Sanità internazionale 6 Dicembre 2021 15:03

Variante Omicron, casi in tutto il mondo. Nel Regno Unito potrebbe sostituire Delta in quattro settimane

La variante Omicron si palesa in tutto il mondo: in queste ore arrivano segnalazioni costanti. Gli scienziati ricordano che nei paesi a basso reddito ci sono poco più di 20 milioni di vaccinati: l’equivalente delle terze dosi solo in Gran Bretagna

Variante Omicron, casi in tutto il mondo. Nel Regno Unito potrebbe sostituire Delta in quattro settimane

La variante Omicron si sta diffondendo «più rapidamente della variante Delta» in Gran Bretagna. A dirlo il professor Paul Hunter dell’università dell’East Anglia, che ha dichiarato la possibile presenza di oltre mille casi della nuova variante nel paese al momento. Tra le previsioni considerate più verosimili c’è quella che prevede che diventerà dominante nell’arco delle prossime quattro settimane. Quel che resta da stabilire è se effettivamente la variante Omicron porti una malattia meno grave, anche se più trasmissibile.

I primi casi di Omicron nel mondo

Intanto in tutto il mondo si riportano nuovi casi di Omicron. Da Reuters è arrivato l’annuncio ufficiale del terzo caso in Giappone. Un uomo di 30 anni appena rientrato nel paese e prima passato per l’Italia. In India il numero è salito a 21 pazienti. In Italia sono arrivati a nove, di cui sette legati al “paziente zero” di ritorno dal Sudafrica. Sequenziato anche un caso arrivato all’aeroporto di Alghero, in Sardegna, di ritorno dallo stato africano. Primi casi riportati anche da Croazia, Nepal, Russia e Argentina.

Negli Stati Uniti sono 16 gli stati in cui è stata trovata la variante e probabilmente in aumento: la prima è stata la California, mentre l’ultimo annuncio riguarda il Wisconsin. La variante Delta rappresenta ancora il 99,9% dei casi negli USA, i contagiati da Omicron erano per la maggior parte vaccinati e hanno mostrato sintomi lievi.

Vaccinare il mondo o arriveranno nuove varianti

Gli scienziati sono concordi: la comparsa di nuove varianti è conseguenza diretta della mancata vaccinazione del mondo intero. O meglio, delle differenze esistenti tra paesi poveri e ricchi. Scienziati ed esperti di salute globale hanno chiesto un’azione sin dall’estate per affrontare la crisi della disuguaglianza dei vaccini tra paesi ricchi e poveri. Più a lungo grandi parti del mondo rimarranno non vaccinate, hanno detto, più è probabile che il virus muti in modo significativo.

Secondo la People’s Vaccine Alliance, il numero di terze dosi somministrate nel Regno Unito è lo stesso del totale dei vaccinati nei paesi più poveri del mondo. Una analogia intollerabile pensare che solo 20 milioni di persone in 27 paesi a basso reddito abbiano ricevuto il vaccino, mentre in Italia oltre 40 milioni di persone hanno completato il ciclo tra la popolazione vaccinabile.

«Omicron è con noi perché non siamo riusciti a vaccinare il mondo – ha detto Winnie Byanyima, direttore esecutivo di UNAids e co-presidente della People’s Vaccine Alliance sul Guardian -. Questo dovrebbe essere un campanello d’allarme. È la definizione di follia continuare a fare la stessa cosa e aspettarsi un risultato diverso. Dobbiamo premere reset».

Articoli correlati
Covid e quarta dose, dubbi e timori degli scienziati. «Un secondo booster inutile e rischioso»
Gli scienziati sono scettici e preoccupati degli effetti di un'eventuale quarta dose di vaccinazione anti-Covid per tutti. I dubbi riguardano sia l'efficacia che le probabilità di creare una sorta di "paralisi immunitaria"
Vaccini, tra obblighi e consenso informato
Il nuovo obbligo vaccinale per gli over 50, appena entrato in vigore, già divide l’opinione pubblica in fazioni. Chi lo ritiene insufficiente e lo vorrebbe esteso a tutti. Chi invece lo ritiene illegittimo, perché non sostenuto da effettive ragioni di tutela della salute pubblica. Si tratta, lo ricordiamo, di un trattamento sanitario obbligatorio ovviamente non […]
di Avvocato Maurizio Hazan (Hsm-Consulcesi)
In Spagna Omicron sarà trattata come un’influenza, almeno per i vaccinati
Un radiologo italiano a Barcellona conferma la volontà di Sanchez di rivedere il sistema di tracciamento e le modalità di emissione dei certificati di malattia da parte dei medici di base. Spaccatura tra le associazioni di categoria, mmg ritengono superflui test nei soggetti vaccinati, giovani con sintomi lievi e senza patologie pregresse
Vaccino contro Omicron pronto entro marzo, l’annuncio di Pfizer
L'annuncio del Ceo di Pfizer per un vaccino efficace su Omicron e su tutte le altre varianti. Intanto ad EMA iniziato il processo di approvazione dell'antivirale paxlovid
Minacce e insulti social dei no vax ai ragazzi autistici di PizzAut. La risposta del fondatore
Nico Acampora: «Ringrazio Enrico Mentana, il ministro del lavoro Andrea Orlando e tutti coloro che sui social hanno speso parole per noi, ma ho voluto tenere i toni bassi per evitare di far crescere la divisione tra Guelfi e Ghibellini che si è generata sui vaccini e non alimentare l’odio per un gesto di ringraziamento. Lavoriamo invece per far crescere il progetto di inclusione sociale»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 gennaio, sono 342.684.472 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.574.860 i decessi. Ad oggi, oltre 9,75 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre