Salute 21 marzo 2018

Tecnologia in medicina: all’Umberto I è arrivato Heart Navigator per ‘esplorare’ il cuore senza aprire il torace

Uno strumento all’avanguardia per l’impianto percutaneo di valvole cardiache donato dalla Fondazione Roma al Policlinico universitario. «Un grande contributo che permetterà all’ospedale di migliorare la qualità degli interventi e della formazione dei giovani medici» spiega Eugenio Gaudio, Rettore dell’Università Sapienza

Immagine articolo

«Navigare nel cuore per esplorarne tutte le parti nel modo meno invasivo possibile». Così il Professore Luciano Agati, cardiologo e Direttore U.O. “Diagnostica e Terapia Cardiovascolare” del Policlinico Umberto I, descrive il funzionamento dello Heart Navigator, uno strumento all’avanguardia per l’impianto percutaneo di valvole cardiache introdotto da pochi mesi presso il Policlinico Umberto I. «Questa – prosegue il Professore – è la prima apparecchiatura in Italia che consente l’imaging fatto con gli ultrasuoni insieme a quello angiografico. Si tratta del futuro della cardiologia. Speriamo così di riuscire a curare i nostri pazienti senza aprire il torace per inserire le valvole in modo semi-invasivo».

Heart Navigator è stato donato al Policlinico dalla Fondazione Roma, una realtà che sostiene, in Italia ed in Europa, iniziative di solidarietà e di utilità sociale nei settori della sanità. «Siamo lieti di avere sostenuto questa importante iniziativa» interviene Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Roma. «Questo passo in avanti ci pone come numero uno nella risposta ad una patologia diffusa come quella delle malattie coronarie. Grazie alla collaborazione tra Policlinico e Sapienza siamo riusciti a realizzare pienamente, in tempi brevi, quello che io ritengo sia un dovere previsto dalla Costituzione (nell’art. 118): se lo Stato non è in grado di dare un’efficace risposta ai bisogni, il privato sociale senza fine di lucro può farlo. Ecco questo è un esempio virtuoso di quella che è la solidarietà orizzontale che permette veramente di dare risposte ai bisogni della collettività».

«Un grande contributo che permetterà all’ospedale di migliorare la qualità degli interventi» spiega Eugenio Gaudio, Rettore dell’Università Sapienza di Roma. «Altro valore aggiunto la possibilità di fare un addestramento più all’avanguardia ai nostri specializzandi che con questo nuovo strumento potranno avvicinarsi meglio e più approfonditamente alle nuove tecnologie; questa è la priorità per un Policlinico universitario il cui fine è formare i medici del terzo millennio che devono essere in grado di affrontare appieno le sfide del futuro».

Articoli correlati
Sapienza, la formazione universitaria cambia passo ed entra nel futuro. Rettore Gaudio: «Cambiamento epocale per i nostri medici»
Tre laboratori ad alta tecnologia per simulare pratiche mediche in situazioni di crisi o emergenza e la Biblioteca automatizzata di Architettura. Questi gli interventi di potenziamento della didattica realizzati alla Sapienza grazie al sostegno della Fondazione Roma
Vaccini, otto raccomandati agli operatori sanitari. La Torre (infettivologo): «L’obbligo non serve, è una questione di buona prassi»
«Si vaccinano contro l’influenza stagionale circa un quarto dei medici e un sesto degli altri professionisti sanitari, infermieri compresi.  Germania e Spagna tra i paesi più virtuosi d’Europa». L’intervista a Giuseppe La Torre, professore associato del dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie infettive dell’università la Sapienza di Roma
di Isabella Faggiano
Policlinico Umberto I, riprendono trapianti cornea con nuovo assetto oculistica
Al Policlinico Umberto I è partita da poco più di un mese, sotto la direzione del professor Leopoldo Spadei, la nuova organizzazione dell’Unità Operativa di Oculistica che in breve tempo, tra aprile e maggio, ha registrato un incremento del numero di interventi del 30 per cento. Alla riorganizzazione degli spazi assistenziali ed alla creazione ‘ex […]
“Heart Navigator”, il 19 marzo all’Umberto I l’inaugurazione della nuova macchina di emodinamica
È una macchina innovativa, la seconda in Italia con queste caratteristiche, un ibrido di emodinamica ed ecocardiografia. Sarà inaugurata lunedì 19 marzo nel Padiglione 8 del Dipartimento di Scienze cardiovascolari del Policlinico Umberto I di Roma “Heart Navigator”.  Alla cerimonia saranno presenti il presidente della Fondazione Roma, Emmanuele Francesco Maria Emanuele; il rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio; […]
“Facciamo il punto sull’epilessia” al Policlinico Umberto I di Roma
Lunedì 12 febbraio –  ore 10:00-12:00 – nell’Aula Biblioteca in Viale del Policlinico 155 a Roma, verrà presentata la nuova Guida alle Epilessie per aiutare i pazienti che ne soffrono a scuola, al lavoro, in gravidanza. L’incontro organizzato dalla Lega Italiana contro l’epilessia (LICE) in collaborazione con la Regione Lazio e il Policlinico Umberto I, nasce in […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...