Lavoro 28 Febbraio 2020 10:09

Processo Panzironi, Magi (OMCeO Roma): «Ecco perché ho denunciato il ‘guru’ di Life 120. Così tuteliamo medici e salute dei cittadini»

Il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi annuncia che si costituirà parte civile nel processo per esercizio abusivo della professione medica nei confronti di Adriano Panzironi: «Altri Ordini ci seguiranno». Poi sottolinea: «Non serve legge che definisca atto medico, definizione è nota». A marzo la prima udienza

Processo Panzironi, Magi (OMCeO Roma): «Ecco perché ho denunciato il ‘guru’ di Life 120. Così tuteliamo medici e salute dei cittadini»

«L’Ordine dei Medici di Roma è molto attento alla tutela anche della professione e delle competenze del medico che per essere tale deve studiare almeno sei anni per laurearsi e altri cinque o sei per specializzarsi. Questi anni di studio servono proprio per affinare quelle competenze che servono a salvaguardare la salute dei cittadini. Per questo ci costituiremo parte civile nel processo contro Adriano Panzironi». Il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, alla vigilia del processo contro il guru della dieta ‘Life120’ Adriano Panzironi che avrà inizio i primi di marzo, spiega ai microfoni di Sanità Informazione i motivi che hanno spinto l’Ordine a denunciare il giornalista promotore di una dieta proteica con cui promette di ‘far vivere fino a 120 anni’.

«Lo abbiamo denunciato per esercizio abusivo della professione medica perché, come ente sussidiario dello Stato, abbiamo l’obbligo di tutelare la salute dei cittadini – spiega Magi -. In quanto detentori dell’Albo professionale possiamo stabilire chi è abilitato a fare l’atto medico. Abbiamo avuto degli esposti e poi siamo andati a verificare quello che effettivamente stava accadendo. Abbiamo verificato che c’erano delle attività che andavano ad essere corrispondenti a un atto medico, a ciò che è quel che un medico è abilitato a fare. Proprio per questo abbiamo provveduto alla denuncia. Il giudice che ha fatto l’indagine ha ritenuto valide le nostre indicazioni per cui ha rinviato a giudizio Panzironi».

LEGGI ANCHE: MIRABELLA CONTRO LE FAKE NEWS IN SANITÀ: «CHI LE DIFFONDE VA MESSO IN GALERA»

Panzironi, già sanzionato da Antitrust e Autorità di garanzia per le comunicazioni, oltre ad essere stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti, è chiamato a spiegare a che titolo dispensasse consigli su dieta e stile di vita.

«La dieta – continua Magi – può essere prescritta anche da altri soggetti che non sono medici. Ma questi soggetti hanno necessità di avere il certificato che il paziente sia una persona sana senza problemi di salute. In questo caso, con il certificato, una dieta dimagrante può essere prescritta anche da altre figure. Ove c’è una patologia è il medico ad indicare la dieta. O un professionista sanitario, ma sempre sotto indicazione medica. Questo tutela da eventuali complicanze. Certo, un paziente può anche non sapere di avere altre patologie. Ma nel caso di Panzironi ci sono pazienti che dichiarano espressamente di avere patologie, quindi il fatto è ancora più grave».

LEGGI ANCHE: LEGGE 24/2017, GELLI: «IN CASO DI CONTENZIOSO, MAGISTRATO TUTELA PROFESSIONISTA FORMATO E PREPARATO»

Da qui la scelta di Magi di far costituire l’OMCeO Roma parte del civile al processo: la difesa dell’Ordine è stata affidata all’avvocato Valeria Raimondo dello Studio Bortone. Una decisione che con buona probabilità sarà seguita anche da altri Ordini dei Medici e da altri Ordini professionali.

Magi però non crede sia necessaria una definizione legislativa dell’atto medico e non condivide una proposta di legge in materia presentata dai Cinque Stelle: «Sono contrario a una legge che dica cos’è l’atto medico – spiega -. L’atto medico è definito da tempo. La Uems (Unione europea dei medici specialisti) ha definito sia l’atto medico che l’atto sanitario: l’atto medico lo possono fare i medici, l’atto sanitario lo possono fare le professioni sanitarie. Sono ben definiti i comportamenti e quelle che sono le varie competenze delle varie attività professionali. Un giornalista non può compiere né un atto medico che un atto sanitario».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Chirurgia intima: ringiovanimento vaginale e labioplastica tra gli interventi più desiderati
Torna, per il nono anno consecutivo, dal 26 settembre al 1° ottobre 2022, l’appuntamento con la Settimana del Benessere Sessuale (SBS): incontri e consulenze, offerte dagli specialisti in tutta Italia, in tema di sessualità, educazione sessuale e affettività. L’indagine della FISS sulla chirurgia estetica dei genitali: «Chi ha ceduto alla tentazione del bisturi l’ha fatto per colmare un senso di insoddisfazione e per migliorare la relazione sessuale con il partner»
Pubertà precoce femminile, colpa (anche) di smartphone e tablet?
Salerno (SIEDP): «Ancora da stabilire meccanismi di correlazione. Evitare allarmismi ma regolamentare tempistiche d’uso»
Terapia del dolore? Meno di tre pazienti su dieci sanno di potervi accedere
Al 45° Congresso AISD i risultati di una survey che illustrano la scarsa conoscenza dei cittadini sulla legge 38/2020 per la presa in carico del dolore cronico
Arriva dal mare la cura per cartilagine e artrosi delle ginocchia
Uno studio internazionale dimostra che l’aragonite contenuta nei coralli e impiantata nell’arto grazie ad un device a forma cilindrica sarebbe in grado di garantire un miglioramento clinico e funzionale del ginocchio senza rischi di rigetto. Primi due interventi alla Clinica Città di Pavia del gruppo San Donato
Malattie croniche intestinali, Caprioli (IG-IBD): «L’ecografia riduce i tempi di attesa e costa meno»
Il Segretario Generale dell’IG-IBD: «Necessario formare medici specializzati nell’ ecografia delle anse intestinali, ma anche inserire un corso di ecografia già nel ciclo di studi universitari della facoltà di Medicina. L’ecografia delle anse intestinali, infatti, se effettuata da specialisti formati ad hoc migliora il trattamento dei pazienti ed evita eseguire altri esami più costosi ed invasivi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 settembre 2022, sono 615.090.972 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.536.966 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi