obbligo mascherina al chiuso»
I dati del monitoraggio Gimbe: +58,9% in una settimana. Aumentano ricoveri ordinari (+14,4%) e terapie intensive (+12,6%). Ricciardi: «Bisogna stare all’erta, con un virus così contagioso negli ambienti chiusi ci si contagia. Tanti i fragili a rischio»
Covid, quale futuro? Centemeri (farmacologo): «Ecco i tre scenari possibili, dal migliore al peggiore»
Il professore invita a prestare massima attenzione alle sottovarianti di Omicron e annuncia: «Abbiamo costituito gruppi di esperti e tavoli virtuali mirati a dare risposte concrete e piani di azione per i possibili scenari futuri. Tutto sarà a disposizione del Governo e del ministro per il miglior uso possibile. Ottobre arriva e dobbiamo essere preparati»
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
Quarta dose al palo, Anelli (Fnomceo): «Medico torni a essere punto di riferimento»
La quarta dose stenta a decollare. Per il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, solo restituendo al medico le sue competenze è possibile rilanciare il secondo richiamo
di Valentina Arcovio
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali