Sanità internazionale 19 Febbraio 2019

Australia, il parlamento vota a favore dell’assistenza sanitaria ai migranti. Governo sconfitto

Il Parlamento australiano ha approvato una legge che facilita l’assistenza sanitaria ai migranti dei centri di Nauru e Manus, in Papua Nuova Guinea, in barba a un emendamento del governo di parere opposto. Il voto della Camera bassa è stato accolto come storico: è la prima volta da 80 anni che l’esecutivo viene sconfitto su […]

Il Parlamento australiano ha approvato una legge che facilita l’assistenza sanitaria ai migranti dei centri di Nauru e Manus, in Papua Nuova Guinea, in barba a un emendamento del governo di parere opposto. Il voto della Camera bassa è stato accolto come storico: è la prima volta da 80 anni che l’esecutivo viene sconfitto su una legge proposta da lui stesso. Per i media locali, il consenso dato al testo legislativo – con un solo voto a favore in più rispetto a quelli contrari – rappresenta uno “schiaffo” alla componente minoritaria del governo del premier Scott Morrison, che porta avanti una politica migratoria molto restrittiva. Inoltre, la votazione giunge in un contesto di grande instabilità politica e di incertezza sulla permanenza al potere di Morrison, quinto premier negli ultimi sei anni.

La legge in questione consente ai medici di sollecitare il trasferimento in Australia di rifugiati le cui condizioni di salute necessitano cure che non possono ricevere nei centri di Nauru e Manus. Tuttavia il ministro dell’Immigrazione avrà la possibilità di chiedere un esame medico ad un comitato indipendente per verificare le effettive condizioni di salute dei rifugiati da trasferire. In passato diversi medici hanno deplorato che le loro richieste siano state ignorate dalle autorità. In almeno 44 casi i rifugiati hanno ottenuto il trasferimento per motivi sanitari dopo una lunga battaglia legale. I rifugiati più vulnerabili fisicamente e psicologicamente sono soprattutto i bambini, le cui condizioni di denutrizione, depressione e mancanza di sonno sono state denunciate da medici e difensori dei diritti umani. Per l’Onu sono “disumane” le condizioni di vita dei rifugiati nei campi allestiti dal 2013 in remote isole, in un tentativo delle autorità australiane di dissuadere potenziali migranti dal raggiungere l’Australia.

LEGGI ANCHE: IL PRIMO RAPPORTO OMS SULLA SALUTE DI MIGRANTI E RIFUGIATI, CHE NON PORTANO MALATTIE

 

Articoli correlati
Covid-19, stretta sulla movida: discoteche chiuse e mascherine obbligatorie anche all’aperto
In Italia aumentano i contagi e scende l'età media dei contagiati, con forme anche severe. Le disposizioni per contenere la diffusione del virus
Migranti, interrogazione di Regimenti (Lega) a Commissione Ue: «Salute pubblica a rischio, valuti blocco navale per gestire flussi»
In una interrogazione alla Commissione Regimenti chiede anche di «affrontare la questione degli sbarchi nei Paesi del Mediterraneo in coordinazione col Consiglio, con riferimento al pericolo costituito dai migranti contagiosi», risultati positivi al Covid-19
Migranti, il Viminale requisisce navi e strutture per isolare i positivi al Covid
Arrivano proteste da Sicilia e Calabria per gli arrivi di migranti positivi al coronavirus. Lamorgese procederà a requisire navi e caserme per l'isolamento
Coronavirus, Emergency al lavoro nel Sud Italia: presidi aperti e un video per i migranti
«La mediazione culturale è fondamentale per assicurare il rispetto delle misure di contenimento» spiega Sergio Serraino, responsabile dell’ambulatorio di Castel Volturno per il Progetto Italia di Emergency: «Noi siamo il medico di base per chi non ha il medico di base. E con un tutorial in Pidgin English abbiamo informato chi non parla italiano»
di Tommaso Caldarelli
Assistenza ai migranti e formazione del personale sanitario: la Clinica Dermatologica della Federico II in prima linea
L’incontro intitolato “La pelle non ha colori” rivolto ai responsabili dei centri accoglienza in Campania per instaurare una collaborazione efficace
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...