Meteo 24 Settembre 2018 10:28

Pescara capitale dell’udito: parte l’edizione 2018 di “Nonno Ascoltami!”

È partita la nona edizione di “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”, la campagna di controlli gratuiti dell’udito, che promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini. L’evento toccherà 33 città, in tutta Italia e si svolgerà per sei domeniche consecutive, dal 23 settembre fino al 28 ottobre. […]

È partita la nona edizione di “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”, la campagna di controlli gratuiti dell’udito, che promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini.

L’evento toccherà 33 città, in tutta Italia e si svolgerà per sei domeniche consecutive, dal 23 settembre fino al 28 ottobre.

Ai nastri di partenza, a Pescara, c’era il giornalista Luciano Onder, testimonial d’eccezione e ambasciatore di Nonno Ascoltami!. «Oggi in Italia ci sono circa 7 milioni di persone affette da disturbi dell’udito, circa il 12 per cento della popolazione, una persona su tre, oltre i 65 anni – ha esordito Onder -. Il ritardo con cui si affronta il problema uditivo è spesso causato da una carenza di cultura in materia e da un forte stigma sociale, che ancora accompagna questo tipo di disturbo. I dati ci dicono che trascorrono dai 5 ai 7 anni dall’insorgere dei sintomi alla prima visita dall’otorino, un tempo lungo e dannoso che porta il soggetto a un progressivo isolamento all’interno della famiglia e della società. L’ipoacusia incide negativamente sulla nostra vita sociale, lavorativa e relazionale. Dunque l’importanza di iniziative come “Nonno Ascoltami!”, che aiutano il cittadino ad affrontare il momento del controllo con grande delicatezza ed alta competenza scientifica».

L’evento “Nonno Ascoltami!” gode del supporto dell’Oms e del Patrocinio del Ministero della Salute; Claudio D’Amario, direttore generale della Prevenzione sanitaria, MdS ha spiegato: «In Europa una delle grandi “emergenze sanitarie” riguarda proprio il fenomeno dell’ipoacusia. La forza di “Nonno Ascoltami!” sta nell’aver colto questa emergenza e nel volerla affrontare attraverso un grande evento di prevenzione. Dunque da Pescara parte un modello virtuoso di sanità preventiva, una nuova forma di cultura della salute, che mette il cittadino al centro del proprio stato di salute».

Medici specialisti e i tecnici dell’udito saranno in piazza a disposizione dei cittadini, nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordia. «Ancora oggi esiste un problema culturale che spinge il cittadino a non affrontare il problema uditivo – ha commentato Valentina Faricelli, presidente di Nonno Ascoltami – Udito Italia Onlus”. Per questo scendiamo in piazza portando l’ospedale al servizio della gente. Ci piace considerarci “facilitatori” di salute e siamo fortemente convinti del valore sociale della nostra iniziativa. Valore che ci viene riconosciuto anche dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) che ogni anno ci ospita a Ginevra per illustrare i nostri progetti di prevenzione».

Haa illustrato la campagna anche Corrado Canovi, segretario AEA, Associazione europea audioprotesisti. «Pescara è diventata davvero la capitale dell’udito a livello italiano. Da qui, quindici anni fa, partì il primo forum sulla sordità, qui nacque la prima rivista dedicata al mondo dell’udito e ancora da Pescara ha preso il via, nove anni fa, Nonno Ascoltami. L’udito è la porta usb del nostro cervello, è indispensabile per apprendere nuovi dati. Tutti sappiamo riconoscere i segnali di perdita dell’udito, Nonno Ascoltami può darci delle risposte».

«L’obiettivo principale di Nonno Ascoltami! – ha spiegato il fondatore, Mauro Menzietti – è quello di raccogliere un problema sociale e aiutare le persone ad affrontarlo con serenità e a risolverlo con efficacia. Il focus naturalmente è puntato sulle persone più anziane, ma c’è grande attenzione anche ai giovani, che troppo spesso abusano dei dispositivi per l’ascolto della musica in cuffia, senza rendersi conto dei potenziali rischi per l’udito. E quest’anno, grazie a un testimonial d’eccezione come Lino Banfi, possiamo veicolare davvero a tutti il nostro messaggio di prevenzione».

 

 

Articoli correlati
Ortottica, 7 giugno è Giornata Mondiale. Intruglio (Comm. Albo): «Campagne di screening siano uniformi in tutta Italia»
Dal 2013 si celebra una ricorrenza che punta l’attenzione su questa professione che in Italia conta 3004 iscritti alla FNO TSRM PSTRP, la maggior parte in regime di libera professione o dipendenti di studi privati. Sono 19 i corsi di laurea attivi
Prevenzione, Garattini: «50% malattie croniche e 70% tumori evitabili con corretti stili di vita»
«Prevenzione sia nuova rivoluzione culturale in medicina. La possibilità di avere un buon invecchiamento è nelle nostre mani». Così il professore Silvio Garattini presentando il suo nuovo libro
Giornata per la prevenzione cardiovascolare, malattie cardiache prima causa di morte e ospedalizzazione
La Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC) lancia, per il 13 maggio 2021, un’iniziativa nazionale volta a diffondere la consapevolezza dell’importanza e dell’incidenza di queste patologie e, soprattutto, la possibilità di prevenirle
di Isabella Faggiano
Associazioni precostituite, Centola (cardiologo): «Presidio terapeutico fondamentale per noi clinici»
Le associazioni precostituite di farmaci sono ben tollerate dai pazienti e migliorano l’aderenza terapeutica perché in una sola compressa vengono assunti due principi farmacologici
Donne, Fials: «Salute femminile la più penalizzata da rinuncia cure. Riavviare percorsi di prevenzione dedicati»
In occasione della Giornata della salute della donna, iniziativa promossa dal ministero della Salute per parlare di prevenzione e assistenza al femminile, celebriamo un bene ancora più prezioso e da tenere in conto dopo 14 mesi di pandemia. Proprio in un momento così particolare, le donne sono le vere protagoniste dell’emergenza, essendo la maggioranza della […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 settembre, sono 229.563.544 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.709.292 i decessi. Ad oggi, oltre 5,96 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco