TecHealth 21 Gennaio 2019

La trasformazione digitale nella (e per) la salute pubblica. Gli igienisti nella palestra dell’innovazione

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il […]

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il minicorso “La trasformazione digitale nella salute pubblica” offre a 24 professionisti, selezionati dalla SITI, una formazione esperienziale su alcuni sviluppi tecnologici di frontiera a supporto della ricerca scientifica e del miglioramento dei servizi di igiene, siano essi di sensibilizzazione, di prevenzione o di organizzazione ed erogazione. Uno strumento concreto per progettare soluzioni innovative, che rendano i servizi più resilienti, accessibili ed efficaci.

Le diverse sessioni formative si svolgono presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale: ogni sessione tematica è completata da un laboratorio pratico per la contestualizzazione e l’applicazione delle tecnologie presentate (tra cui anche anagrafi vaccinali e registri di patologia). La Palestra dell’Innovazione, infatti, è dotata di diversi laboratori ad alto contenuto tecnologico (tra cui un laboratorio di realtà immersiva e virtuale, un laboratorio di fabbricazione digitale e un laboratorio di robotica e IoT), dove i partecipanti hanno l’opportunità di conoscere applicazioni concrete di tecnologie in salute pubblica, oltre a cimentarsi nell’ideazione di servizi innovativi o applicazioni innovative negli ambiti di loro interesse. Ognuno dei tre appuntamenti prevede due giornate consecutive di formazione.

Le prime due giornate di formazione hanno già affrontato Internet delle cose e Big data, nuovi strumenti a supporto della prevenzione e della privacy del paziente, intelligenza artificiale e machine learning per il monitoraggio epidemiologico e l’elaborazione di strategie di sensibilizzazione del cittadino. Poi sono state approfondite blockchain e realtà aumentata per le attività di sensibilizzazione sulle vaccinazioni pediatriche obbligatorie. Gli ultimi incontri, previsti per l’8 e il 9 febbraio tra mini talk scientifici e strategie di comunicazione sui social, si affronta la questione cruciale della corretta informazione dei cittadini. Il percorso si conclude con una maratona creativa di sviluppo per comunicare il valore della vaccinazione.

Il programma formativo è stato elaborato dal responsabile scientifico ECM, prof. Carlo Signorelli, ordinario di Igiene e sanità pubblica e, per la parte digitale, dal prof. Alfonso Molina, Personal Chair in Technology Strategy, Università di Edimburgo, e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale.

La formazione digitale degli specialisti di Sanità Pubblica è stata possibile grazie al supporto non condizionato di MSD Italia che si è dimostrata sensibile alla proposta di SiTI e Fondazione Mondo Digitale.

Come ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di MSD Nicoletta Luppi in occasione dell’assegnazione del premio Digital Awards di About Pharma “La Trasformazione Digitale è parte integrante della declinazione del nostro concetto di Innovazione a 360° grazie alla nostra offerta qualificata e all’avanguardia di canali, tecnologie e servizi disegnati sui bisogni dei pazienti e dei professionisti della sanità, con l’obiettivo ultimo di generare valore per il Servizio Sanitario Nazionale”.

Articoli correlati
Operarsi al cuore sotto ipnosi. Nonini (Niguarda): «Tempi rapidi e pazienti soddisfatti»
La dottoressa Sandra Nonini, specialista in anestesia e rianimazione, spiega tutte le potenzialità dell’ipnosi in ambito medico e i campi di applicazione: dal prelievo di sangue passando per gastroscopia, broncoscopia e colonscopia fino ad arrivare a interventi di cardiochirurgia
«La formazione manageriale come nudge per il SSN e per il post Covid»
Tra gli elementi che la pandemia ha sollecitato vi è anche quello della complessità dei Sistema Sanitario. L’implementazione di competenze diffuse e trasversali è stata indispensabile per proporre risposte organizzative e di gestione dei bisogni di salute anche in periodo Covid. Strumenti tecnici e human skills che sono necessarie a governare i processi verso obiettivi […]
di Marinella D’Innocenzo, Direttore Generale ASL Rieti e coordinatrice del Corso di formazione manageriale Direttori di Struttura complessa Istituto “Arturo Carlo Jemolo”
Consumerismo critica decreto Scuola: «L’eccellenza del nostro SSN svilita in Parlamento»
Secondo l'associazione dei consumatori, il bonus di 50 crediti ECM è «un sei politico per tutti che sa di premio alla mediocrità»
Covid 19 – Il virus della paura: in un docufilm la lezione da imparare dalla pandemia
Il documentario è pronto a sbarcare ai festival Internazionali e nelle piattaforme on demand. Tortorella (Consulcesi): «Cinema, scienza e tecnologia il nuovo modello internazionale per la formazione del personale sanitario e per una corretta informazione». Il ministro Speranza: «Ridare centralità alla sanità, attraverso la formazione e la ricerca»
Covid-19 e spinta digitale, come sarà la sanità del futuro?
Obbligati dal lockdown, medici e strutture sanitarie si sono aperti molto al digitale negli ultimi mesi. Mentre la telemedicina veniva incontro alle esigenze più impellenti, l'high tech e l'intelligenza artificiale hanno pensato alla sanità del futuro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...