Lavoro 28 Giugno 2018 12:49

Nuovo Maxi Ordine Professioni Sanitarie: dal 1° luglio scatta l’obbligo di iscrizione ai nuovi albi

L’obbligo di iscrizione al maxi-Ordine delle Professioni sanitarie riguarda circa 250mila operatori interessati e prevede una procedura telematica attraverso un portale dedicato

Nuovo Maxi Ordine Professioni Sanitarie: dal 1° luglio scatta l’obbligo di iscrizione ai nuovi albi

Il decreto attuativo del Ministero della Salute del 13 marzo 2018 ha istituito i 17 nuovi albi delle professioni sanitarie, come previsto dalla riforma degli ordini (Legge Lorenzin n. 3/2018). I nuovi albi delle professioni sanitarie entreranno a far parte del maxi Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (Federazione Nazionale Ordini Tsr-Pstrp) e si aggiungeranno a quelli già esistenti dei Tecnici sanitari di radiologia (Tsrm) medica e degli Assistenti sanitari.

LEGGI ANCHE: DDL LORENZIN APPROVATO IN VIA DEFINITIVA AL SENATO: ISTITUITE PROFESSIONI SOCIOSANITARIE

Riunire in un solo ordine un numero così elevato di professioni sanitarie non è semplice; mantenere una coesione interna ed attuare un’obbligatoria distinzione delle differenti specificità professionali è la sfida a cui il super ente professionale è chiamato a rispondere.

Secondo le stime, sono 250mila i professionisti sanitari chiamati a iscriversi, dal 1 luglio 2018, ai rispettivi albi di appartenenza: dal logopedista al dietista, dell’educatore professionale al tecnico della riabilitazione psichiatrica fino ad arrivare all’igienista dentale: per poter esercitare le professioni sanitarie indicate è obbligatoria l’iscrizione all’albo. In che modo? L’iscrizione avverrà attraverso il portale dedicato: il professionista dovrà registrarsi inserendo i dati anagrafici, il titolo formativo e l’indicazione dell’Albo cui intende iscriversi. Questa autocertificazione andrà stampata, firmata, scansionata e caricata sul portale con documento di identità e poi sarà valutata dagli Ordini territoriali dei tecnici sanitari di radiologia medica insieme ai rappresentanti delle associazioni delle altre categorie (Ramr).

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, FIRMATO IL DECRETO SULLE PROCEDURE ELETTORALI DEGLI ORDINI

A questo punto, la pratica sarà inviata al Consiglio direttivo dell’Ordine territoriale di riferimento per ulteriori verifiche. Arrivato il via libera, il professionista dovrà stampare il modulo di autocertificazione verificato, apporre la marca da bollo da 16 euro ed effettuare tutti i pagamenti richiesti: tassa di concessione governativa (168 euro) e tassa di iscrizione annua (da 80 a 120 euro). Le ricevute andranno caricate sul portale insieme alla foto per il tesserino. Dal momento del perfezionamento della domanda il consiglio direttivo dell’Ordine avrà tre mesi per esprimersi.

Come precisato sul sito della Federazione, l’esercizio di una professione sanitaria in assenza dell’iscrizione al relativo albo si configura come abusivo, perseguibile ai sensi dell’art. 348 del codice penale, così come modificato dall’art. 12 della legge 3/2018.

LEGGI ANCHE: OSTEOPATIA E CHIROPRATICA SONO PROFESSIONI SANITARIE? DE SENA (SIMMFIR): «LA LEGGE C’È, MANCANO I DECRETI ATTUATIVI»

Articoli correlati
Elezioni Ordini professioni sanitarie, pubblicata in Gazzetta Ufficiale la proroga al 31 gennaio 2021
La durata degli ordini in carica viene inoltre prorogata fino alla proclamazione dei nuovi eletti e comunque non oltre la stessa data. Sono fatte salve ovviamente le elezioni degli ordini già effettuate al momento dell’entrata in vigore dell’ordinanza
Igienisti dentali, Abbinante (AIDI): «Siamo operatori ad altissimo rischio. Il vaccino anti-Covid sia garantito anche ai libero-professionisti»
«Molti studenti hanno scelto tesi per indagare l’effetto della pandemia sulla salute orale e sulle conseguenze che lo stress dell’emergenza ha avuto anche sul benessere degli igienisti dentali»
Medicina territoriale, anche i TFCPC pronti a giocare un ruolo. Scali: «Telemedicina e soccorso emergenziale, ecco cosa possiamo fare»
Il Presidente della Commissione d’Albo nazionale dei Tecnici di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare, Salvatore Scali, spiega gli ambiti in cui questo professionista può essere un protagonista della medicina territoriale. E chiarisce: «A volte si ha la percezione che in alcuni nostri ambiti siamo stati un po’ erosi e questo per noi è un grande problema»
Beux (Fno Tsrm e Pstrp): «Frammentazione e corporativismo mali della sanità. Federazioni non coinvolte sul vaccino»
Il Presidente del maxi Ordine delle professioni sanitarie traccia un bilancio del 2020. Positivo il ‘fronte interno’: «Abbiamo perfezionato l’architettura istituzionale anche assumendoci delle responsabilità»
Terapisti occupazionali. Gli obiettivi Aito 2021, il neo Presidente Parone: «Aumentare il numero dei professionisti e creare una rete internazionale»
Nonostante la recente istituzione di albi e ordini, l’Associazione italiana terapisti occupazionali ha conservato il suo numero di iscritti. Parone: «Questa è la dimostrazione dell’impegno del precedente consiglio direttivo. Continueremo il loro lavoro»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...