Formazione 13 luglio 2018

Scuole di specializzazione, aumentano i contratti: per il prossimo anno accademico sono 6934. Martedì la prova nazionale

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti ha firmato il decreto. Rispetto allo scorso anno, previsti 259 posti in più, ma per la FNOMCeO sono ancora troppo pochi e non distribuiti in modo uniforme sul territorio nazionale: «Di questo passo le Regioni più in difficoltà offriranno sempre minori servizi alla popolazione. È necessaria una gara di solidarietà tra Regioni»

Immagine articolo

Aumentano i contratti per le scuole di specializzazione. Per il prossimo anno accademico saranno 6934 a fronte delle 6675 dello scorso anno. È quanto recita il decreto firmato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti e pubblicato sul sito del MIUR.

LEGGI IL DECRETO DEL MIUR

Alle 6200 borse finanziate con risorse statali (erano 6105 l’anno scorso) si aggiungono infatti le 640 delle Regioni (a fronte dei 499 dello scorso anno accademico) e le 94 finanziate con risorse di altri enti pubblici e/o privati (per il 2016/2017 erano 71). Per quanto riguarda, invece, i posti riservati: 194 sono previsti per i medici dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale (210 i posti dello scorso anno), 29 i posti alle esigenze del Ministero della Difesa (erano 21 nel 2016/2017) e quelli a disposizione della Polizia di Stato (a fronte dei 4 dello scorso anno).

La prova nazionale per l’ammissione alle Scuole di specializzazione mediche si terrà il prossimo 17 luglio.

CONSULTA LA TABELLA CON LA DISTRIBUZIONE DEI POSTI

La FNOMCeO fa tuttavia notare che i 640 contratti finanziati con fondi regionali non sono uniformemente distribuiti. A fare la parte del leone è il Nord Est d’Italia, con cento borse finanziate dall’Emilia Romagna e ottanta dal Veneto, mentre le Regioni del Sud e le Isole sono fanalino di coda: la Sicilia finanzia quaranta borse e la Puglia trenta. Ad ogni modo, i contratti sono «ancora troppo pochi».

«Sono rimaste schiacciate le Regioni più povere – dichiara il Presidente della Federazione Filippo Anelli – che non hanno risorse da destinare alla formazione. Continuando così, le Regioni più in difficoltà formeranno sempre meno medici e offriranno sempre minori servizi alla popolazione, con ulteriore aumento della mobilità sanitaria. Un circolo vizioso dal quale uscire è difficile ma non impossibile: dovrebbe a questo punto scattare una gara di solidarietà tra Regioni, tutte alleate per approvare criteri di distribuzione dei fondi che non aumentino le disuguaglianze e che non inficino, a fronte di un’immagine “virtuosa” di questo o quel Sistema sanitario regionale, la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale».

Il decreto giunge proprio a poche ore dall’allarme lanciato dalla Fiaso sulla carenza dei medici: secondo la Federazione delle aziende sanitarie pubbliche tra 5 anni ne mancheranno 11.800. Allarme cui ha risposto Sergio Venturi, Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità, evidenziando il lavoro svolto negli ultimi mesi dalle Regioni insieme al Ministero della Salute e al MIUR per ampliare il numero delle borse di studio dei medici specializzandi, evidenziando «gli sforzi che le singole Regioni stanno facendo per finanziare con risorse proprio ulteriori borse di studio». Sforzi che sono appunto sfociati nel decreto del Ministero dell’Istruzione, «un approccio sicuramente preferibile all’allarmismo», ha sottolineato Venturi.

LEGGI ANCHE: PUBBLICATO IL BANDO DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE. ECCO REQUISITI, PROVA D’ESAME E REGOLE DI ASSEGNAZIONE 

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Il 22 e 23 settembre l’ottava edizione di “Venezia in Salute”. 31 gazebo in piazza per difendere il SSN
Una grande festa per ribadire che, a 40 anni dalla sua nascita, il Servizio Sanitario Nazionale è un tesoro, un’esperienza da difendere e, se possibile, da rafforzare. Questo sarà l’edizione 2018 di Venezia in Salute, la manifestazione in programma il 22 e il 23 settembre tra laguna e terraferma, organizzata dall’Ordine veneziano dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (OMCeO) e dal […]
Pazienti a rischio suicidio, come prevenire e superare shock. Innamorati (psicoterapeuta): «Occorre formazione per tutti reparti»
«Non bisogna pensare che solo i pazienti ricoverati in psichiatria possono compiere gesti estremi, per questo tutti i medici e gli operatori – di qualsiasi settore - devono essere preparati» ai microfoni di Sanità Informazione Marco Innamorati, psicologo e psicoterapeuta
Al presidente FNOMCeO Anelli il Caduceo d’oro. L’annuncio di Lettieri (FOFI) alle Giornate della formazione del medico
Il prestigioso riconoscimento da parte dall'Ordine dei Farmacisti di Bari e BAT sarà consegnato il 10 novembre. Tra le motivazioni, la proficua collaborazione portata avanti da Filippo Anelli tra la professione del medico e quella del farmacista
A Bari Giornata contro violenza operatori sanitari. Questionario FNOMCeO: 50% medici aggredito in ultimo anno
Tra i camici bianchi prevale rassegnazione e sfiducia. I dati del sondaggio preoccupano il Presidente Filippo Anelli: «Questo porta con sé gravi effetti collaterali come la mancata denuncia alle autorità, l’immobilismo dei decisori, ma anche il burnout dei professionisti, con esaurimento emotivo»
Roma, al via la presentazione della notte europea dei ricercatori 2018
Si terrà domani, 12 settembre, alle ore 11.30, nella sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca a Roma (viale Trastevere 76/a) la conferenza stampa di presentazione della Notte Europea dei Ricercatori, evento promosso dalla Commissione Europea per favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini, e occasione per condividere la passione per […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...