Politica 8 novembre 2016

Più fondi per la sanità e sconti sulle tasse. Ecco le novità della manovra 2017

Al centro della Finanziaria i temi legati a salute, famiglia, pensioni e Fisco. In programma finanziamenti per il Fondo Sanitario Nazionale, rottamazione di Equitalia e sanatoria cartelle

Una manovra da 27 miliardi di euro. Questo il valore della finanziaria 2017. Tra le pensioni con lo stanziamento fondi, la famiglia con i bonus in programma, l’emergenza competitività e la voluntary disclosure,  i punti chiave della manovra su cui si è più discusso sono le tante novità destinate al comparto sanità e la discussa rottamazione dell’ente di riscossione Equitalia, con conseguente sanatoria delle cartelle esattoriali. Ecco i dettagli:

SANITA’

Fondi – Sale a 113 miliardi il finanziamento del Fondo Sanitario Nazionale per il 2017 con incrementi di 1 miliardo l’anno per il 2018 e per il 2019. Nel dettaglio, un miliardo di euro destinati all’acquisto dei farmaci innovativi (con 500 milioni riservati al settore oncologia). Sul versante farmaceutico invece sono state stabilite nuovamente le soglie di adeguamento della spesa: 7% per quella ospedaliera (che aumenta del 3,5%) e 7,85% per quella convenzionata (che si riduce al 3,5%).
Vaccini – Per il Nuovo Piano Nazionale Vaccinazioni stanziati 100 milioni per il 2107, che diventeranno 127 nel 2018 e 186 nel 2019.
Aziende e contratti – Novità non troppo buone per le Aziende ospedaliere. Quelle aziende che presenteranno un deficit pari o superiore al 5% verranno sottoposte ad un piano di rientr.  Per quanto riguarda i rinnovi dei contratti dei dipendenti del sistema sanitario, prevista invece una soglia di spesa di 1,4 miliardi per il 2017,  che diventa 1,850 nel 2018, anche se esiste la concreta possibilità di alzare le soglie di 500 milioni, già dal 2017. Inoltre è previsto un fondo di 75 milioni di euro (per il 2017 e 150 milioni dal 2018) per la stabilizzazione dei precari del settore sanitario, mentre è aperto l’accesso all’Ape (Anticipo Pensionistico) agli infermieri che abbiano maturato 36 anni di contribuzione e abbiano lavorato senza interruzione almeno per gli ultimi 6 anni in turni svolgendo servizi problematici.
Investimenti infrastrutturali e ricerca – La manovra inoltre accoglierebbe anche altri aspetti che potrebbero influire sul comparto sanità, ad esempio lo stanziamento di fondi dedicati ad investimenti infrastrutturali nell’ambito dell’edilizia sanitaria, il finanziamento dell’attività di ricerca, indicazioni sui biosimilari e sui farmaci biologici a brevetto scaduto.
Sistema informativo e Regioni – Non finisce qui, ci sono anche alcune novità relative al sistema informativo: previsto uno stanziamento di 2,5 milioni di euro per l’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico attraverso il consolidamento e l’integrazione con il Sistema tessera Sanitaria e l’Anagrafe nazionale degli Assistiti. Per concludere è ipotetica anche una quota di premialità sulla dotazione regionale del FSN per le Regioni, comprese quelle sottoposte a piano di rientro, che dimostrino dei miglioramenti negli indicatori; si tratterebbe di un “premio” dello 0,1% dei trasferimenti dal FSN.

EQUITALIA

Rottamazione – La rottamazione del Concessionario: l’intervento dovrebbe riguardare quasi tutti i crediti che Equitalia ha l’incarico di incassare. Bene specificare che non è contemplata, invece, l’Iva che è un’imposta comunitaria e rimangono escluse anche le multe auto e i tributi locali.

Sanatoria cartelle – A partire dal 7 novembre si potrà presentare la domanda per la rottamazione delle cartelle Equitalia, invece entro il prossimo 23 gennaio, si potrà inviare la richiesta per lo sconto sulle sanzioni e interessi di mora delle cartelle notificate tra il 2000 il 2015. ll decreto legge delibera che sono previste 4 rate per il pagamento delle somme, le prime due sono pari a un terzo dell’intera somma e la terza e la quarta a un sesto. Equitalia deve informare i debitori dell’esatto ammontare delle somme e le relative rate, entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto.

Articoli correlati
Equitalia, la sanatoria per le cartelle. Quando il medico può usufruire della rottamazione?
I consigli del tributarista per mettersi in regola con il Fisco sfruttando le ultime novità legislative
Tutte deducibili le spese per ECM e Congressi. Ecco cosa cambia per i medici…
L'articolo 5 del Jobs Act modifica l'attuale regime di deducibilità di alcune spese inerenti alla formazione dei medici e di tutti i lavoratori autonomi. Il nuovo regime prevede l'integrale deduzione, entro un limite massimo annuale, delle spese per l'iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale
Tasse e fisco: i consigli dell’esperto
Sono indietro con le tasse, cosa devo fare? Posso passare al regime forfettario? Come devo comportarmi se ho un conflitto tra i contributi versati ad Enpam ed Inps? Sono solo alcune delle numerose richieste di chiarimenti e informazioni giunte all’indirizzo mail redazione@sanitainformazione.it. Abbiamo chiesto al tributarista Giulio Palazzo, dottore commercialista con il quale prosegue la nostra collaborazione, di rispondere alle domande più frequenti e di maggiore interesse per la classe medica in tema di fisco e tasse.
Super-ammortamento anche sulle auto per i medici?
I consigli del tributarista per sfruttare le agevolazioni
Tasse, ad ottobre il salasso Irpef. Ma occhio al “salvagente” Equitalia
È già autunno caldo per il fisco e le scadenze dei medici. Ecco i consigli del tributarista Giulio Palazzo per non rimanere sommersi dalle cartelle e approfittare della mano tesa dell’agenzia di riscossione…
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Ecm

RITARDO ECM, scatta l’accertamento del Ministero: 3500 medici cancellati

Documento esclusivo di Sanità Informazione sui medici competenti: ecco la comunicazione ufficiale del Ministero della Salute a tutti gli OMCeO di Italia. «Va accertato il conseguimento dei crediti E...