Sanità internazionale 11 maggio 2016

Young doctors in a dispute with the UK Government

Open conflict between the BMA (British Medical Association) and the British government, concerning the dispute in progress for the new young doctors contract. No mediation act have been reached between doctors’ representatives and the British Minister of Health Jeremy Hunt. The 24-hour strike called is the tip of the iceberg of an unprecedented escalation: this […]

Open conflict between the BMA (British Medical Association) and the British government, concerning the dispute in progress for the new young doctors contract. No mediation act have been reached between doctors’ representatives and the British Minister of Health Jeremy Hunt. The 24-hour strike called is the tip of the iceberg of an unprecedented escalation: this time, in fact, doctors have not even secured the emergency coverage. An historical fact since for the first time in 40 years young doctors are locked in an increasingly fraught dispute with the NHS, but also because, according to a survey, 66% of the public supports the strike, even though it has led to 3,300 cancellations of interventions planned. The same poll, however, highlights that only 44% would be in favor of a strike that does not guarantee the emergency co. Details of the dispute concerning the working hours, the increase in the basic wage rates, labor rules, rules governing the length of shifts and the construction of a kind of independent body to enforce them. Two more legal challenges are now being planned against the government, one by the British Medical Association and another by a large group of young doctors, the concept of taxation of contract law, not those recently graduated, but those who have more than a decade of experience at the forefront.

Articoli correlati
Morbillo, nessun allarme di casi dall’Italia al Regno Unito
Il ministero della Salute attraverso la Direzione generale della prevenzione sanitaria, rende note le informazioni scambiate sui casi di morbillo nell’ultimo semestre tra il nostro Paese ed il Regno Unito
di Ministero della Salute
I medici di famiglia inglesi vogliono far pagare una tassa ai pazienti che fissano appuntamenti non necessari
I medici di famiglia del Regno Unito hanno proposto una tassa di 5 sterline per scoraggiare la popolazione ad andare nello studio quando non necessario. Come immaginabile, l’iniziativa ha alzato un polverone. Secondo i promotori, servirebbe a far riflettere i pazienti sul reale bisogno del medico, suggerendo i casi in cui le loro richieste possono […]
“Brexit”, diventa virale la foto dell’èquipe medica multiculturale
È diventata virale sui social di tutto il mondo la foto pubblicata da un gruppo di medici dell’ Homerton University Hospital di Londra, a pochi giorni dal referendum in Gran Bretagna. Lo scatto ritrae l’équipe chirurgica composta da tre infermieri spagnoli, un anestesista tedesco, un urologo greco, un tecnico di radiologia irlandese e un consulente […]
Brexit, che succede ai medici italiani in Gran Bretagna?
I camici bianchi che dal nostro Paese si sono trasferiti oltremanica sono aumentati del 143% in dieci anni. Per tutti l’Italian Medical Society of Great Britain è il punto di riferimento: rinnovato il Consiglio Direttivo, Sergio Bonini è il nuovo Presidente.
Giovani medici, in UK è scontro col governo
Conflitto aperto tra la BMA (British Medical Association) e il governo inglese, rispetto alla vertenza in corso per il nuovo contratto dei giovani medici. Non c’è stato nessun atto di mediazione tra i rappresentanti dei medici e il ministro della salute britannico Jeremy Hunt. Lo sciopero di 24 ore indetto è la punta dell’iceberg di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...