Salute 18 Maggio 2020 10:33

Test sierologici privati in Lombardia, migliaia di prenotazioni e prime positività

Multimedica, rete di strutture che ha messo a disposizione i test, informa: 18% ha IgG e 5,5% IgM. Poliambulanza Brescia: su 688 test, 50 con IgG

È corsa al test sierologico in Lombardia e, con le prime centinaia di test eseguiti, arrivano le prime positività agli anticorpi per Sars-CoV-2. Dopo il via libera della Regione alla possibilità di eseguirli in laboratori privati, le prenotazioni sono arrivate a migliaia e alcuni centri sono stati costretti a bloccare le agende.

Il Gruppo MultiMedica è stato il primo a rendere disponibili i test in quattro presidi lombardi: l’ospedale San Giuseppe a Milano, l’Irccs MultiMedica a Sesto San Giovanni, l’ospedale MultiMedica a Castellanza (Varese) e il MultiMedica di Limbiate (Monza Brianza). Dallo scorso mercoledì sono stati testati 1.367 cittadini, per la maggior parte tra Milano e Sesto. Tra i primi avventori, raccontano dopo aver rilevato i primi dati, persone di ogni età, genere e sesso molto ben informate sui test.

LEGGI ANCHE: AUDIZIONI IN PARLAMENTO, GLI ESPERTI FANNO IL PUNTO SULL’EVOLUZIONE DELL’EPIDEMIA, LA SIEROPREVALENZA, LA TERAPIA AL PLASMA E I VACCINI 

Nei sierologici si va a indagare la presenza di anticorpi IgG, che arrivano nel sangue dopo alcune settimane dalla malattia e tracciano un contatto precedente con il virus, e di anticorpi IgM, immunoglobuline di prima risposta al virus che compaiono quando l’infezione è recente o ancora in atto. Nei primi tre giorni di test, MultiMedica ha rilevato positività alle IgG per il 18% dei casi, mentre per le IgM del 5,5% su soggetti per la maggior parte totalmente asintomatici.

Venerdì 15 maggio è stato il primo giorno di testing anche per il Centro medico Santagostino, che aveva già ricevuto oltre 4 mila prenotazioni. «Dopodiché sono state bloccate, perché – spiegano dal centro – i test vengono erogati anche sulla base del 10% di tamponi che devono essere messi a disposizione. Si aspetterà dunque fino a martedì-mercoledì prossimo per capire la situazione del laboratorio e degli approvvigionamenti».

LEGGI ANCHE: FASE 2, ZAMPA (SOTTOSEGRETARIO SALUTE): «SERVE RISPOSTA IMMEDIATA DELLA MEDICINA DEL TERRITORIO. TEST SIEROLOGICI SERVONO A POCO»

Anche la Fondazione Poliambulanza di Brescia, ospedale multispecialistico privato no profit, convenzionato con il Sistema sanitario nazionale, ha raccolto le prime positività agli anticorpi. Le percentuali in questo caso sono inferiori a quelle di Milano, nonostante la zona bresciana sia tra le più colpite. Sono arrivate fino a 5 mila prenotazioni e sui primi 688 test sono 50 quelli con IgG positive.

Sulle prime positività la Fondazione Poliambulanza ha già eseguito 30 tamponi nello stand drive-through appositamente allestito all’esterno della struttura. I rimanenti sono previsti oggi. Oltre 2 mila quelli prenotati in contesto aziendale. «Per l’esecuzione dei test sierologici – spiega Alessandro Triboldi, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza – offriamo il sistema Abbott, selezionato dal Ministero della Salute, che garantisce un’affidabilità del 96%. Abbiamo privilegiato il servizio nei contesti aziendali, da tempo infatti aziende e relativi medici di medicina del lavoro ci avevano contattato per poter avviare percorsi di screening per meglio organizzare la ripresa delle attività».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Langya: il nuovo virus che viene dalla Cina
Identificati 35 casi, nessuno letale, in 4 anni. Gli studiosi dell’University of Hawaii di Honolulu avvertono: «I cambiamenti climatici aggraveranno del 58% l’impatto delle malattie infettive già note sugli esseri umani». Avanzano anche un’ipotesi estrema, ma non impossibile: lo scongelamento del permafrost potrebbe rimettere in circolazione agenti patogeni del tutto sconosciuti al sistema immunitario umano
Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi
I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere
Medicina senza sangue: perché oggi molti la scelgono
Negli anni ’80 era la tecnica utilizzata per curare i Testimoni di Geova, oggi è in aumento in diverse parti del mondo perché costa meno e comporta meno rischi di infezione
Trauma cranico, test sul sangue per diagnosi veloci e precise
Le situazioni in cui si può verificare un trauma cranico sono molteplici. Ma la priorità è sempre la stessa: riconoscerlo tempestivamente, prima che possa creare danni irreversibili
di Valentina Arcovio
«Donate il plasma prima di partire in vacanza», l’appello di Fidas
Fida lancia un appello per aumentare le donazioni di plasma prima delle vacanze. A causa di un calo nella raccolta, i malati rischiano di rimanere senza farmaci plasmaderivati che sono salvavita
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale