Lavoro 11 Ottobre 2017 11:24

L’allarme del Presidente FIMMG Zingoni: «Ruolo del medico di famiglia deve cambiare, il Paese risponda alla categoria»

Rinnovo dell’ACN in breve tempo, misure rapide per consentire il ricambio generazionale, adeguamento professionale per un miglioramento delle performance ma anche riorganizzazione della categoria. Traccia le rotte da seguire Stefano Zingoni, Presidente nazionale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG) in occasione del 74° Congresso di Chia, in Sardegna, ai microfoni di Sanità Informazione.

«Quest’anno è trascorso in maniera iperattiva, produttiva e proiettata verso il futuro» dichiara Stefano Zingoni, Presidente nazionale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG) durante il Congresso Nazionale della categoria, facendo un bilancio positivo dell’anno in corso e individuando le priorità in vista delle sfide future.

Presidente, è stato un anno di grandi cambiamenti per FIMMG. “Dalla prestazione alla performance” è stato il titolo del Congresso. Riassume la sfida che la medicina generale lancia al SSN?

«La FIMMG ha saputo ritrovare quello slancio che gli è sempre stato caratteristico, tanto da proporsi con un titolo che ha ricordato che è un impegno che non si esaurisce nell’immanente ma si proietta verso il futuro, sottolineando la vitalità, la forza e la consapevolezza che questo sindacato ha sempre avuto e continuerà ad avere nell’affrontare le problematiche che si presenteranno d’ora in avanti».

LEGGI ANCHE: MEDICI DI FAMIGLIA, LORENZIN: «SONO LE NOSTRE BRACCIA SUL TERRITORIO. PIÙ RISORSE DA DEF E FONDI REGIONALI»

Il cambiamento del ruolo del medico di famiglia è necessario. Il nostro è un Paese anziano: nell’approccio alla cronicità la medicina generale gioca il suo ruolo principale.

«È sicuramente un’area nella quale la competenza è incontestabile da tutti i punti di vista. Diventa sfida perché non è soltanto un adeguamento ed un affinamento di tipo professionale, ma coinvolge necessariamente un adeguamento ed una riorganizzazione da un punto di vista organizzativo della medicina generale per consentirgli di concorrere a questo obiettivo. Coinvolge tanti momenti essenziali, non ultimo il contratto perché è evidente che se non si trovano le basi contrattuali per costruire i presupposti per affrontare la sfida o si sceglie di non consentire alla categoria di affrontarla o si è inadeguati a confrontarsi con la categoria».

LEGGI ANCHE: ANELLI (FIMMG): «RICAMBIO GENERAZIONALE E UNIVERSITÀ PER I MEDICI DI FAMIGLIA DEL FUTURO»

Lei fa riferimento al rinnovo dell’ACN. C’è un’aria calda in questi mesi ma non si intravedono grandi spiragli. Com’è la situazione?

«L’aria è calda da anni, sono otto anni di latenza contrattuale insopportabile».

Per concludere, la Fimmg chiede che i professionisti sanitari siano messi nella condizione di esprimere al meglio le proprie capacità assistenziali.

«Avevamo ritenuto che la crisi del Paese necessitasse del nostro contributo, lo abbiamo dato in condizioni che già da tempo indicavamo come critiche, ma a questo punto occorre che ciascuno si assuma le proprie responsabilità e che si diano risposte alla categoria».

 

Articoli correlati
Medici di famiglia: «Di questo passo entro agosto saremo in piena emergenza». Prevale il test “fai da te” per non perdere le ferie
«Di questo passo, entro agosto potremmo trovarci in piena emergenza Covid. Uno scenario al quale i cittadini non pensano più, perché ritengono che il Covid sia ormai una banale influenza, senza comprendere che il virus può ancora essere letale»
Gb: meno visite faccia a faccia fanno bene all’ambiente e al portafogli
Nel Regno Unito c'è un acceso dibattito sull'opportunità di aumentare le visite a distanza dei pazienti per i suo effetti benefici contro l'inquinamento e per il risparmio economico
Lombardia indietreggia, infermieri come supporto e non supplenti dei mmg
La Direzione Generale del Welfare in Lombardia risponde alle critiche dei medici, precisando in una nota che gli infermieri possono aiutare e non sostituire i medici di famiglia
Per la Medicina Generale 900 borse in più. Anelli (Fnomceo): «Aiuta a svuotare imbuto formativo»
«Esprimiamo la nostra soddisfazione – commenta Filippo Anelli – per questo intervento. Dimostra un’attenzione da parte del Governo alle cure primarie e alla figura del Medico di Medicina Generale»
Liberiamo i medici di famiglia dalle scartoffie e includiamoli nell’innovazione
La decisione dell'Aifa di consentire ai medici di famiglia di prescrivere gli antivirali contro Covid-19 rappresenta un'occasione d'oro per far uscire gli mmg dall'isolamento burocratico a cui sono stati relegati
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...