TecHealth 21 gennaio 2019

La trasformazione digitale nella (e per) la salute pubblica. Gli igienisti nella palestra dell’innovazione

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il […]

Per costruire una società più sana giocano un ruolo strategico, oltre a big data e intelligenza artificiale, anche altri strumenti digitali come Internet delle cose, blockchain, realtà aumentata e virtuale, e un uso corretto dei social media per campagne di prevenzione realizzate da esperti e in grado di raggiungere la popolazione in modo efficace. Il minicorso “La trasformazione digitale nella salute pubblica” offre a 24 professionisti, selezionati dalla SITI, una formazione esperienziale su alcuni sviluppi tecnologici di frontiera a supporto della ricerca scientifica e del miglioramento dei servizi di igiene, siano essi di sensibilizzazione, di prevenzione o di organizzazione ed erogazione. Uno strumento concreto per progettare soluzioni innovative, che rendano i servizi più resilienti, accessibili ed efficaci.

Le diverse sessioni formative si svolgono presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale: ogni sessione tematica è completata da un laboratorio pratico per la contestualizzazione e l’applicazione delle tecnologie presentate (tra cui anche anagrafi vaccinali e registri di patologia). La Palestra dell’Innovazione, infatti, è dotata di diversi laboratori ad alto contenuto tecnologico (tra cui un laboratorio di realtà immersiva e virtuale, un laboratorio di fabbricazione digitale e un laboratorio di robotica e IoT), dove i partecipanti hanno l’opportunità di conoscere applicazioni concrete di tecnologie in salute pubblica, oltre a cimentarsi nell’ideazione di servizi innovativi o applicazioni innovative negli ambiti di loro interesse. Ognuno dei tre appuntamenti prevede due giornate consecutive di formazione.

Le prime due giornate di formazione hanno già affrontato Internet delle cose e Big data, nuovi strumenti a supporto della prevenzione e della privacy del paziente, intelligenza artificiale e machine learning per il monitoraggio epidemiologico e l’elaborazione di strategie di sensibilizzazione del cittadino. Poi sono state approfondite blockchain e realtà aumentata per le attività di sensibilizzazione sulle vaccinazioni pediatriche obbligatorie. Gli ultimi incontri, previsti per l’8 e il 9 febbraio tra mini talk scientifici e strategie di comunicazione sui social, si affronta la questione cruciale della corretta informazione dei cittadini. Il percorso si conclude con una maratona creativa di sviluppo per comunicare il valore della vaccinazione.

Il programma formativo è stato elaborato dal responsabile scientifico ECM, prof. Carlo Signorelli, ordinario di Igiene e sanità pubblica e, per la parte digitale, dal prof. Alfonso Molina, Personal Chair in Technology Strategy, Università di Edimburgo, e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale.

La formazione digitale degli specialisti di Sanità Pubblica è stata possibile grazie al supporto non condizionato di MSD Italia che si è dimostrata sensibile alla proposta di SiTI e Fondazione Mondo Digitale.

Come ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di MSD Nicoletta Luppi in occasione dell’assegnazione del premio Digital Awards di About Pharma “La Trasformazione Digitale è parte integrante della declinazione del nostro concetto di Innovazione a 360° grazie alla nostra offerta qualificata e all’avanguardia di canali, tecnologie e servizi disegnati sui bisogni dei pazienti e dei professionisti della sanità, con l’obiettivo ultimo di generare valore per il Servizio Sanitario Nazionale”.

Articoli correlati
Dissezione su cadavere, l’eccellenza all’università di Bologna: 400 metri quadri al servizio di studenti, chirurghi e ricercatori
L’Italia ferma ad un Regio Decreto del 1933. Ad ottobre 2018, Pierpaolo Sileri (M5S) ha presentato un disegno di legge in tema disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica
di Isabella Faggiano
Accademia dei pazienti-Eupati Italia, il paziente “esperto” affianca il medico nel percorso terapeutico
Informazione, formazione e competenza: un paziente preparato e consapevole supporta il professionista sanitario con la sua esperienza diretta di malattia, veicola le necessità degli altri ed aiuta ad arginare il fenomeno della disinformazione in salute
San Valentino, le tecniche antistress che salvano l’amore: una vita di coppia sana passa anche dalla regola delle tre “C”
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista: «Consapevolezza, conoscenza e coscienza per stare bene con se stessi e con il partner. Così lo stress da nemico diventa alleato». On line il primo ebook "Antistress: teoria e pratica”
Ecco il guanto sensorizzato che insegna ad operare, valuta la funzionalità della mano e traduce la lingua dei segni
Sembra uscito da un film di supereroi, il guanto ‘sensorizzato’ inventato dal professor Giovanni Saggio dell’università Tor Vergata di Roma. A vederlo sembra un guanto comune, ma è l’unico in grado di misurare i movimenti della mano, valutando ogni singola articolazione delle dita. Può pilotare a distanza una mano robotica e controllare oggetti virtuali, può […]
Formazione, Vanja Ciolli (CeOR): «Aggiornamento fondamentale, tecnico ortopedico responsabile sicurezza dispositivi e qualità processi di produzione»
«Il tecnico ortopedico è obbligato da norme regionali e nazionali ad aggiornarsi al passo con l’evoluzione continua in medicina e a rispondere ai crediti formativi necessari» dichiara Vanja Ciolli (Amministratore Ce.OR) a Sanità Informazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...