Lavoro 20 Febbraio 2021 10:26

Giornata personale sanitario, all’Omceo Palermo un sacrario e una cappella per i medici deceduti per Covid

La cerimonia di titolazione a Villa Magnisi, sede dell’Omceo Palermo. Il presidente Amato: «Preservare la memoria dei professionisti sanitari che si sono sacrificati nell’adempimento del proprio lavoro. Onorare i loro sacrifici e quelli delle loro famiglie»

Il 20 febbraio di ogni anno si celebrerà la “Giornata nazionale del Personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato” istituita dal Parlamento con una legge approvata all’unanimità, per ricordare tutte le vittime del Covid-19.

In questa occasione, l’Ordine dei medici di Palermo ha deciso di dedicare la Cappella di Villa Magnisi, sede dell’Omceo, e un sacrario a tutti i professionisti sanitari siciliani deceduti nell’esercizio della professione, sacrificando la vita al lavoro: da Paolo Giaccone e Sebastiano Bosio, assassinati dalla mafia, al giovane pediatra Giuseppe Liotta travolto dall’alluvione che colpì Corleone nel 2018.

«La nostra cappella è stata benedetta ed è ora dedicata, insieme al sacrario, ai medici siciliani morti nel corso del proprio lavoro» commenta il presidente dell’Ordine dei medici di Palermo Salvatore Amato a Sanità Informazione. Alla preghiera ecumenica interreligiosa e alla cerimonia di titolazione della Cappella e del sacrario presenti i vertici istituzionali regionali e nazionali, i maggiori rappresentanti del mondo universitario e medico, i presidenti degli ordini dei medici e delle professioni sanitarie di tutta la Sicilia, l’arcivescovo Lorefice e i rappresentanti delle comunità religiose musulmana, ebraica e ortodossa.

«L’obiettivo della giornata è preservare la memoria dei professionisti sanitari che si sono sacrificati nell’adempimento del proprio lavoro – aggiunge il presidente Amato -. È un messaggio di grande portata che sintetizza il pieno riconoscimento di quell’abnegazione di centinaia di medici, infermieri e operatori sociosanitari che hanno salvato vite durante l’emergenza. Abbiamo il dovere di onorare i loro sacrifici e quelli delle loro famiglie».

Nel corso della cerimonia viene proiettato un cortometraggio del primo paziente bergamasco trasferito a Palermo durante il primo lockdown che ha raccontato la sua drammatica esperienza. Inoltre, il presidente Amato e il questore di Palermo Leopoldo Laricchia donano ai medici targhe di ringraziamento per le buone pratiche e le procedure di biocontenimento per il trasporto e la gestione dei pazienti infetti adottate durante l’emergenza sanitaria.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid-19 in Europa: meno posti letto, più decessi. L’indagine Anaao Assomed
Dallo studio è emerso che ad ogni posto letto in meno per mille abitanti è associato un +2% di aumento della mortalità generale
Disabilità, Falabella (FISH): «Ora vaccini a disabili e caregiver. Con l’emergenza famiglie abbandonate»
La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap ha incontrato il neo Ministro alla Disabilità Erika Stefani. Sul piano vaccinale la proposta di dare priorità ai disabili attraverso la legge 104 che delinea lo stato di gravità. Il Presidente Falabella: «Occorre passare da un sistema di protezione a un sistema di riconoscimento dei diritti e di inclusione»
Covid-19, nuovo report cabina di regia: «Chiara accelerazione aumento incidenza. Servono misure urgenti»
Pubblicato il monitoraggio settimanale di ISS e Ministero Salute: Rt stabile a 0,99. Cinque regioni a rischio alto
Tamponi molecolari, test rapidi e salivari: a che punto siamo con le tecnologie di screening del Covid-19?
Sanità Informazione ha fatto il punto della situazione con Massimo Pica, Presidente Assodiagnostici di Confindustria Dispositivi Medici
Contrasto della pandemia, la Corte costituzionale: «Spetta allo Stato determinare le misure necessarie»
Anelli (Fnomceo) plaude: «Spetta al Governo centrale il ruolo di guida. Rafforzare il Ministero della Salute e coinvolgere i professionisti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...