Lavoro 18 Novembre 2019

A Trieste aggressione al 118, Mazzacane (Cisl Lombardia): «Interventi rieducativi in ospedale per aggressori»

Ancora un caso di violenza contro gli operatori sanitari nei giorni scorsi a Trieste ai danni degli operatori del 118. Immediata la risposta dei sindacati: ecco la proposta di CISL medici Lombardia per contrastare il fenomeno

di Federica Bosco
Immagine articolo

Dei 4000 casi di violenza registrati sul luogo di lavoro in media in un anno, più di 1200 riguardano operatori sanitari, 2 su 3 contro donne, l’ultima nei giorni scorsi a Trieste ai danni degli operatori del 118. La risposta dei sindacati è stata immediata: la segreteria FSI-USAE di Trieste ha messo a disposizione ogni forma di assistenza e di tutela per gli operatori aggrediti, mentre da CISL medici Lombardia arriva una proposta per contrastare il fenomeno.

«Servirebbe un ruolo educativo da parte dei medici verso quelle persone particolarmente aggressive ed esasperate – commenta Danilo Mazzacane, segretario regionale Cisl medici Lombardia – . Il pugno di ferro forse non è confacente alla situazione, pertanto, prendendo spunto dalla scuola, sarebbe opportuno un intervento rieducativo in un fenomeno sociale che è assurdo. Il cittadino, in quanto persona, ha bisogno del medico per comunicare non soltanto i problemi di natura organica, ma anche la ricaduta psicologica che può avere la malattia. Forse, portare gli aggressori negli istituti sanitari per espiare la pena, può diventare un deterrente. Come Cisl Lombardia – lancia una proposta Mazzacane – abbiamo ideato lo spazio Etico, un luogo per affrontare queste situazioni, dal burnout, alle problematiche delle malattie mentali, cercando anche di rendere partecipi le associazioni dei pazienti e offrendo uno sportello di sostegno per coloro che sono in difficoltà».

Articoli correlati
Coronavirus, infermieri Nursing Up: «Pronto soccorso in tilt significa operatori a rischio violenze»
Stress test per i reparti di emergenza, sottoposti in queste ore ad un vero e proprio assalto da parte dell’utenza tra picco influenzale e una sorta di sindrome da allarmismo da Coronavirus: gli infermieri Nursing Up invitano alla calma e a non intasare il Pronto soccorso, temendo che la situazione possa precipitare da un momento […]
Audizioni Camera su aggressioni, Cisl Medici Lazio: «Ci avevamo visto giusto»
«Diciamo che ci avevamo visto giusto». Così in un comunicato Luciano Cifaldi, Segretario Generale della Cisl Medici Lazio, e Benedetto Magliozzi, Segretario Generale della Cisl Medici di Roma/Rieti, commentando quanto dichiarato dal presidente della FNOMCeO Filippo Anelli in audizione alla Camera dei Deputati dove ha chiesto la procedibilità d’ufficio per tutti i reati commessi contro […]
Aggressioni, FNOMCeO in audizione alla Camera: «Applicare procedibilità d’ufficio»
Il presidente Anelli: «Aumentare la sicurezza delle sedi, formare e informare datori di lavoro e operatori e ricostruire un patto di fiducia tra medici e cittadini. Serve cambiamento culturale»
Abruzzo, la ricetta del governatore Marsilio: «Stop debiti e nuove assunzioni. Tagli? Fake news»
Il Presidente della Regione Abruzzo fa il punto a un anno dalla sua elezione: «Non spenderemo più soldi di quelli destinati all’Abruzzo. Sui farmaci, con la centrale unica di committenza abbiamo già risparmiato molti soldi». Sulle aggressioni: «È un imbarbarimento della nostra civiltà, giusto che ci sia allarme sociale»
Rapporto SDO, la preoccupazione del Sindacato Medici Italiani: «Meno posti letto. Situazione favorisce aggressioni»
«Abbiamo minore disponibilità di posti letto e quindi abbiamo a volte delle dimissioni precoci in assenza di strutture intermedie in grado di farsi carico del paziente». È l'allarme lanciato da Pina Onotri, segretario generale dello SMI. A preoccupare è anche la mobilità interregionale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...