Non Categorizzato 15 Settembre 2015

Lorenzin: «Confronto sulla certificazionecon i protagonisti della Mobile Health»

Intervista al Ministro della Salute sulle prospettive della sanità digitale dal web alle App

Immagine articolo

La sanità italiana diventa sempre più digitale. E le App mediche, che già adesso giocano un ruolo fondamentale in questo settore, vanno sviluppate e regolamentate. Ne è convinta il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ne ha parlato nel corso del Forum della Sanità Digitale, tenutosi nei giorni scorsi a Roma.


Un fenomeno, quello della Mobile Health, che sta assumendo una dimensione sempre più rilevante in relazione alla crescente diffusione sia delle applicazioni stesse, sia degli strumenti attraverso cui è possibile usufruirne.

Allo stesso tempo, però, esiste la necessità evidente ed improrogabile di regolamentare una materia che, dato il rapidissimo sviluppo che l’ha riguardata, può ancora essere considerata una “terra di nessuno”. È per questo che il governo ha istituito un tavolo ad hoc al fine di «creare un ambiente istituzionale e collaborativo tra i soggetti che condividono l’esigenza di sistematizzare e gestire al meglio l’evoluzione tecnologica applicata al mondo della salute».

Un passaggio necessario considerato il grande sviluppo che questo settore avrà nei prossimi anni. Secondo le più importanti ricerche internazionali, infatti, entro il 2018 oltre 1,7 miliardi di utenti nel mondo utilizzeranno applicazioni per la Salute, mentre attualmente sul mercato sono già presenti circa 97mila App. Circa il 70% di queste sono relative alla salute e al benessere del consumatore, mentre solo il 30% è dedicato alla consultazione e monitoraggio del paziente. Sanità informazione ne ha parlato con il ministro Lorenzin.

L’evoluzione digitale è, mai come in questo periodo, protagonista anche dello sviluppo del settore sanitario. Complice di questo processo sono le App mediche. Uno strumento importante se utilizzate nel modo corretto. Certificare quelle attualmente a disposizione e quelle in arrivo è, a questo punto, diventata una necessità.
«Quello delle applicazioni per smartphone e tablet è un settore molto importante e di grande attualità. I cittadini, infatti, utilizzano sempre più massicciamente sia internet che tutte le possibilità che vengono fornite dalle nuove tecnologie attualmente a disposizione. Sviluppare questo tipo di settore è un nostro preciso obiettivo. Ma proprio perché ci troviamo di fronte ad un fenomeno tutto sommato nuovo, ad un terreno ancora non battuto, è necessario portare anche in questo ambito gli stessi sistemi di sicurezza e certificazione già presenti in quelli tradizionali».

Il tavolo di lavoro istituito di recente dal Ministero della Salute per monitorare lo sviluppo della Mobile Health potrà dare una mano in questo senso.
«Assolutamente sì. Il Ministero che dirigo ha già da tempo imboccato questa strada e, attualmente, sta lavorando sul tema attraverso tavoli operativi che si susseguono con rapidità e con rapidità trovano soluzioni veicolate poi in interventi normativi. Questo è successo, ad esempio, nell’ambito della medicina difensiva portato al tavolo “Alpa”».

Articoli correlati
Risk management, Relyens sigla cinque partenariati tecnologici per rafforzare la sicurezza
Relyens, gruppo mutualistico europeo di riferimento nel settore assicurazione e gestione rischi per gli operatori sanitari e territoriali, rafforza il suo approccio globale ai rischi proponendo soluzioni di prevenzione basate sull’utilizzo dei dati e dell’intelligenza artificiale. Le nuove soluzioni sono offerte grazie a cinque partenariati esclusivi siglati con partner tecnologici di prim’ordine e focalizzati su […]
A Digital for Health vince BiomimX , startup che seleziona e definisce i farmaci più efficaci
Marazzi (Consorzio Dafne): «La digitalizzazione permette di liberare informazioni rendendo fruibili a tutti con dovute protezioni e riservatezza»
di Federica Bosco
Tecnologia, la Soi adotta le votazioni telematiche via internet
Trasparenza, sicurezza, affidabilità. Saranno queste le caratteristiche delle elezioni suppletive per il rinnovo  del Consiglio Direttivo della SOI, Società Oftalmologia italiana. Si tratta di una elezione innovativa perché per la prima volta in Italia il rinnovo dei Consiglieri di una società medico scientifica si svolgerà attraverso una piattaforma digitale, mentre un notaio certificherà il corretto […]
Safer Internet Day, allarme smartphone: uso eccessivo possibile causa di DSA
Un progetto di ICS Maugeri rivela che «l’80% delle informazioni possono essere una concausa dei deficit di attenzione e di concentrazione legati a problemi di apprendimento»
di Federica Bosco
Sanità, Zampa: «L’intelligenza artificiale può aiutare il decisore politico a rendere la sanità più efficiente»
«Ho incontrato al Cineca, insieme al Professor Armando Cirillo, Consulente del Ministro della Salute, un team di alta competenza tecnologica: il Dottor David Vannozzi, Direttore Generale, la Dottoressa Daniela Galetti, responsabile sistemi di supercalcolo, la Dottoressa Serena Borelli, direttore organizzazione e sistemi ed il Dott. Mauro Moruzzi, Health Advisory Board di Cineca, promotore dell’incontro. In […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 aprile, sono 860.793 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 42.354 i decessi e 178.378 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA Bollettino delle ...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...