Salute 1 Luglio 2022 12:52

Usa, FDA raccomanda nuovi vaccini contro Omicron, si faranno a ottobre

Il Comitato consultivo sui vaccini e sui prodotti biologici correlati (VRBPAC), un gruppo di consulenti indipendenti della FDA, ha approvato i piani per il lancio di vaccini di nuova formulazione per questo autunno

Usa, FDA raccomanda nuovi vaccini contro Omicron, si faranno a ottobre

A ottobre gli americani potrebbero sottoporsi a un nuovo vaccino sviluppato specificatamente contro la variante Omicron del virus Sars-CoV-2. O almeno questo è quanto ha raccomandato un gruppo di consulenti indipendenti, il principale comitato consultivo sui vaccini della FDA, l’ente governativo statunitense Food and Drug Administration. Con un voto di 19-2, il Comitato consultivo sui vaccini e sui prodotti biologici correlati (VRBPAC) ha approvato i piani per il lancio di vaccini di nuova formulazione questo autunno.

Negli Usa si aprono le porte alla quarta dose o quinta per gli immunicompromessi

Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research, il principale ente di regolamentazione per i vaccini della Food and Drug Administration (FDA), ha dichiarato martedì mattina che spera di rendere disponibili i nuovi vaccini già a ottobre. La mossa apre le porte alla quarta dose per la popolazione americana in generale e al quinto vaccino per gli immunocompromessi e per le persone con più di 50 anni d’età. Tutte le versioni attualmente disponibili dei vaccini anti-Covid sono formulate per il ceppo Wuhan originale emerso due anni fa.

Pfizer e Moderna pronti con i vaccini «aggiornati» su Omicron

Sebbene siano ancora efficaci nel prevenire infezioni gravi o morte nella maggior parte dei casi, la variante Omicron è mutata in modo da evitare la protezione del front-end dalle infezioni. Questa modifica consente sia a Pfizer-BioNTech che a Moderna di iniziare la distribuzione di iniezioni di nuova formulazione che dovrebbero essere in grado di prevenire l’infezione dalla variante Omicron, insieme alle versioni precedenti del virus. Pfizer ha svelato i dati che mostrano l’efficacia del suo vaccino aggiornato contro il ceppo altamente infettivo del virus. I dati includevano oltre 1.200 persone che hanno già ricevuto sia la serie originale di vaccini a due dosi che un’iniezione di richiamo. Lo studio ha riscontrato un aumento significativo degli anticorpi efficaci per Omicron nei partecipanti. Moderna, il più grande concorrente di Pfizer, ha rivelato dati simili anche per la sua nuova formulazione specifica contro Omicron all’inizio di questo mese.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: 3 o più dosi di vaccino in gravidanza aumentano la protezione dei neonati
Le donne in gravidanza che ricevono tre o più dosi di vaccino anti-Covid durante la gestazione presentano un livello di anticorpi specifici contro l’infezione nel cordone ombelicale di circa dieci volte più alto rispetto a quanto riscontrato nelle madri che hanno effettuato meno richiami. E questo offre una maggiore protezione ai nascituri. A dimostrarlo è uno studio condotto dagli scienziati dell’Università di Washington a Seattle
Covid: spray nasale con anticorpi protegge da infezione. Gli scienziati: “Approccio utile contro nuove varianti e in futuro anche contro altri virus”
I ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, hanno dimostrato che lo spray nasale anti-Covid sviluppato, a base di anticorpi IgA, può offrire protezione dall'infezione. O almeno così è stato nei topi su cui è stato testato, come riportato da uno studio pubblicato su PNAS. I risultati aprono la strada a una nuova strategia per proteggere le persone ad alto rischio a causa delle diverse varianti del virus Sars-CoV-2 e possibilmente anche da altre infezioni
Morbillo: mappato il percorso del virus nel cervello
Per la prima volta è stata realizzata una sorta di mappa della diffusione del virus del morbillo nel cervello sulla base dei dati di un paziente colpito da una rara e letale malattia cerebrale, chiaara panencefalite sclerosante subacuta (SSPE). A realizzare l'impresa sono stati i ricercatori della Mayo Clinic in uno studio pubblicato su PLOS Pathogens
Herpes zoster: l’efficacia del vaccino diminuisce nel tempo
Uno studio pubblicato sul British Medical Journal ha valutato l'efficacia del vaccino vivo contro l'herpes zoster, che è risultata massima per i primi 12 mesi dalla vaccinazione ed è diminuita in modo sostanziale nel tempo
Covid: efficacia del vaccino sottovalutata, studio rivela «falla» in trial clinici
L'efficacia del vaccino anti-Covid potrebbe esser stata sottovalutata. A fare luce su una nuova «falla» è stato uno studio condotto da un team di scienziati del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e dell’Università di Salerno
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...