Lavoro 14 Giugno 2022 12:32

Regimenti (eurodeputata): «Comitato scientifico tutto italiano a consulenza della Commissione Covid UE»

Un confronto con l’onorevole Luisa Regimenti, medico legale ed eurodeputata, sull’impronta della scienza italiana in Europa e su quanto ci aspetta in autunno con professionisti formati per quello che verrà

L’Italia ha lasciato un’impronta fondamentale nel dibattito scientifico e nell’approccio sanitario europeo, e si punta ad espanderlo ulteriormente in futuro. La gestione del Covid e della pandemia ha fatto scuola e ora il focus resta puntato sul nostro paese. Lo ha assicurato l’onorevole Luisa Regimenti, medico legale ed eurodeputata, incontrata al Convegno “Problematiche attuali della medicina legale: contenzioso, assicurazione e autoritenzione” in Sapienza.

Regimenti, titolare della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare in Europa e di quella speciale Covid, ha presenziato per la prima parte della seconda giornata di convegno. Nel suo intervento ha sottolineato come l’impegno e la raccolta rapida di informazioni da parte dei professionisti italiani sia stata fondamentale per affrontare la pandemia nel resto della regione europea, dove il virus è scoppiato con qualche settimana di ritardo.

La competenza italiana in Europa

«La competenza in Italia in Europa è percepita molto favorevolmente – ha detto ai microfoni di Sanità Informazione – come membro titolare della Commissione Sanità in Europa ma anche come membro della Commissione speciale Covid, dal passato cerco insegnamenti per il futuro. Stiamo disegnando in Europa la sanità del futuro e l’apporto dei medici legali italiani e specialisti nelle varie branche è estremamente importante ai fini della sua costruzione. L’apporto scientifico che i nostri giovani e gli istituti universitari portano è altissimo. Ho voluto riunire tutte le competenze in un comitato scientifico europeo che si è insediato dal mese di maggio a Bruxelles e che sarà un organo di consulenza preferenziale per tutti i lavori che la Commissione speciale Covid dovrà portare in Europa».

Consulcesi Club: il più vasto catalogo di corsi ECM per professionisti sanitari

Il più ampio catalogo di formazione a distanza per medici e operatori sanitari con oltre 250 corsi e 1.000 crediti ECM, 6 collane tematiche e innovativi modelli formativi. Attiva la prova gratuita di 30 giorni, segui i corsi e ottieni i crediti ECM.

Formarsi ed essere pronti

Avere vissuto per primi l’emergenza ha permesso di “fare letteratura” e di essere presi in riferimento per la gestione futura. Anche grazie al grande lavoro di formazione immediato portato avanti dagli organi per i medici coinvolti nella gestione della pandemia. Corsi realizzati in velocità per permettere una copertura omogenea e decisioni consapevoli da parte dei medici. Ancora una volta, la formazione ha mostrato la sua importanza. «Aggiornarsi è fondamentale per un medico e confrontarsi altrettanto – conferma Regimenti -. Conoscere anche altre realtà è la chiave e questa mattinata è stata particolarmente intensa e proficua».

Cosa avverrà in autunno?

I professionisti sanitari guardano già all’autunno, intanto. Vivremo una ripresa di Covid-19, con l’ultima variante, anche quest’anno? «Non sappiamo se ci sarà – spiega – ma ci stiamo preparando anche al peggio. Farci cogliere nuovamente impreparati sarebbe veramente drammatico dopo le brutte esperienze che abbiamo avuto. Sono in atto già discussioni e studi, la sanità europea è pronta ad affrontare l’autunno».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: spray nasale con anticorpi protegge da infezione. Gli scienziati: “Approccio utile contro nuove varianti e in futuro anche contro altri virus”
I ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, hanno dimostrato che lo spray nasale anti-Covid sviluppato, a base di anticorpi IgA, può offrire protezione dall'infezione. O almeno così è stato nei topi su cui è stato testato, come riportato da uno studio pubblicato su PNAS. I risultati aprono la strada a una nuova strategia per proteggere le persone ad alto rischio a causa delle diverse varianti del virus Sars-CoV-2 e possibilmente anche da altre infezioni
Fiaso: Covid ancora in calo, ma preoccupa l’influenza
Si conferma in calo l’indice dei ricoveri Covid. La rilevazione degli ospedali sentinella aderenti a Fiaso fa registrare un complessivo -16% nell’ultima settimana del 2023. Secondo l'ultima rilevazione Fiaso i virus influenzali stanno avendo un impatto in termini assoluti maggiore sugli ospedali
di V.A.
Covid: le varianti sono emerse in risposta al comportamento umano
Le varianti del virus Sars-CoV-2 potrebbero essere emerse a causa di comportamenti umani, come il lockdown o le misure di isolamento, le stesse previste per arginare la diffusione dei contagi. Queste sono le conclusioni di uno studio coordinato dall’Università di Nagoya e pubblicato sulla rivista Nature Communications. Utilizzando la tecnologia dell’intelligenza artificiale e la modellazione matematica […]
Covid: in commercio terapie di dubbia sicurezza ed efficacia
Ci sono la bellezza di 38 aziende che hanno messo in commercio presunti trattamenti a base di cellule staminali e di esosomi (vescicole extracellulari) per la prevenzione e il trattamento del Covid-19
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...