Covid-19, che fare se...? 20 Settembre 2022 12:50

Cosa succede se ho il Long Covid e mi reinfetto?

Le reinfezioni mentre si è alle prese con il Long Covid saranno sempre più comuni. E questo può portare a un peggioramento dei sintomi

Cosa succede se ho il Long Covid e mi reinfetto?

Sembra una remota possibilità e, invece, potrebbe diventare più comune di quanto si creda. Specialmente con l’arrivo dell’autunno e dell’inverno. Può infatti capitare che una persone ancora alle prese con i sintomi del Long Covid possa infettarsi nuovamente con il virus Sars-CoV-2. A quel punto non sappiamo esattamente cosa possa succedere, ma una serie di ricerche condotte nel Regno Unito suggeriscono che la reinfezione può peggiorare i sintomi della sindrome post-infezione.

Una persona su otto sviluppa il Long Covid

Le organizzazioni britanniche Long COVID Kids e Long COVID Support hanno condotto una ricerca su Internet, rilevando che circa una persona su otto che contrae Covid-19 sviluppa poi la sindrome post-infezione. Nel frattempo, le reinfezioni da Covid-19, anche nelle persone che sono state vaccinate, sono diventate sempre più comuni con l’emergere della variante Omicron. I ricercatori hanno così inviato un sondaggio ai pazienti con Long Covid in 30 paesi tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Canada, nel periodo che va dal 4 aprile al 19 giugno 2022. Hanno risposto 484 adulti e 112 bambini e giovani che avevano avuto almeno due contagi da Covid-19.

La reinfezione peggiora i sintomi del Long Covid

L’89% degli intervistati ha contratto per la prima volta il Long Covid dopo la prima infezione, rispetto al 10% che lo ha contratto dopo la seconda infezione e solo all’1% dopo la terza infezione. Dall’analisi dei sintomi è emerso che la reinfezione li ha peggiorati nella maggior parte delle persone sintomatiche. Nei pazienti che, al momento della reinfezione, avevano il Long Covid, l’80% ha visto i propri sintomi peggiorare rispetto al 10% che ha visto migliorare i propri sintomi.

Rimane fondamentale proteggersi per evitare nuove infezioni

Nel 60% delle persone con la sindrome post-infezione che erano in convalescenza o remissione, la reinfezione ha causato una recidiva. Questo è uno dei primi studi pubblicati sull’effetto della reinfezione su Long Covid e vi è necessità di ulteriori indagini, sostengono i ricercatori. Nonostante questo, gli studiosi suggeriscono che evitare l’infezione, soprattutto nei bambini, è fondamentale. I risultati sottolineano anche l’importanza di evitare la reinfezione anche se le persone sono completamente vaccinate.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Malattie cardiovascolari nelle donne, specie nel post Covid. Nasce un progetto
Realizzata dal Gruppo San Donato, l’iniziativa vuole fare una fotografia dello stato di salute della popolazione femminile post Covid. Serenella Castelvecchio (responsabile Prevenzione Cardiovascolare e medicina di genere): «Lavoro necessario per cure sempre più personalizzate»
Long Covid, dopo 12 mesi crescono solo i sintomi psichiatrici
Uno studio tutto italiano condotto per 12 mesi denuncia un aumento dei sintomi psichiatrici. La Sinpf denuncia «una situazione difficilissima per la psichiatria italiana alle prese con un drammatico calo di risorse, strutture, personale e completamente dimenticata dal PNRR»
Quali sono i sintomi in caso di reinfezioni?
I sintomi delle reinfezioni tendono a essere più lievi, anche se non si possono escludere forme gravi della malattia. I più comuni sono: affaticamento, febbre, tosse e mal di gola
Quanto durano i sintomi del Long Covid?
La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi
Quarantena e isolamento ridotti, nuova circolare del Ministero della Salute
Una nuova circolare del ministero della Salute accorcia i tempi previsti per la quarantena dei positivi e l'isolamento in caso di positività persistente
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 ottobre 2022, sono 620.487.013 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.554.599 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino di oggi (6 ottobre 20...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi in caso di reinfezioni?

I sintomi delle reinfezioni tendono a essere più lievi, anche se non si possono escludere forme gravi della malattia. I più comuni sono: affaticamento, febbre, tosse e mal di gola