Salute 23 Novembre 2021 10:43

Super Green pass, la stretta sui non vaccinati per cinema, teatri, palestre e piscine

Terza dose dopo cinque mesi, si va verso la riduzione della durata del green pass a nove mesi per i vaccinati. Le nuove restrizioni saranno decise entro giovedì, molti i nodi ancora da sciogliere

Super Green pass, la stretta sui non vaccinati per cinema, teatri, palestre e piscine

Un “super Green pass” per salvare il Natale e la stagione invernale. Un aggiornamento delle condizioni necessarie per entrare in possesso della certificazione verde che vuole premiare i cittadini vaccinati e spronare ulteriormente chi ancora resiste e va avanti a suon di tamponi.

La richiesta avanzata dalle Regioni al Governo è quella di stringere le maglie del pass, diminuendo ancora di più i margini d’azione dei no vax. Si va dunque verso un sostanziale lockdown per i non vaccinati, in quanto non potranno andare al ristorante né vedere un film al cinema, non uno spettacolo teatrale ma nemmeno concerti, per non parlare dell’attività fisica, con palestre e piscine al chiuso che diventeranno off limits. Il tampone non basterà più, dunque, per condurre una vita “normale” per almeno 48 ore. Servirà solo per andare al lavoro.

Le richieste delle Regioni

La linea portata avanti dalle Regioni nel corso del vertice con il Governo, al quale hanno partecipato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, il Ministro della Salute Roberto Speranza e la Ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, è quella di usare il pugno duro e farlo il prima possibile, visto che i contagi sono aumentati vistosamente negli ultimi tempi, la situazione nel resto d’Europa è addirittura peggiore e il rischio concreto nel nostro Paese è quello di vedere ricolorarsi a breve le Regioni di giallo, arancione e rosso.

Obiettivo: scongiurare lockdown per tutti come quelli che un anno fa hanno condizionato negativamente sia le festività natalizie che la stagione turistica invernale. Unica “spaccatura” nella linea comune è quella tra Regioni che vogliono applicare le misure più stringenti solo alle zone gialla, arancione e rossa e quelle che vorrebbero invece valessero anche per la bianca. Chiesto anche il ritorno dell’obbligo di mascherina all’aperto, ma la decisione non è ancora stata presa.

Green pass e tamponi

Fonti di discussione anche l’obbligo vaccinale per alcune categorie e la durata della validità dei tamponi. Diversi governatori chiedono che la durata del green pass sia ridotta dai 12 ai 9 mesi, o addirittura a 6. Si dibatte anche sull’attendibilità dei test rapidi e sulla loro durata, che potrebbe scendere da 72 a 48 ore per i molecolari e da 48 a 24 per gli antigenici.

Terza dose a cinque mesi dalla vaccinazione 

Dopo il parere positivo del Cts di Aifa e con la ripresa della curva epidemica l’intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose “booster” è aggiornato a cinque mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato. La dose di richiamo prevede un vaccino a m-RNA per le categorie alle quali è già raccomandata (anche i vaccinati con una unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati per la stessa (30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty di Pfizer/BioNTech; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax di Moderna). È possibile ricevere, nella stessa seduta vaccinale, un vaccino anti-Covid sia primario che di richiamo e un vaccino antinfluenzale, nel rispetto delle norme di buona pratica vaccinale.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Non solo Covid. Guido Rasi invita a recuperare le vaccinazioni “in sospeso”
Nel nuovo ebook del direttore Consulcesi, non solo un dettagliato elenco delle vaccinazioni oggi disponibili, ma anche consigli utili agli operatori sanitari per convincere quel 15% della popolazione italiana “esitante”
Covid, si inverte la curva dei contagi: +11,3% di casi negli ultimi 7 giorni
Continua la discesa di ricoveri e decessi. Il nuovo monitoraggio GIMBE relativo alla settimana 14-20 settembre
Il Calendario dei vaccini per la vita, a Firenze l’evento Simedet: «Sviluppare programmi di formazione ed informazione»
L'evento il 27 settembre a Firenze, a cura dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi e della Simedet, Società italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica
Via alle prenotazioni per i vaccini aggiornati, ora cosa bisogna fare?
I nuovi vaccini si possono prenotare sui siti regionali già utilizzati per le dosi precedenti. Priorità alle persone over 60, fragili e operatori sanitari
In Italia via libera ai vaccini «aggiornati», che fine faranno i «vecchi»?
L'Aifa ha approvato i due vaccini aggiornati sulla variante Omicron 1. Ma l'Italia ha ancora oltre 2 milioni di dosi di vaccini «vecchi» da utilizzare
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 ottobre 2022, sono 619.806.972 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.552.302 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino di oggi (6 ottobre 20...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi in caso di reinfezioni?

I sintomi delle reinfezioni tendono a essere più lievi, anche se non si possono escludere forme gravi della malattia. I più comuni sono: affaticamento, febbre, tosse e mal di gola