Lavoro 7 Ottobre 2021 13:15

Congresso Fimmg, l’intervento di Speranza: «Gli studi dei medici di famiglia sono irrinunciabili»

Il ministro della Salute ha illustrato la sua idea di riforma della medicina territoriale: «Gli ambulatori siano spoke delle Case di comunità, multidisciplinari e inseriti nella rete del Ssn. Il problema non è dipendenza o convenzione»

«Se c’è qualcuno che pensa che la figura del medico di Medicina Generale sia una figura del passato credo che si sbagli di grosso. I medici di famiglia sono un pilastro insostituibile e rappresentano una figura del futuro del Servizio sanitario nazionale». Così il ministro della Salute Roberto Speranza ha iniziato il suo intervento al Congresso della Federazione italiana medici di medicina generale in corso a Villasimius, in Sardegna.

«Stiamo attraversando una fase straordinaria, siamo ad un tornante decisivo della storia del Servizio sanitario nazionale. Abbiamo le risorse, abbiamo una nuova consapevolezza che non possono essere le tabelle degli uffici di bilancio a decidere quanto diritto alla salute garantire ma è il diritto alla salute a dover stabilire quelle tabelle – ha aggiunto il Ministro -. Ora le risorse ci sono e dobbiamo lavorare da subito affinché sin dalla prossima legge di Bilancio aumentino quelle a disposizione del Servizio sanitario nazionale. Siamo passati da 114 a 122 miliardi, ma dobbiamo crescere ancora».

«Il punto tuttavia è che le risorse sono necessarie per immaginare un futuro vero del Ssn, ma serve anche una stagione coraggiosa di riforme che mettano mano dove c’è bisogno. E la parola chiave di queste riforme deve essere prossimità. Il problema non è la scelta tra convenzione o dipendenza – ha aggiunto il Ministro riferendosi al dibattito che in queste settimane ha infuocato il tema -; abbiamo bisogno di capire come valorizzare al meglio una figura insostituibile come il medico di Medicina Generale mettendolo il più possibile in una relazione di rapporto positivo con il resto del Ssn».

«Non rinuncerò mai al presidio di prossimità che lo studio del medico di famiglia rappresenta sul territorio. Per me la Casa di comunità è un hub e lo studio del medico di famiglia è uno spoke – ha quindi spiegato Speranza, sposando la proposta della Fimmg -. Vorrei uno studio aperto perché è parte essenziale della rete sanitaria, ma vorrei un medico di famiglia che non si senta solo, che sia dentro la rete, in cui ci sia multidisciplinarietà e collegamento con il resto del Ssn».

«In questo modo valorizziamo il vostro punto di forza più importante, la relazione fiduciaria – ha aggiunto parlando alla platea, che più volte ha interrotto il suo intervento con applausi. Perché il cittadino si fida del proprio medico di famiglia e quello è un patrimonio che sarebbe criminale disperdere. Ma non deve essere chiuso in un ambito senza il resto del Servizio sanitario nazionale. Come raggiungere questo risultato? Sediamoci e discutiamone», ha concluso.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Congresso CIMO, Quici confermato presidente: «Ora rilanciare SSN ascoltando le proposte dei medici»
I risultati raggiunti nel primo mandato, i progetti futuri ed il botta e risposta con il ministro Speranza
Odontotecnici scrivono a Speranza: «Inquadramento normativo datato, chiediamo incontro»
Gli odontotecnici prendono carta e penna e scrivono al Ministro della Salute Roberto Speranza per denunciare quella che secondo loro è una vera e propria ingiustizia, cioè il fatto che tale categoria professionale sia rimasta “arte sanitaria ausiliaria” mentre le altre arti sanitarie ausiliarie analoghe, per esempio il tecnico ortopedico o l’audioprotesista, siano riuscite ad […]
Congresso Fimmg, l’appello dei medici in formazione: «Vogliamo essere protagonisti del cambiamento»
Schembri (Fimmg Formazione): «Rivedere programma formativo integrando la formazione-lavoro, ma no alla trasformazione del corso in specializzazione»
MMG, Anelli (FNOMCeO): «Devono lavorare con altri professionisti sanitari, come accade negli ospedali»
Il presidente della Federazione degli Ordini dei medici commenta l’intervento di Speranza al Congresso Fimmg: «Rappresenta tappa miliare nel processo di riforma della sanità territoriale. Mantenere capillarità e rapporto di fiducia»
Scadenza proroga triennio ECM, Speranza: «Ora riprendere normale percorso. La formazione del personale sanitario è fondamentale»
A poche settimane dalla scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 il ministro della Salute evidenzia l’importanza dell’aggiornamento continuo: «Abbiamo bisogno di personale sanitario sempre formato adeguatamente»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?