Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Nutrizione 12 Gennaio 2021

Gonfiore addominale, attenzione alla dieta. Cibi sì e no

Aria, pancia gonfia e dura e difficoltà di digestione. Sono i sintomi che caratterizzano il “gonfiore addominale”, un problema molto comune e diffuso soprattutto tra le donne.

Le cause del gonfiore addominale

La pancia gonfia può essere determinata da tanti fattori. Le cause scatenanti e più frequenti sono:

  • Aerofagia (presenza di aria nella pancia). È dovuta all’aria che ingeriamo quando parliamo e mangiamo e al consumo di alcuni alimenti che “fermentano” come: legumi, cibi lievitati e alcol
  • La presenza di malattie croniche e infiammatorie come il morbo di Crohn, il colon irritabile, la celiachia, la sensibilità al glutine o le intolleranze alimentari e l’Helicobacter Pylori
  • Cause ginecologiche: l’assunzione della pillola anticoncezionale, la sindrome dell’ovaio policistico, la fase premestruale, la menopausa e le variazioni ormonali legate al ciclo possono provocare gonfiore addominale
  • La disbiosi intestinale: un’alterazione della flora batterica provocata da farmaci, antibiotici, un consumo eccessivo di zuccheri, legumi e fibre
  • Lo stress: il nostro “secondo cervello” vive nella pancia e regola emozioni e sentimenti. Ansia e tensioni possono provocare gonfiore addominale colon irritabile, stipsi e crampi addominali

Gonfiore addominale: attenzione alla dieta

La dieta da seguire: cibi sì e cibi no

Meteorismo, aerofagia e gonfiore addominale possono essere contrastati con un’alimentazione corretta e la riduzione di alcuni alimenti dalla nostra dieta, temporaneamente e sotto controllo medico:

  • Limitare latte e prodotti caseari freschi
  • Limitare dolci, zuccheri, farine raffinate e lieviti
  • Ridurre le brassicacee (rape, verza, cavolfiore e cavolo), cipolle, cardi
  • Cibi ricchi di grassi, bibite gassate, spumanti e vini frizzanti
  • Assumere frutta e verdura ma non esagerare con le fibre alimentari
  • I legumi favoriscono la regolarità intestinale ma spesso sono difficili da digerire e possono fermentare nell’intestino, favorendo la produzione di gas. È bene preferire i legumi freschi e lasciarli a lungo in ammollo– si possono aggiungere menta, alloro, zenzero – prima di consumarli. In questo modo si potrà limitare il gonfiore

Gli alimenti consentiti:

  • Carne, pesce, pollame, uova
  • Formaggi stagionati e verdure (tranne quelle segnalate)
  • Tra la frutta privilegiare melone, pere, mele, agrumi, ananas
  • Tisane e al carbone vegetale (semi di finocchio, aneto, cumino)

I rimedi per la pancia gonfia

Ecco le regole alimentari da seguire per combattere questi fastidiosi e, a volte, imbarazzanti disturbi legati al gonfiore addominale:

  • Mangiare con calma, masticare lentamente e a bocca chiusa senza parlare ed evitare le abbuffate
  • No a fumo e alcol, moderare anche il consumo di chewing-gum che introducono nello stomaco aria in eccesso. Anche bere con la cannuccia porta a ingerire aria in più.
  • Bere tanta acqua
  • Non coricarsi immediatamente dopo i pasti
  • Combattere lo stress
  • Eseguire costante e regolare attività fisica, incluse camminate a passo sostenuto

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...