Salute 21 Ottobre 2019

“Forti come noi”, Valentina Vignali si racconta: «Così sono riuscita a superare il tumore»

La celebre cestista ed influencer presenta il suo primo libro autobiografico e parla della sua esperienza con il cancro: «Non è stato facile né per me né per la mia famiglia, ma alla fine ho vinto io»

Cestista, modella, influencer. Valentina Vignali è un volto noto della televisione (ha partecipato all’ultima edizione del Grande Fratello), dei social (la sua pagina Facebook supera i 600mila fan, il profilo Instagram i 2 milioni) e del mondo dello sport. Una vita da star, insomma, in cui però i momenti difficili non sono mancati. Li racconta nel suo primo libro, intitolato “Forti come noi”. Il titolo fa riferimento a ciò che ha dovuto affrontare a causa del tumore alla tiroide che l’ha colpita quando era ancora molto giovane: «Avevo 21 anni – spiega ai nostri microfoni –. L’iter di una malattia come il cancro è pesante. Ricordo che avevo molta forza e tranquillità ma non valeva lo stesso per le persone che mi stavano vicino. Ho scritto questo libro per condividere la mia storia e cercare di aiutare chi magari ci sta passando adesso».
Ma lei come ha affrontato la malattia? «Ho deciso di non smettere mai di fare cose. Mi dicevo ‘domani faccio qualcosa in più’. Era uno stimolo. Il mio consiglio alle persone che stanno vivendo una situazione del genere è questo: se avete un problema anche grosso di salute cercate di sconvolgere il meno possibile la vostra vita. Se mi fossi abbandonata nel letto di casa o in quello dell’ospedale sarei implosa. Ho cercato di rendere la mia vita il più possibile simile a quella che era prima della malattia».
Articoli correlati
Settimana della tiroide, Toscano (AME): «È legata allo stress e condiziona la fertilità»
Si celebra, quest’anno, dal 25 al 31 maggio. Vincenzo Toscano (Past President dell'Associazione Medici Endocrinologi) «La gestione dello stress è importante per la salute della tiroide. Dobbiamo tornare a sensibilizzare le persone sulle patologie tiroidee»
Gli oncologi: «Fondamentali potenziamento cure territoriali, assistenza domiciliare, telemedicina e reti oncologiche»
Non è necessario ribadire quanto l’emergenza Covid-19 abbia pesato sui malati oncologici, sono i dati a parlare. Diagnosi e biopsie dimezzate, 64% di interventi chirurgici con ritardi e il 57% di visite in meno dei pazienti. Intervenire è urgente e per questo noi di Favo, Aiom, Airo, Sico, Sipo e Fnopi, abbiamo stilato un documento […]
di i presidenti di Favo, Aiom, Airo, Sico, Sipo e Fnopi
Cancro e Covid-19, il presidente Aiom: «Deve riprendere lo screening o rischiamo di trovare malattie difficilmente curabili»
Giordano Beretta fa il punto sulla fase 2: ripresa delle attività chirurgiche, reti oncologiche in collaborazione con il territorio e una forte ripresa del sistema diagnostico, per imparare dall'emergenza
di Gloria Frezza
Screening oncologici rimandati per Covid-19, studio Nomisma: «Recuperare 4 milioni di test»
Per le ricercatrici non si tornerà alla normalità prima di settembre e allora, per rimettersi in pari con gli anni passati, andranno fatti 1,2 milioni di test mammografici, 1,1 milioni di test cervicali e 1,6 milioni di colorettali
Covid-19, le preoccupazioni dei malati oncologici. Iannelli (FAVO): «Ora percorsi protetti per limitare rischio contagio»
Molti pazienti invitati a rimanere a casa per evitare il contagio, ma la sospensione delle terapie non è sostenibile a lungo. Elisabetta Iannelli, Segretario generale della Federazione Italiana delle Associazioni di volontariato in Oncologia: «Spesso i malati si sono sentiti abbandonati a se stessi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 29 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco