Lavoro 4 Luglio 2019 12:36

ACN medicina fiscale, Petrone (Segretario settore Inps-Fimmg): «Puntiamo alla fidelizzazione del medico con l’Inps»

Importanti novità riguardanti i medici fiscali sono emerse dall’incontro tra i vertici dell’Istituto e i sindacati per la stipula del primo ACN per la medicina fiscale convenzionata Inps. «Siamo soddisfatti, l’Inps ha accettato tutte le richieste di tutela che chiederemo anche per quel dovrà essere in tempi brevissimi l’ACN per i Medici Convenzionati Esterni» così Alfredo Petrone

ACN medicina fiscale, Petrone (Segretario settore Inps-Fimmg): «Puntiamo alla fidelizzazione del medico con l’Inps»

Oggi in Inps, oltre ai dipendenti, lavorano medici fiscali e medici convenzionati esterni come libero professionisti. Due categorie di professionisti che oggi lavorano con forme contrattuali anomale in assenza di tutele.  Abbiamo incontrato il Segretario nazionale del settore Inps-Fimmg, Alfredo Petrone, a margine di un corso per i medici liberi professionisti organizzato all’Enpam. Il convegno è stato «un modo per avvicinare e far conoscere l’Enpam ai medici liberi professionisti e informarli su quali sono le tutele che li riguardano in materia di previdenza e assistenza» ci ha spiegato il segretario.

«Attualmente – ha sostenuto Alfredo Petrone a Sanità Informazione – in Inps lavorano circa 3000 medici di cui solo 400 dipendenti e circa 2600 liberi professionisti. Precisamente, 1200 medici fiscali – addetti al controllo dello stato di salute dei lavoratori – e 1400 medici convenzionati esterni– sono i medici che operano nelle commissioni di invalidità -. Questi ultimi professionisti, hanno gli stessi compiti dei dipendenti, con alti profili di subordinazione, ma lavorano in un regime libero professionale con contratti annuali attualmente molto precari».

Secondo Pasquale Tridico, Presidente dell’Istituto nazionale della previdenza sociale, è necessario ricostituire un polo medico Inps. Il Segretario Petrone ha chiarito la motivazione: «I compiti istituzionali di questi medici sono molto delicati: gestiscono circa 50 miliardi di spesa annuale, assieme ai dipendenti, per previdenza e assistenza. Sono compiti che richiedono un’alta fiducia, competenza e anche un alto grado di subordinazione. Quindi, il presidente Inps pensa quello che pensiamo noi: ossia che questi medici debbano avere un contratto fidelizzante a tempo pieno con una convenzione, con le stesse tutele presenti nelle convenzioni del SSN».

LEGGI ANCHE: REPERIBILITÀ, AGGRESSIONI, INCERTEZZA: LA DIFFICILE VITA DEL MEDICO FISCALE “RIDER” DELLA SANITÀ

In merito a questo, nelle ultime settimane è ripartita la trattativa trai vertici dell’Istituto e i sindacati rappresentativi della categoria per la stipula del primo Accordo Collettivo Nazionale per la medicina fiscale.

Importanti novità riguardanti i medici fiscali sono emerse dall’incontro di ieri. Raggiunto telefonicamente, il segretario Petrone ha così commentato l’esito della riunione: «Esprimiamo soddisfazione per i risultati osservati al tavolo della trattativa tra INPS e OO.SS. per la stipula dell’ACN della medicina fiscale convenzionata INPS. L’Istituto ha recepito e ha acconsentito a tutte le richieste di tutela avanzate dai Sindacati: Ferie, Malattia, Gravidanza, Diritti Sindacali, Premio di collaborazione, Premio di fine Rapporto, Accesso al fondo della Medicina Convenzionata ENPAM. Nelle prossime settimane si ridefinirà la parte normativa dell’articolato e si passerà alla valutazione dei compensi. Abbiamo anche già chiesto l’apertura di un tavolo dedicato ai medici convenzionati esterni. Pari tutele, infatti – ha concluso Petrone – dovranno essere previste anche per questa categoria di professionisti che lavorano da oltre 10 anni in Inps con mortificanti contratti di durata annuale».

Articoli correlati
Smi, Cgil Medici e Simet a Speranza: «Rilanciare medicina generale con contratto innovativo e dignitoso»
Pina Onotri, Andrea Filippi e Mauro Mazzoni, in rappresentanza dei tre sindacati, scrivono una lettera al Ministro della Salute sul contratto dei MMG e sul Pnrr
Vaccino antinfluenzale, Maio (Fimmg): «Dall’anti-Covid attendere almeno un mese»
La responsabile dell’area vaccini di Fimmg: «Consigliato a over 60, soggetti fragili e lavoratori a rischio. Migliora la diagnosi differenziale tra influenza stagionale e Covid-19 ed evita il sovraffollamento degli ospedali»
di Isabella Faggiano
Mmg dipendenti in Lombardia? «Una follia» ribatte la FIMMG
Si parla insistentemente di medici di famiglia dipendenti in Lombardia, ma potrebbe succedere davvero? Il "no" di FIMMG è piuttosto netto nelle parole della segretaria regionale, ecco perché
Invalidità civile, OMAR contro l’ipotesi INPS di vincolare importi al reddito
Ciancaleoni (Osservatorio Malattie Rare): «Non si può solo voler risparmiare, va migliorato il sistema. Occorre inserire tutte le patologie nelle tabelle e lavorare sul tema della rivedibilità». Su 700 malattie rare hanno un codice di esenzione solo 7 e solo queste sono inserite nelle tabelle INPS: una su 100. Fare un aggiornamento su tutte è però possibile, il modello esiste
Il 73% degli italiani soddisfatto del proprio medico di famiglia in pandemia. Scotti: «Pronti a scendere in piazza»
La Fimmg chiede con la fine dell'emergenza il ripristino delle normale relazioni sindacali. Tanti i fronti aperti: dal Green Pass alle Case di Comunità. L'84% dei MMG si è sentito non supportato dalle istituzioni sanitarie durante la pandemia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 settembre, sono 230.090.110 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.719.197 i decessi. Ad oggi, oltre 5,99 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco