Salute 18 Maggio 2020 10:33

Test sierologici privati in Lombardia, migliaia di prenotazioni e prime positività

Multimedica, rete di strutture che ha messo a disposizione i test, informa: 18% ha IgG e 5,5% IgM. Poliambulanza Brescia: su 688 test, 50 con IgG

È corsa al test sierologico in Lombardia e, con le prime centinaia di test eseguiti, arrivano le prime positività agli anticorpi per Sars-CoV-2. Dopo il via libera della Regione alla possibilità di eseguirli in laboratori privati, le prenotazioni sono arrivate a migliaia e alcuni centri sono stati costretti a bloccare le agende.

Il Gruppo MultiMedica è stato il primo a rendere disponibili i test in quattro presidi lombardi: l’ospedale San Giuseppe a Milano, l’Irccs MultiMedica a Sesto San Giovanni, l’ospedale MultiMedica a Castellanza (Varese) e il MultiMedica di Limbiate (Monza Brianza). Dallo scorso mercoledì sono stati testati 1.367 cittadini, per la maggior parte tra Milano e Sesto. Tra i primi avventori, raccontano dopo aver rilevato i primi dati, persone di ogni età, genere e sesso molto ben informate sui test.

LEGGI ANCHE: AUDIZIONI IN PARLAMENTO, GLI ESPERTI FANNO IL PUNTO SULL’EVOLUZIONE DELL’EPIDEMIA, LA SIEROPREVALENZA, LA TERAPIA AL PLASMA E I VACCINI 

Nei sierologici si va a indagare la presenza di anticorpi IgG, che arrivano nel sangue dopo alcune settimane dalla malattia e tracciano un contatto precedente con il virus, e di anticorpi IgM, immunoglobuline di prima risposta al virus che compaiono quando l’infezione è recente o ancora in atto. Nei primi tre giorni di test, MultiMedica ha rilevato positività alle IgG per il 18% dei casi, mentre per le IgM del 5,5% su soggetti per la maggior parte totalmente asintomatici.

Venerdì 15 maggio è stato il primo giorno di testing anche per il Centro medico Santagostino, che aveva già ricevuto oltre 4 mila prenotazioni. «Dopodiché sono state bloccate, perché – spiegano dal centro – i test vengono erogati anche sulla base del 10% di tamponi che devono essere messi a disposizione. Si aspetterà dunque fino a martedì-mercoledì prossimo per capire la situazione del laboratorio e degli approvvigionamenti».

LEGGI ANCHE: FASE 2, ZAMPA (SOTTOSEGRETARIO SALUTE): «SERVE RISPOSTA IMMEDIATA DELLA MEDICINA DEL TERRITORIO. TEST SIEROLOGICI SERVONO A POCO»

Anche la Fondazione Poliambulanza di Brescia, ospedale multispecialistico privato no profit, convenzionato con il Sistema sanitario nazionale, ha raccolto le prime positività agli anticorpi. Le percentuali in questo caso sono inferiori a quelle di Milano, nonostante la zona bresciana sia tra le più colpite. Sono arrivate fino a 5 mila prenotazioni e sui primi 688 test sono 50 quelli con IgG positive.

Sulle prime positività la Fondazione Poliambulanza ha già eseguito 30 tamponi nello stand drive-through appositamente allestito all’esterno della struttura. I rimanenti sono previsti oggi. Oltre 2 mila quelli prenotati in contesto aziendale. «Per l’esecuzione dei test sierologici – spiega Alessandro Triboldi, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza – offriamo il sistema Abbott, selezionato dal Ministero della Salute, che garantisce un’affidabilità del 96%. Abbiamo privilegiato il servizio nei contesti aziendali, da tempo infatti aziende e relativi medici di medicina del lavoro ci avevano contattato per poter avviare percorsi di screening per meglio organizzare la ripresa delle attività».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid: 3 o più dosi di vaccino in gravidanza aumentano la protezione dei neonati
Le donne in gravidanza che ricevono tre o più dosi di vaccino anti-Covid durante la gestazione presentano un livello di anticorpi specifici contro l’infezione nel cordone ombelicale di circa dieci volte più alto rispetto a quanto riscontrato nelle madri che hanno effettuato meno richiami. E questo offre una maggiore protezione ai nascituri. A dimostrarlo è uno studio condotto dagli scienziati dell’Università di Washington a Seattle
Cani e gatti sono serbatoi di virus, da quello della rabbia al Sars-CoV-2
Gli animali da compagnia sono possibili veicoli di infezioni e malattie, ancora in gran parte sottovalutati. La dinamica dei rischi legati ai contatti tra esseri umani e animali domestici è in continua evoluzione, influenzata dai cambiamenti sociali e ambientali degli ultimi anni. A dirlo è un gruppo di ricercatori internazionale in uno studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine
«Dona vita, dona sangue», via a campagna del ministero della Salute
Un spot con l'attrice Carolina Crescentini per rilanciare «un semplice gesto straordinario» come la donazione del sangue e del plasma. E' la campagna di comunicazione «Dona vita dona sangue» presentata oggi al ministero della Salute
Covid: pericolo scampato? Non per i pazienti fragili: l’appello di AIP OdV
Le infezioni da Sars-CoV-2, così come le altre malattie virali, rimangono un elemento di allerta. In Italia, infatti, si contano ancora circa 30 morti al giorno per infezioni Sars-CoV-2, molti dei quali fanno parte dei cosiddetti «pazienti fragili» (sono 1 su 5 in Italia)
Il bisogno di sangue non va in vacanza, al Campus Bio-medico di Roma giornata dedicata a donazione
Torna l’estate e il gesto di donare il sangue diventa ancora più importante: è necessario, infatti, evitare che le riserve ematiche si riducano in questo particolare momento dell’anno in cui molti lasciano la città per i luoghi di vacanza e cambiano le abitudini quotidiane. Per promuovere e sensibilizzare alla donazione, la Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico aderisce alla campagna «Give blood, give plasma, share life, share often» promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in occasione della Giornata mondiale del donatore di sangue che si celebra il 14 giugno. Sarà possibile informarsi e donare, anche senza prenotazione, presso il Centro Trasfusionale di via Álvaro del Portillo 200
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...