Formazione 15 Gennaio 2021 08:18

Covid, Locatelli e Ippolito: «Medici (in)formati su vaccini e terapie per uscire prima dall’emergenza»

Consulcesi lancia il corso ECM su vaccini e anticorpi monoclonali: una sfida aperta per scienza, politica ed economia. Il presidente Massimo Tortorella: «Solo con la formazione, punto chiave del nuovo Piano Pandemico, sarà possibile arginare l’attuale nuova ondata di fake news»

Covid, Locatelli e Ippolito: «Medici (in)formati su vaccini e terapie per uscire prima dall’emergenza»

«Crediamo nella scienza». È l’invito che Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e membro del Comitato tecnico scientifico, rivolge ai suoi colleghi medici e agli operatori sanitari, soprattutto a coloro che hanno manifestato dubbi sulla sicurezza dei nuovi vaccini anti-Covid.

«Per credere bisogna capire e per questo è fondamentale che ogni medico sappia in che modo si sviluppa un vaccino, quali tecnologie vengono utilizzate, quali sono le fasi di studio clinico, quando è possibile affermare che un vaccino funziona, quali controlli vengono effettuati, quali siano gli standard da considerare per un adeguato profilo di sicurezza ed efficacia», aggiunge.

Con questo obiettivo Locatelli, insieme a Giuseppe Ippolito (direttore scientifico dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani) e Rino Rappuoli (direttore scientifico di Gsk Vaccines e coordinatore del progetto di ricerca sugli anticorpi monoclonali di Toscana life sciences), sono i responsabili del corso FAD ECM “Covid-19: vaccini e anticorpi monoclonali. Una sfida aperta per scienza, politica ed economia”, organizzato da Consulcesi.

Il corso prova a rispondere a molte delle domande e dei dubbi, alla base del diffuso scetticismo verso i nuovi vaccini e farmaci: dai tempi d’efficacia del vaccino ai rischi reali per gli allergici e così via. «Un medico ben informato è un medico che riesce a trasmettere ai propri pazienti fiducia nella scienza, necessaria per una larga adesione alle politiche vaccinali contro SARS-CoV-2 in modo da superare nel minor tempo possibile questa grave emergenza mondiale», sottolinea Locatelli.

È infatti proprio la scienza a offrirci la via d’uscita più breve dalla pandemia, con vaccini e farmaci. «Subito dopo l’avvento della pandemia da SARS-CoV-2 – spiega Ippolito – è partita la corsa internazionale per la messa a punto di un vaccino. Ne sono stati sviluppati centinaia, molti dei quali in fase di sperimentazione e al momento solo due approvati dall’Agenzia europea dei farmaci (Ema)». Si tratta di un’impresa senza precedenti che ha battuto ogni record, sia in termini di tempo che di risorse umane ed economiche investite.

L’immunizzazione della popolazione mondiale al SARS-CoV-2 non è soltanto una sfida scientifica. «All’interno del corso vengono descritte anche quali sono le sfide sanitarie e logistiche date dalla necessità di vaccinare miliardi di persone nel minor tempo possibile, le implicazioni politiche ed economiche, che vanno al di là dell’aspetto scientifico, e i risvolti della comunicazione», riferisce Ippolito. Infine, viene trattato l’argomento dello sviluppo degli anticorpi monoclonali, in generale e in rapporto all’attuale pandemia, e il loro rapporto con i vaccini. Si tratta di molecole prodotte in laboratorio in grado di riconoscere e bloccare il virus SARS-CoV-2. Da un lato quindi possono curare i malati di Covid-19 e dall’altro possono offrire protezione dal virus per brevi periodi di tempo in attesa del vaccino.

«Nessuna opinione, ma solo fatti», dice Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi. «In linea con il nuovo Piano pandemico 2021-2023 e come sottolineato dal Ministro della Salute Roberto Speranza, lanciamo un corso formativo che consentirà ai medici e agli operatori sanitari, qualunque sia l’ambito in cui lavorano, di rispondere ai più comuni dubbi circa il vaccino e gli anticorpi monoclonali contro il Covid-19. Solo così sarà possibile arginare l’attuale nuova ondata di fake news, massimizzando in questo modo gli sforzi per l’immunizzazione della popolazione», conclude.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La F.I.MFT (Federazione Italiana Massofisioterapisti) diffida AGENAS
«Illegittimo escludere i massofisioterapisti dall'obbligo alla formazione continua ECM»
di Giacomo Russo, presidente Federazione F.I.MFT
Smaltire le liste d’attesa e abbassare i costi per le strutture, la ricetta “Office Based” del professor Peretti di Genova
La pandemia ha allungato ulteriormente i tempi di attesa per interventi a bassa complessità non urgenti ma comunque fondamentali per la salute della popolazione. Il Direttore dell’Unità di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Martino di Genova spiega a Sanità Informazione cosa è possibile fare (e già si fa) ad aggirare l’ostacolo
Covid-19, Consulcesi: «Formazione unica via per contrastare cultura no vax»
Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi, sul caso del medico di Biella con il braccio di silicone e tutti i medici no vax: «Le paure irrazionali si sconfiggono con la conoscenza»
 A chi compete la certificazione dei crediti formativi erogati dal Provider?
La certificazione compete esclusivamente all’Ordine, Collegio o Associazione professionale di appartenenza del partecipante all’evento. Spetta al Provider, oppure nel caso della sperimentazione, all’ente accreditante, inviare i dati al COGEAPS che li rende disponibili alle suddette istituzioni per la certificazione (cfr.: Accordo Stato-Regioni 5 novembre 2009).
Le Federazioni degli Ordini sanitarie verso l’adozione di un’unica carta etica. Fondamentale l’aggiornamento continuo
Al Forum Risk Management in sanità la terza Conferenza nazionale sulla vulnerabilità e fragilità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 dicembre, sono 267.880.128 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.280.456 i decessi. Ad oggi, oltre 8,28 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Perché nonostante i vaccini i casi di Covid-19 aumentano?

di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi