Sanità internazionale 18 aprile 2017

Heads Together, Lady Gaga e il Principe William in chat per i disturbi mentali

Una finestra sul mondo che affaccia sulla sanità. Un occhio alle politiche sanitarie, alle nuove tecnologie medico-scientifiche, alle ricerche e alle scoperte innovative del settore. Questa settimana:
Lady Gaga che parla di salute mentale con il futuro Re d’Inghilterra; Medicina globalizzata, un’opportunità anche per l’Italia; Nel 2017 gli hacker prendono di mira ospedali e operatori sanitari

Lady Gaga che parla di salute mentale con il futuro Re d’Inghilterra in videochiamata su FaceTime. Si tratta di ‘Heads Together’ la campagna che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica britannica sul tema della salute mentale. Inoltre #oktosay è l’hashtag che accompagna l’iniziativa per incentivare i followers ad abbattere i pregiudizi legati a questi problemi. Oltre William anche la moglie, la duchessa di Cambridge Kate Middleton e il fratello Harry saranno impegnati nella campagna che vede tra le iniziative anche la Maratona di Londra. Nel video copertina della campagna di sensibilizzazione, William dice che «bisogna parlare di salute mentale perché solo affrontando il problema che ci si può sentire ‘normali’». Lady Gaga fa eco al principe e sostiene che parlare più apertamente di salute mentale permetterebbe alle persone di «non nascondersi più».

ALTRE NOTIZIE DAL MONDO

MEDICINA “GLOBALIZZATA”: UN’OPPORTUNITÀ ANCHE PER L’ITALIA

Tanti gli italiani che vanno a curarsi all’estero, mentre le eccellenze italiane non risultano ancora così appetibili per gli stranieri. Potenzialmente, oggi un paziente può decidere di curarsi non solo nel proprio Paese ma anche all’estero grazie alle sempre maggiore capacità di attrazione da parte di ospedali, strutture mediche, imprese. Questo significa ‘globalizzazione’ e ne parla Panorama in un articolo dedicato.

 

NEL 2017 GLI OPERATORI SANITARI SONO IL CENTRO DEL BERSAGLIO PER GLI HACKER

Nel 2017 sono aumentati gli attacchi degli hacker nei sistemi informatici ospedalieri. Lo dice uno studio di Cybersecurity Ventures finanziato dal gruppo Herjavec che dimostra come il fenomeno del crimine informatico sia in tremenda ascesa. Matt Anthony, vicepresidente del gruppo Herjavec spiega che a rendere attraenti i software sanitari «è il sistema alla base, infatti questi non sempre vengono sviluppati secondo un canale che ne renda inattaccabile la privacy». Gli ospedali, dal canto loro, si difendono sostenendo che i vincoli burocratici e la mancanza di fondi, spesso non consentono tutti gli accorgimenti necessari. Ne parla approfonditamente un focus di Heathcare IT News.

Articoli correlati
Catania, al DSM arriva “Liber a mente”. Quando la terapia sta negli scaffali dei libri!
Domani, 15 dicembre, alle ore 10.00, presso la sede del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) situato in Corso Italia, 234 a Catania, sarà inaugurato “Liber a mente” mercatino di libri usati. Il progetto, ideato dal modulo DSM di Catania nord, è dedicato agli utenti del Centro Diurno del modulo dipartimentale con l’obiettivo di avvicinare gli […]
Gli studenti non rivogliono i manicomi, ma pensano che la malattia mentale sia pericolosa e imprevedibile. La ricerca della Asl Roma 2
Questa mattina a Roma sono stati presentati i risultati del questionario sul pregiudizio e lo stigma in salute mentale realizzato, nell’ambito del percorso alternanza scuola-lavoro, dal Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 2 in collaborazione con il corpo insegnante e circa 100 studenti dei Licei Charles Darwin – Pitagora e Bertrand Russell. LEGGI QUI LA […]
Giornata della Salute Mentale, Ministro Grillo al Museo della Mente: «Serve cambiamento culturale per accettare malattia»
Una visita al Museo della Mente dell’ASL Roma 1 (ex manicomio di S. Maria delle Pietà) per celebrare la Giornata mondiale della salute mentale promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per il 10 ottobre. Protagonista il ministro della Salute Giulia Grillo. «Nella Giornata mondiale dedicata alla salute mentale – ha detto Grillo – ho voluto visitare […]
Schizofrenia, tra le cause anche il mese di nascita, fattori ambientali e processi psicologici. E forse un virus
In occasione della Giornata mondiale della salute mentale, Cristoph Correll, professore di psichiatria presso la Hofstra Northwell School of Medicine di New York, approfondisce cause, sintomi e terapie della schizofrenia
Don Giuseppe, il cappellano dell’Opg che ha anticipato di trent’anni la legge 81: «Abbiamo “liberato” oltre mille pazienti psichiatrici criminali»
«La malattia mentale fa ancora paura. Invece si tratta di individui che, se adeguatamente curati, possono esprimere se stessi». La storia di Giuseppe Insana, il sacerdote che ha concesso una nuova vita agli internati, prima della definitiva chiusura di tutti gli Opg d’Italia
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...