Sanità internazionale 19 Febbraio 2019 09:00

Australia, il parlamento vota a favore dell’assistenza sanitaria ai migranti. Governo sconfitto

Il Parlamento australiano ha approvato una legge che facilita l’assistenza sanitaria ai migranti dei centri di Nauru e Manus, in Papua Nuova Guinea, in barba a un emendamento del governo di parere opposto. Il voto della Camera bassa è stato accolto come storico: è la prima volta da 80 anni che l’esecutivo viene sconfitto su […]

Il Parlamento australiano ha approvato una legge che facilita l’assistenza sanitaria ai migranti dei centri di Nauru e Manus, in Papua Nuova Guinea, in barba a un emendamento del governo di parere opposto. Il voto della Camera bassa è stato accolto come storico: è la prima volta da 80 anni che l’esecutivo viene sconfitto su una legge proposta da lui stesso. Per i media locali, il consenso dato al testo legislativo – con un solo voto a favore in più rispetto a quelli contrari – rappresenta uno “schiaffo” alla componente minoritaria del governo del premier Scott Morrison, che porta avanti una politica migratoria molto restrittiva. Inoltre, la votazione giunge in un contesto di grande instabilità politica e di incertezza sulla permanenza al potere di Morrison, quinto premier negli ultimi sei anni.

La legge in questione consente ai medici di sollecitare il trasferimento in Australia di rifugiati le cui condizioni di salute necessitano cure che non possono ricevere nei centri di Nauru e Manus. Tuttavia il ministro dell’Immigrazione avrà la possibilità di chiedere un esame medico ad un comitato indipendente per verificare le effettive condizioni di salute dei rifugiati da trasferire. In passato diversi medici hanno deplorato che le loro richieste siano state ignorate dalle autorità. In almeno 44 casi i rifugiati hanno ottenuto il trasferimento per motivi sanitari dopo una lunga battaglia legale. I rifugiati più vulnerabili fisicamente e psicologicamente sono soprattutto i bambini, le cui condizioni di denutrizione, depressione e mancanza di sonno sono state denunciate da medici e difensori dei diritti umani. Per l’Onu sono “disumane” le condizioni di vita dei rifugiati nei campi allestiti dal 2013 in remote isole, in un tentativo delle autorità australiane di dissuadere potenziali migranti dal raggiungere l’Australia.

LEGGI ANCHE: IL PRIMO RAPPORTO OMS SULLA SALUTE DI MIGRANTI E RIFUGIATI, CHE NON PORTANO MALATTIE

 

Articoli correlati
Se i disabili si ammalano soffrono due volte. Ecco come adeguare ambulatori e ospedali alle loro necessità
Ghelma (Asmed): «Formare medici e operatori sanitari al trattamento di pazienti con disabilità»
di Isabella Faggiano
Il Sudafrica blocca AstraZeneca, ma l’Australia sceglie di proseguire. Perché?
Dopo il piccolo studio che ha mostrato un'efficacia del 10% del vaccino AstraZeneca contro le forme moderate di variante sudafricana, in Sudafrica le somministrazioni sono state bloccate. L'Australia però dipende dal siero inglese e non si fa convincere da un'indagine non pubblicata
Migranti e salute, presentata l’edizione 2020 del Corriere della Salute di Sanità di Frontiera
Siamo davvero invasi dai migranti? Chi viene nel nostro Paese ci ruba il lavoro? Sono dei privilegiati e hanno accesso a servizi preclusi, invece, agli italiani? Sono queste alcune delle domande a cui l’edizione 2020 de “Il Corriere della Salute di tutti”, la rivista di Sanità di Frontiera, intende dare una risposta
Covid-19, stretta sulla movida: discoteche chiuse e mascherine obbligatorie anche all’aperto
In Italia aumentano i contagi e scende l'età media dei contagiati, con forme anche severe. Le disposizioni per contenere la diffusione del virus
Migranti, interrogazione di Regimenti (Lega) a Commissione Ue: «Salute pubblica a rischio, valuti blocco navale per gestire flussi»
In una interrogazione alla Commissione Regimenti chiede anche di «affrontare la questione degli sbarchi nei Paesi del Mediterraneo in coordinazione col Consiglio, con riferimento al pericolo costituito dai migranti contagiosi», risultati positivi al Covid-19
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco