Contributi e Opinioni 18 Ottobre 2021 12:20

Responsabilità civile professionale sanitaria: la garanzia postuma

Cosa è la garanzia postuma? Come funziona? Ciò che si deve sapere su questa importante clausola nelle polizze di responsabilità civile

di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
Responsabilità civile professionale sanitaria: la garanzia postuma

Che cosa si intende per garanzia “postuma” in relazione alle polizze di responsabilità civile in ambito sanitario? Cerchiamo di approfondire questo aspetto importante ma poco conosciuto, enucleandone le caratteristiche principali.

Garanzia postuma: definizione

La definizione di “postuma” è piuttosto semplice: si tratta di una estensione di copertura che garantisce – una volta terminata l’attività professionale – la prosecuzione della tutela per un certo ulteriore numero di anni. In termini tecnici, si parla in questi casi anche di “ultrattività”. Solo la presenza di questa clausola – o eventualmente la sottoscrizione di una polizza apposita – garantisce al professionista la copertura a fronte di sinistri notificati dopo la scadenza del contratto assicurativo di responsabilità civile professionale.

Il regime di “claims made”

Ricordiamo infatti che il ramo delle polizze di responsabilità civile professionale è ormai tutto regolato dalla clausola di claims made. Con questo principio si stabilisce che è possibile far scattare la copertura assicurativa su una richiesta di risarcimento solo durante il periodo di vigenza del contratto assicurativo. Pertanto, se il professionista alla quiescenza fosse sprovvisto di un contratto di responsabilità civile professionale in vigore, non potrebbe essere tutelato.

La postuma in ambito sanitario

Il medico giunto al termine della propria vita lavorativa professionale, ha la necessità di sottoscrivere una polizza di responsabilità civile specifica per la postuma. La quiescenza infatti non implica di per sé l’assenza di rischi professionali. È infatti possibile che questi riceva richieste di risarcimento anche dopo il pensionamento, ovviamente riferite ad eventi accaduti durante la sua attività professionale. Il periodo di ultrattività garantito dalla polizza postuma è di 10 anni, così come previsto dall’attuale normativa.

Polizza postuma obbligatoria

La sottoscrizione della polizza a copertura della postuma – secondo quanto riporta l’Art.11 della Legge 24 dell’8 marzo 2017 (Gelli Bianco) – è obbligatoria. Il dispositivo difatti riporta: «[i]n caso di cessazione definitiva dell’attività professionale per qualsiasi causa deve essere previsto un periodo di ultrattività della copertura per le richieste di risarcimento presentate per la prima volta entro i dieci anni successivi e riferite a fatti generatori della responsabilità verificatisi nel periodo di efficacia della polizza, incluso il periodo di retroattività della copertura. L’ultrattività è estesa agli eredi e non è assoggettabile alla clausola di disdetta».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
L’importanza della postuma nelle polizze di RC professionale e la necessità di doverla sottoscrivere per andare in pensione serenamente
La sottoscrizione di una polizza di RC professionale è un momento molto delicato. La mancanza di adeguate garanzie potrebbe condurre a pesanti ricadute
di di Avv. Cristina Lombardo e di Attilio Steffano, President Assimedici e CEO HSM
Nella scelta di un trattamento terapeutico può configurarsi il caso di colpa grave?
Il medico, innanzi a un paziente che deve esser sottoposto a cure, ha libertà di scelta sulla terapia, fermo restando che il paziente deve essere informato e concordare sulla stessa. La scelta, inoltre, deve essere fatta sui metodi e sulle terapie approvate dal mondo scientifico. Qualora il medico scegliesse, in alternativa, un rimedio che non […]
Nella compilazione di un questionario assicurativo cosa intendono le compagnie assicurative per atti invasivi diagnostici e terapeutici?
In fase di stipula di una polizza di assicurazione, è importante avere chiare le definizioni di atti invasivi diagnostici e terapeutici e di interventi chirurgici a cui le diverse Compagnie rimandano nel definire piani tariffari e condizioni della polizza Rc Medico. Mentre alcune Compagnie riportano indicazioni precise segnalando, tra le condizioni di una  polizza Rc […]
PMI e Risk Management, un percorso ancora in salita
La gestione del rischio (Risk Management) deve essere parte integrante della gestione di ogni impresa
di Attilio Steffano, President Assimedici e CEO HSM
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 novembre, sono 260.208.307 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.185.296 i decessi. Ad oggi, oltre 7,54 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano