TecHealth 21 Gennaio 2019

La trasformazione digitale nella (e per) la salute pubblica. Gli igienisti nella palestra dell’innovazione

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il […]

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il minicorso “La trasformazione digitale nella salute pubblica” offre a 24 professionisti, selezionati dalla SITI, una formazione esperienziale su alcuni sviluppi tecnologici di frontiera a supporto della ricerca scientifica e del miglioramento dei servizi di igiene, siano essi di sensibilizzazione, di prevenzione o di organizzazione ed erogazione. Uno strumento concreto per progettare soluzioni innovative, che rendano i servizi più resilienti, accessibili ed efficaci.

Le diverse sessioni formative si svolgono presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale: ogni sessione tematica è completata da un laboratorio pratico per la contestualizzazione e l’applicazione delle tecnologie presentate (tra cui anche anagrafi vaccinali e registri di patologia). La Palestra dell’Innovazione, infatti, è dotata di diversi laboratori ad alto contenuto tecnologico (tra cui un laboratorio di realtà immersiva e virtuale, un laboratorio di fabbricazione digitale e un laboratorio di robotica e IoT), dove i partecipanti hanno l’opportunità di conoscere applicazioni concrete di tecnologie in salute pubblica, oltre a cimentarsi nell’ideazione di servizi innovativi o applicazioni innovative negli ambiti di loro interesse. Ognuno dei tre appuntamenti prevede due giornate consecutive di formazione.

Le prime due giornate di formazione hanno già affrontato Internet delle cose e Big data, nuovi strumenti a supporto della prevenzione e della privacy del paziente, intelligenza artificiale e machine learning per il monitoraggio epidemiologico e l’elaborazione di strategie di sensibilizzazione del cittadino. Poi sono state approfondite blockchain e realtà aumentata per le attività di sensibilizzazione sulle vaccinazioni pediatriche obbligatorie. Gli ultimi incontri, previsti per l’8 e il 9 febbraio tra mini talk scientifici e strategie di comunicazione sui social, si affronta la questione cruciale della corretta informazione dei cittadini. Il percorso si conclude con una maratona creativa di sviluppo per comunicare il valore della vaccinazione.

Il programma formativo è stato elaborato dal responsabile scientifico ECM, prof. Carlo Signorelli, ordinario di Igiene e sanità pubblica e, per la parte digitale, dal prof. Alfonso Molina, Personal Chair in Technology Strategy, Università di Edimburgo, e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale.

La formazione digitale degli specialisti di Sanità Pubblica è stata possibile grazie al supporto non condizionato di MSD Italia che si è dimostrata sensibile alla proposta di SiTI e Fondazione Mondo Digitale.

Come ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di MSD Nicoletta Luppi in occasione dell’assegnazione del premio Digital Awards di About Pharma “La Trasformazione Digitale è parte integrante della declinazione del nostro concetto di Innovazione a 360° grazie alla nostra offerta qualificata e all’avanguardia di canali, tecnologie e servizi disegnati sui bisogni dei pazienti e dei professionisti della sanità, con l’obiettivo ultimo di generare valore per il Servizio Sanitario Nazionale”.

Articoli correlati
Leucemie, i punti fermi dell’AIL secondo Viganò (RomAIL): «Ricerca scientifica, assistenza domiciliare e formazione permanente dei volontari»
Quest'anno, l'AIL celebra 50 anni e festeggia questa importante ricorrenza con una serie di appuntamenti che ripercorrono le tappe della sua storia. Tra questi, l'incontro ”La Scelta Volontaria – Riflessioni sul Volontariato” che si è svolto a Roma presso la Residenza di Ripetta, dove abbiamo incontrato la presidente di RomAIL Maria Luisa Rossi Viganò
MMG, Noemi Lopes (Osservatorio Giovani FNOMCeO): «Inconcepibile percorso formativo così poco retribuito e che costringe il medico a spostarsi dalla sua Regione»
«La disparità economica di trattamento tra MMG e specializzandi si fa sentire e questo si ripercuote anche nella concezione del percorso formativo che noi continuiamo a difendere come separato dal corso di specializzazione universitaria» così l’ex segretario di Fimmg Formazione a Sanità Informazione
Patto per la salute, FNOMCeO: «Chiamare ai tavoli le Professioni sanitarie»
«Chiamare ai tavoli le Professioni sanitarie». Lo avevano già chiesto, insieme alle altre Federazioni e Ordini nazionali delle professioni sanitarie e sociali, il 21 marzo scorso, in occasione dell’incontro con il Ministro della Salute Giulia Grillo. Ora la FNOMCeO, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, e prima ancora la Fnopo, l’omologo ente […]
Smart working in sanità, Magi (OMCeO Roma): «Una bella scommessa, ma non aumenti la distanza medico-paziente»
Al parziale scetticismo del presidente dell'Ordine dei Medici di Roma si contrappone l'entusiasmo di Carla Cappiello, presidente dell’Ordine degli ingegneri della Capitale: «Le potenzialità sono enormi: lavorare a distanza riuscendo a fornire la stessa qualità del servizio e garantendo la sicurezza dei dati personali consente di risparmiare su tutte le procedure e sopperire a carenze sociali»
di Viviana Franzellitti e Giulia Cavalcanti
Formazione MMG, Luca Galzerano (Fimmg): «Disparità economica con specializzandi può condizionare scelta del percorso formativo e lavorativo»
«Fondamentale migliorare l’organizzazione dei corsi post lauream e facilitare le modalità di accesso alla professione». L’intervista al nuovo Segretario nazionale di Fimmg Formazione Luca Galzerano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Salute

Ecco la verità sugli integratori: business o vera salute? Facciamo chiarezza con Alessandro Mugelli (Presidente Società Italiana Farmacologia)

Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? «Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integrato...