Formazione 9 Dicembre 2019

Legge di Bilancio | FederSpecializzandi, Sigm, Movimento Giotto e Aim: «Non bastano 900 borse in più, ne servono 2mila»  

Nell’appello la richiesta di «affiancare le Regioni nel processo di pianificazione del fabbisogno di medici in risposta al bisogno di salute della popolazione, e, dall’altro, potenziare il sistema di accreditamento delle Scuole di Specializzazione»

Duemila borse di specializzazione in più per arrivare a un totale di 11mila l’anno. Le Associazioni FederSpecializzandi, Giovani Medici (Sigm), Movimento Giotto e l’Associazione Italiana Medici (Aim) hanno rivolto congiuntamente un appello al Governo ed al Parlamento affinché in Legge di Bilancio si adottino gli interventi adeguati a sostegno della formazione medica post lauream: «Chiediamo che si investano più fondi per la formazione dei giovani medici, ma è indispensabile che al contempo gli interventi siano calibrati sulle reali carenze di specialisti e rientrino in una pianificazione attendibile e trasparente del fabbisogno di medici».

Il governo, il Ministro della Salute Roberto Speranza, il suo vice Pierpaolo Sileri e altri parlamentari della maggioranza stanno lavorando in questa direzione anche se al momento la cifra resta inchiodata a quota 900 borse in più: «Un numero assolutamente insufficiente e mortificante» per le associazioni di categoria.

LEGGI ANCHE: BILANCIO, SILERI-CARTABELLOTTA: «INTERVENIRE SU PERSONALE E LEA». VICEMINISTRO: «PER SPECIALIZZAZIONI 2MILA BORSE IN PIÙ»

«Occorre, da un lato, affiancare le Regioni nel processo di pianificazione del fabbisogno di medici in risposta al bisogno di salute della popolazione, e, dall’altro, potenziare il sistema di accreditamento delle Scuole di Specializzazione. Riteniamo, inoltre, che l’accreditamento vada esteso anche alle scuole di specializzazione accessibili ai profili sanitari, e che vada rilanciata l’azione dell’Osservatorio Nazionale e degli omologhi Osservatori Regionali nelle attività di monitoraggio continuo della qualità della formazione, con particolare riferimento alle site visits» continuano le quattro associazioni di categoria.

«Oltre al finanziamento di un maggior numero di contratti, previsto da più proposte di emendamento, riteniamo indispensabile una netta inversione di tendenza nelle politiche di pianificazione e programmazione in tema di formazione post-lauream, associata ad un necessario potenziamento del sistema di accreditamento alla qualità delle scuole di specializzazione, aspetti innovativi che è possibile riscontrare soltanto nell’emendamento 55.0.125 a firma Castellone e altri» sottolineano FederSpecializzandi, Giovani Medici (Sigm), Movimento Giotto e l’Associazione Italiana Medici (Aim).

Articoli correlati
Specializzandi, Tuzi (M5S): «Il Miur agisca e renda note le tempistiche per i contratti degli aspiranti medici»
«La vita di oltre 23mila specializzandi è in attesa della giustizia amministrativa e delle sentenze di merito, questa condizione obbligherà i nostri medici ad aspettare senza poter conoscere il loro futuro» sottolinea il deputato M5S Manuel Tuzi
Specializzazioni, Anaao Giovani: «Sulle graduatorie bloccate pronti ad azioni legali»
La denuncia di Anaao Giovani e Associazione Liberi Specializzandi: «Insoddisfacente l'incontro al Mur e ministro era assente. Tuteleremo 24 mila colleghi»
Specializzandi, Toccalini (Lega): «Sbloccare subito graduatoria, Miur intervenga» 
Il coordinatore della Lega giovani chiede che il Miur faccia chiarezza dopo il rinvio della pubblicazione delle graduatorie degli specializzandi
Medicina, Sileri: «È il momento di rivedere modalità di accesso». Sul Covid: «Dovremo quadruplicare numero tamponi»
Il viceministro alla Salute dice ‘grazie’ a tutti gli aspiranti medici che il 3 settembre faranno il test: «Compiono una scelta d’amore». Sulla scuola, sottolinea: «Se studente viene scoperto positivo va messo in quarantena e bisogna fare il test a tutti i compagni»
«La risposta allo smaltimento delle liste d’attesa non può essere l’impiego degli specializzandi»
di Federica Orlando, Vice Presidente Vicario del Segretariato Italiano Giovani Medici
di Federica Orlando, Vice Presidente Vicario del SIGM
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 ottobre, sono 44.495.972 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.174.225 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 29 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...