Sanità internazionale 26 Ottobre 2021 14:49

La Cina comincia a vaccinare contro Covid-19 i bambini dai 3 anni in su

Dopo l’approvazione di giugno, la Cina ha deciso di dare inizio alla campagna di vaccinazione per i bambini dai 3 anni in su, la misura si aggiunge a tutte quelle implementate dal paese per ridurre a zero i contagi da Covid. Ad oggi i vaccinati sono il 76%

La Cina comincia a vaccinare contro Covid-19 i bambini dai 3 anni in su

La Cina comincerà a vaccinare i bambini dai tre anni in su. Lo riferisce l’Associated Press, che aggiunge che ad oggi il 76% della popolazione cinese ha completato il ciclo vaccinale, ma l’intenzione della autorità statale è di mantenere una policy a “tolleranza zero” verso qualsiasi nuova ondata di contagi. Per farlo, l’unica via è sembrata immunizzare davvero tutti.

La notizia è stata rimbalzata dai governatori di varie città in almeno cinque province, con l’annuncio che i bambini dai 3 agli 11 anni ora dovranno ricevere la propria dose di vaccino anti-Covid. «L’espansione della campagna vaccinale ha adottato nuove misure di repressione per debellare anche i più piccoli focolai», si legge su Associated Press.

I vaccini approvati per i bambini

I vaccini più usati in Cina sono quelli autoctoni Sinopharm e Sinovac, che hanno mostrato efficacia nell’evitare trasmissione del virus e malattia in forma grave. Tuttavia, la protezione contro la variante Delta ha destato preoccupazione perché i livelli si sono abbassati considerevolmente e per conseguenza sono tornati nuovi focolai.

Lo scorso giugno il Paese ha approvato l’uso dei due vaccini per i bambini dai 3 ai 17 anni, ma finora solo dai 12 anni in su le dosi sono state somministrate. Da quando è arrivata l’approvazione ufficiale, però, alcuni Paesi che utilizzano gli stessi vaccini hanno cominciato a somministrarli ai più piccoli. In Cambogia dai 6 agli 11, in Cile dai 6 anni in su e in Argentina il Sinopharm dai 3.

La situazione epidemiologica in Cina

Intanto in Gansu, una provincia nord-occidentale fortemente dipendente dal turismo, lunedì sono stati chiusi tutti i siti turistici dopo aver riscontrato nuovi casi di Covid. Ai residenti in alcune parti della Mongolia interna è stato ordinato di rimanere in casa a causa di un focolaio di 19 persone. La National Health Commission ha riferito che nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 35 nuovi casi di trasmissione locale, quattro dei quali nel Gansu. Sui 1,4 miliardi di abitanti della Cina sono vaccinati in 1,07. In aggiunta il Paese continua a impiegare restrizioni, quarantene, lockdown e test obbligatori nelle zone in cui si nota un ritorno di casi Covid.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
EMA ha approvato il vaccino Pfizer per i bambini dai 5 agli 11 anni
L'Agenzia europea del farmaco segue l'FDA e approva il vaccino anti-Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni. La dose somministrata sarà inferiore a quella di un adulto: positivi i risultati degli studi ed effetti collaterali simili a quelli degli adulti
Make-A-Wish, così i sogni dei piccoli pazienti diventano realtà. La storia di Vittorio, sceriffo del Far West
Come lui, negli ultimi 17 anni, quasi 2.400 bambini, affetti da malattie gravi, hanno realizzato i propri sogni. Mamma Sonia: «Un’esperienza unica che ci ha insegnato come non tutti i limiti imposti da una malattia siano invalicabili»
di Isabella Faggiano
In Austria entra in vigore il “lockdown dei non vaccinati”
Vietato l'ingresso in ristoranti, alberghi, palestre, parrucchieri e attività ludiche. Limitazioni al via a dicembre dopo una fase di transizione che prevede il tampone come lasciapassare. Solo il 62% degli austriaci è vaccinato
«Genitori toglietevi dalle chat»: la provocazione dei consulenti pedagogici contro l’uso improprio di WhatsApp
Cosolo Marangon (CPP): «Sì alla tecnologia se usata con intelligenza. La presenza di genitori con figli adolescenti in gruppi WhatsApp è un’incursione nella vita del giovane e compromette lo sviluppo dell’auto-responsabilizzazione»
di Isabella Faggiano
SIMRI, Midulla: «Non solo Sars-CoV-2. Ci attende una stagione di virus respiratori»
Focus del XXV Congresso SIMRI, in programma a Verona dal 24 al 26 ottobre, nuovi farmaci, sigarette elettroniche e Long Covid. Midulla: «Da un nostro progetto di follow up è emerso che il Long Covid pediatrico non riguarda solo il polmone: il 20-22% di bambini presenta una sintomatologia neuropsichiatrica»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 novembre, sono 260.208.307 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.185.296 i decessi. Ad oggi, oltre 7,54 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano