Federfarma 17 ottobre 2017

Campagna nazionale prevenzione diabete, Ministro Lorenzin in farmacia per l’autoanalisi

Testimonial d’eccezione per la prima campagna di prevenzione del diabete nelle farmacie italiane, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Cossolo (Presidente Federfarma): «Le farmacie territoriali utilizzeranno la loro capillarità per mettersi a disposizione dei cittadini per prevenire le complicanze da patologia diabetica». Pagliacci (Presidente Sunifar): «Orgogliosi di aver voluto lanciare questa campagna»

Testimonial d’eccezione per la prima campagna di prevenzione del diabete nelle farmacie italiane, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha effettuato in una farmacia di Ostia l’autoanalisi della glicemia e ha risposto al questionario che valuta il rischio di essere colpiti dal diabete nell’arco dei prossimi dieci anni. Contestualmente sono state realizzate le riprese dello spot televisivo che promuoverà l’iniziativa: il Ministro ha ricordato che il diabete si può prevenire adottando un corretto stile di vita e ha invitato i cittadini a prendersi cura della propria salute recandosi nelle farmacie italiane dal 14 al 20 novembre per effettuare il controllo gratuito della glicemia.

«Per noi è un onore avere come testimonial dell’iniziativa il Ministro della Salute – spiega ai nostri microfoni Marco Cossolo, Presidente di Federfarma -, questo dà anche la dimensione dell’importanza dell’iniziativa medesima. Le farmacie territoriali utilizzeranno la loro capillarità per mettersi a disposizione dei cittadini per prevenire le complicanze da patologia diabetica. Una patologia molto diffusa ma anche poco conosciuta da parte dei pazienti non ancora in fase conclamata. Conoscere la dimensione della malattia in quella fase è fondamentale per prevenire complicanze molto invalidanti ma soprattutto molto costose per il servizio sanitario nazionale».

«È un sogno che si realizza coinvolgere tutte le farmacie italiane in un’unica grande campagna di prevenzione di questa malattia silenziosa che è il diabete – ha spiegato Silvia Pagliacci, Presidente di Sunifar -. Noi di Federfarma siamo orgogliosi di aver lanciato questa campagna, perché è vero che in tutta Italia si fanno queste manifestazioni, ma mai in maniera unitaria. Vogliamo far capire che il farmacista è un operatore sanitario e può essere un utile strumento al servizio del Sistema sanitario nazionale per prevenire questa malattia, per diminuirne le sofferenze, e perché non venga diagnosticata tardi quando i danni sono ormai troppo pesanti e, perché no, contribuire al risparmio del servizio sanitario nazionale».

Ma in cosa consisterà questo test? «Le farmacie che hanno aderito a questo primo screening nazionale sono a disposizione dal 14 al 20 novembre a favore della popolazione italiana – spiega ancora Pagliacci -. Chiunque dei circa 3 milioni di pazienti/clienti che ogni giorno entrano in farmacia, saranno invitati a sottoporsi (o si sottoporranno spontaneamente) al test di Tumileto: un test validato a livello scientifico internazionale che è predittivo del rischio di ammalarsi di diabete nei prossimi dieci anni, e che associato al valore della glicemia ci dice se dei pazienti che erano dei presunti sani in realtà sono diabetici – e in tal caso verranno indirizzati dai medici – oppure sono pre-diabetici e, correttamente informati, riusciranno a prevenire i danni del diabete. Sarà in ogni caso un’occasione perché il farmacista possa fare educazione sanitaria, che è uno dei suoi compiti».

I cittadini potranno trovare la farmacia più vicina dove sottoporsi al controllo tramite un sistema di geolocalizzazione sul sito www.federfarma.it, a partire dai primi giorni di novembre. Ad oggi sono già 3.000 le farmacie che hanno aderito alla campagna. La campagna è realizzata da Federfarma in collaborazione con SID (Società italiana di diabetologia) e AILD (Associazione italiana Lions per il diabete) ed ha il patrocinio di FOFI,  Intergruppo parlamentare Qualità di vita e diabete, Fenagifar (Federazione nazionale associazioni giovani farmacisti) e AMD (Associazione medici diabetologi).

Articoli correlati
Diabete, anche Milano entra nella rete Cities Changing Diabets. Gallera (Ass. Sanità Lombardia): «Indirizzare cittadini verso corretti stili di vita»
Dopo Roma, anche il capoluogo meneghino entra nelle 19 città a livello globale che aderiscono al progetto. Il programma, che si articolerà su un triennio, prevede diverse fasi: dalla mappatura dei dati epidemiologici alla fotografia dello stato attuale. In Lombardia 550mila diabetici e 150mila malati cronici. Carruba (Comitato esecutivo): «Questo ingresso consentirà all’Italia di contribuire con un significativo volume di dati, avendo le due aree metropolitane quasi 8 milioni di abitanti»
di Federica Bosco
Diabete, colpito 1 milione di italiani in età lavorativa. La prima cura? Un corretto stile di vita
«Molte diagnosi arrivano tardi e spesso ci si arriva tramite altre patologie. Il 2% della popolazione ha il diabete e non lo sa. L'Italia è fanalino di coda nell’utilizzo dei più moderni farmaci per il diabete a causa delle difficoltà nel prescriverli» ha dichiarato il professor Andrea Giaccari, diabetologo
Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno
“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare […]
Farmacie e Nuova Remunerazione: riaperto il confronto nella filiera; obiettivo sostenibilità ed efficienza
Le parole d’ordine sono Sostenibilità ed Efficienza, sostenibilità per il SSN e la filiera distributiva del farmaco ed efficienza per il cittadino. Queste le conclusioni a cui è arrivato il Tavolo della filiera distributiva, al suo primo incontro dopo la mancata proroga alla legge 135/2012 in materia di remunerazione. L’incontro tenutosi nella sede di Assofarm, […]
Retinopatia diabetica, oltre un milione di italiani rischiano la vista. Febbraio mese della prevenzione
Mediamente il 30-50% della popolazione diabetica è affetto da retinopatia in forma di varia gravità. Dal 4 al 28 febbraio visite oculistiche gratuite con attrezzature all’avanguardia come l’EyeAr
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...