TecHealth 19 Febbraio 2019

Blockchain in Sanità, in Senato confronto tra esperti per spiegarne opportunità e prospettive

Il 21 febbraio incontro a Roma presso la Sala Isma di Santa Maria in Aquiro con il presidente della Commissione Sanità Pierpaolo Sileri e altri esperti del settore. Andrea Tortorella (Osservatorio Blockchain Link Campus University): «Dalle cartelle cliniche alla lotta ai farmaci contraffatti, tanti i campi in cui si può applicare questa tecnologia»

Ha un nome che a molti può ancora risultare sconosciuto. Potrebbe ricordare qualcosa di esotico, o far pensare a complessi sistemi comprensibili solo a ‘nerd’ o tecnici del settore. La Blockchain (o catena dei blocchi, come è stata fedelmente tradotta in italiano), in realtà ha veramente un’infrastruttura complicata, e capirne il funzionamento per gli estranei al settore è tanto difficile quanto capire come sia possibile l’esistenza di un qualcosa come Internet. Ma proprio come ha fatto Internet, tuttavia, la Blockchain finirà per pervadere ogni campo delle nostre vite, compreso quello sanitario.

Gli esperti che se ne occupano ne sono convinti, e il 21 febbraio si incontreranno al Senato della Repubblica per discutere proprio delle opportunità e delle prospettive che la Blockchain offre alla sanità. Si tratta, in parole povere, di una tecnologia che consente di tutelare la sicurezza, la trasparenza e l’immutabilità di tutti i dati che vi vengono inseriti.

«Questa tecnologia può essere applicata in innumerevoli modi nella sanità – spiega Andrea Tortorella dell’Osservatorio Blockchain della Link Campus University, tra i relatori del convegno -. Pensiamo alle cartelle cliniche, che se registrate sulla Blockchain possono essere scambiate in modo sicuro e incorruttibile tra varie strutture e diversi medici, riuscendo a seguire sempre il percorso del paziente. Ma questa tecnologia può offrire numerosi benefici anche ai trial clinici, garantendo il rispetto del protocollo, che non può essere falsificato».

LEGGI ANCHE: BLOCKCHAIN E SALUTE PAZIENTE. FRANCHI (SAN RAFFAELE): «ECCO COME SAPERE LA STORIA CLINICA DEL PAZIENTE SENZA PERDERE PEZZI FONDAMENTALI»

«Ma una delle applicazioni che mi sta più a cuore – prosegue Tortorella – è la lotta ai farmaci contraffatti, un ambito in cui stiamo lavorando insieme a Consulcesi Tech. Vista la diffusione ed il prezzo di questi farmaci, quello dei medicinali falsi è diventato un mercato gigantesco, che la Blockchain potrebbe abbattere completamente». E non bisognerà attendere molto, per vedere le prime applicazioni di questa tecnologia in ambiti come quelli descritti da Tortorella: «Sappiamo cosa stanno facendo molti stati e cosa stiamo facendo noi. Ci siamo dentro, e non ci vorranno anni per realizzare tutto questo, ma mesi».

Per conoscere meglio, allora, i risvolti di questa rivoluzione che sta bussando alle porte del mondo sanitario, l’appuntamento è per giovedì 21 febbraio alla Sala Isma del Senato (piazza Capranica 72, Roma), dove interverranno, oltre ad Andrea Tortorella, il presidente della XII Commissione del Senato Igiene e Sanità Pierpaolo Sileri, il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, il presidente di Consulcesi Tech Massimo Tortorella, il direttore scientifico di Futura Stem Cells Pierangela Totta, Monica Costantini e Carlo Maria Medaglia della Link Campus University, il general manager di IQVIA Sergio Liberatore, il consigliere giuridico del Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio Marco Bellezza e Charles Scerri, della Charles Scerri & Associates.

Articoli correlati
Legge di Bilancio | FederSpecializzandi, Sigm, Movimento Giotto e Aim: «Non bastano 900 borse in più, ne servono 2mila»  
Nell'appello la richiesta di «affiancare le Regioni nel processo di pianificazione del fabbisogno di medici in risposta al bisogno di salute della popolazione, e, dall’altro, potenziare il sistema di accreditamento delle Scuole di Specializzazione»
Hiv, Vice Ministro Sileri: «Serve grande opera di informazione su social, tv, scuole e università»
«Le istituzioni devono fare molto nella lotta contro l’Hiv, tanto che alcuni parlamentari hanno presentato diversi emendamenti ed è previsto anche un emendamento governativo per migliorare quella che è l’informazione e le campagne di educazione sull’Hiv e contro l’AIDS». Così il vice ministro della Sanità, Pierpaolo Sileri. «Il ministero deve fare il suo lavoro, cioè vigilare, […]
Parkinson, Sottosegretario Sileri: «Diagnosi è ‘tsunami’, supportare caregiver e familiari»
«L’arrivo della diagnosi di Parkinson è come uno tsunami che travolge non solo il paziente, ma anche chi gli sta accanto. Un misto di paura, ansia e disperazione per una patologia progressiva, difficile e subdola nei suoi sintomi e nella sua evoluzione. Tutte le nostre azioni dunque devono essere volte a supportare il caregiver famigliare […]
HIV, torna la speranza di un vaccino. Sileri (Vice Ministro Salute): «Sarebbe rivoluzione del secolo. Diagnosi precoce fondamentale»
A Roma convegno per fare il punto su diffusione, cura e prospettive della lotta all’HIV. Lazzarin (San Raffaele): «La prova dell’efficacia del nuovo vaccino la potremo avere solo a studio concluso. La complessità e variabilità dei processi di risposta immune innescati da HIV (linfociti B, linfociti T, cellule accessorie) nel singolo individuo lasciano purtroppo margini di imprevedibilità»
Manovra 2020, luci e ombre del testo: dai Lea al personale. Tutte le voci della sanità…
Intanto, dal testo su cui lavoreranno entrambi i rami del Parlamento emerge quello che, molto probabilmente, sarà l’indirizzo finale della Legge, soprattutto per quel che riguarda la sanità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...
Lavoro

Sanità, il presidente ARAN: «Nel 2020 si chiude nuovo contratto»

Antonio Naddeo, presidente dell'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni a sanità informazione: «In legge bilancio stesse risorse per rinnovo contratti 2019-2021 della...