Salute 12 Agosto 2022 12:10

Stanchezza e mal di testa: studio rivela i sintomi principali del Long Covid

Uno studio del Medical College of Georgia ha rilevato quali sono i sintomi più segnalati dai pazienti a più di quattro mesi dal Covid-19. I principali sono stanchezza e mal di testa, seguono dolori muscolari, tosse, alterazioni dell’olfatto e del gusto, febbre, brividi e congestione nasale

Stanchezza e mal di testa: studio rivela i sintomi principali del Long Covid

I sintomi più comuni riportati dai pazienti a più di quattro mesi di distanza dall’infezione Covid-19 sono la stanchezza e il mal di testa. Tra gli altri disturbi del Long Covid ci sono dolori muscolari, tosse, alterazioni dell’olfatto e del gusto, febbre, brividi e congestione nasale. A rilevarli è stato un gruppo di scienziati del Medical College of Georgia negli USA in uno studio pubblicato sulla rivista Brain, Behavior, & Immunity – Health. «Ci sono molti sintomi di cui non sapevamo all’inizio della pandemia, ma ora è chiaro che esiste una sindrome di Long Covid e che molte persone ne sono affette», afferma Elizabeth Rutkowski, neurologo e autore dello studio.

L’affaticamento è il sintomo del Long Covid più segnalato

Lo studio riporta i risultati preliminari dei primi 200 pazienti arruolati nel Covid-19 Neurological and Molecular Prospective Cohort Study in Georgia. I partecipanti sono stati reclutati in media circa 125 giorni dopo essere risultati positivi al Covid-19. Lo studio è stato lanciato all’inizio della pandemia, nel 2020, per esaminare la gravità e la durata dei problemi neurologici legati al Covid-19. L’80% dei primi 200 partecipanti ha riportato sintomi neurologici. L’affaticamento è risultato il sintomo più comune, segnalato dal 68,5%. Segue il mal di testa segnalato dal 66,5% del campione.

Quasi la metà dei pazienti ha riportato un lieve deterioramento cognitivo

Poco più della metà dei soggetti ha riportato cambiamenti nell’olfatto (54,5%) e nel gusto (54%) e quasi la metà dei partecipanti (47%) ha soddisfatto i criteri per un lieve deterioramento cognitivo. Il 30% del campione ha mostrato un vocabolario alterato e il 32% una memoria di lavoro ridotta. Il 21% per cento dei soggetti ha riportato confusione. E l’ipertensione è stata la condizione medica più comune segnalata dai partecipanti successivamente all’infezione da Covid-19. Nessun partecipante ha riferito di aver avuto un ictus, debolezza o incapacità a controllare i muscoli coinvolti nel parlare. Poco frequenti anche i problemi di coordinazione. Il 25% dei pazienti ha riportato depressione e diabete, l’obesità, l’apnea notturna. I primi iscritti allo studio sono in gran parte donne, il 35,5% sono uomini. «I partecipanti neri sono stati generalmente colpiti in modo sproporzionato» affermano gli scienziati.

Long Covid dipende dalla pervasività del virus nell’organismo

Secondo i ricercatori, il motivo per cui Sars-CoV-2 ha un impatto così ampio e duraturo sull’organismo dipenderebbe in parte dalla capacità del virus di attaccarsi all’enzima di conversione dell’angiotensina-2, o ACE2. Gli stessi scienziati, infine, ritengono che i risultati dello studio potrebbero in qualche modo esser distorti, seppur lievemente, dal fatto che i soggetti che hanno aderito potrebbero essere anche quelli che più sono preoccupati di eventuali problemi in corso.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Long Covid, dopo 12 mesi crescono solo i sintomi psichiatrici
Uno studio tutto italiano condotto per 12 mesi denuncia un aumento dei sintomi psichiatrici. La Sinpf denuncia «una situazione difficilissima per la psichiatria italiana alle prese con un drammatico calo di risorse, strutture, personale e completamente dimenticata dal PNRR»
Quali sono i sintomi in caso di reinfezioni?
I sintomi delle reinfezioni tendono a essere più lievi, anche se non si possono escludere forme gravi della malattia. I più comuni sono: affaticamento, febbre, tosse e mal di gola
Cosa succede se ho il Long Covid e mi reinfetto?
Le reinfezioni mentre si è alle prese con il Long Covid saranno sempre più comuni. E questo può portare a un peggioramento dei sintomi
Venti minuti di mindfulness per prendersi cura di sé
Venti minuti di mindfulness al giorno possono aiutare a combattere stress, frustrazione e stanchezza
di Redazione
Quanto durano i sintomi del Long Covid?
La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 ottobre 2022, sono 619.212.284 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.550.223 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino di oggi (5 ottobre 20...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi