Salute 11 Gennaio 2019 18:10

SIMPE inserita nell’Elenco Ministeriale delle Società Scientifiche accreditate a proporre le linee guida

Il presidente dei pediatri Mele: «Offriremo a tutti i nuovi iscritti la dotazione del Pediatotem, strumento utile sia per la ricerca che come gestionale negli studi pediatrici»

La SIMPE, Società italiana medici pediatri, è stata inserita nell’Elenco Ministeriale delle Società Scientifiche accreditate a proporre le linee guida. 

«Tale nuovo riconoscimento – è il commento del presidente Giuseppe Mele – è il punto di arrivo di importanti processi organizzativi e strutturali che la SIMPE ha avviato nel corso degli anni e che sono stati espressi attraverso la piattaforma SIMPEServizi ed il Pediatotem, strumenti ideati e in esclusiva gestione della nostra società scientifica».

«Attraverso la piattaforma SIMPEServizi – spiega Mele – ci siamo proposti di dare il miglior servizio ai nostri associati e abbiamo snellito le numerose attività amministrative per la banca dati dei nostri iscritti, anche in ordine al rispetto della normativa sulla privacy e della tenuta dei dati sensibili. Un requisito di affidabilità e certezza del dato riconosciuto nelle fasi di accreditamento ministeriale».

«Il Pediatotem – prosegue – rappresenta il reale valore aggiunto della nostra Società ed ha assunto nel corso degli anni un posizionamento sia come strumento per la ricerca che come gestionale negli studi pediatrici. Le numerose ricerche che la SIMPE ha promosso in questi anni hanno consentito la soddisfazione dei pediatri R.E.Pe.R. coinvolti nella ideazione dei progetti e nella loro realizzazione. Per tale ragione la SIMPE offrirà gratuitamente a tutti i nuovi iscritti la dotazione del Pediatotem per il primo anno di attività».

«L’inserimento di SIMPE nell’Elenco Ministeriale – continua Mele – riapre nuove sfide per il futuro e offre la possibilità di ampliare la platea delle società scientifiche in Pediatria delle Cure Primarie e di far ricorso alla nostra Società per la stesura delle Linee Guida, superando di fatto ogni idea di riferimenti obbligati. In tal senso studieremo con la massima attenzione le modalità e la strutturazione del gruppo di lavoro che si occuperà di questo importante settore di attività e potenzieremo la rete di colleghi da coinvolgere al fine di garantire la massima serietà e rispondenza scientifica dei nostri lavori», conclude il Presidente.

LEGGI ANCHE: PEDIATRIA, MELE (SIMPE): «IL PEDIATRA È UN’ANTENNA SOCIALE, SEGUA IL PAZIENTE DA 0 A 18 ANNI»

 

Articoli correlati
Adolescenti Lgbt+, l’importanza del “Sex Orienteering” in pediatria
Gli esperti di Amigay aps: «Il pediatra non può dare per scontato l’identità e l’orientamento sessuale del paziente, potrebbe farlo sentire escluso, ignorato e abbandonato. Con il “Sex Orienteering” è possibile analizzare 4 parametri utili ad inquadrare la sessualità: corpo, mente, comportamento e affettività»
di Isabella Faggiano
«La SIP diventi la casa madre della pediatria». Intervista alla neo-presidente Annamaria Staiano
«Vaccinare contro il Covid-19 i ragazzi di 12-15 anni per raggiungere prima l'immunità di gregge. Pediatra di libera scelta garantisce ambiente familiare e maggiori rassicurazioni»
di Federica Bosco
Cure palliative pediatriche, in Italia trattato solo il 5% dei bambini con malattie incurabili
Elena Castelli (Fondazione Maruzza): «Se non possiamo guarire un bimbo dalla sua malattia, allora abbiamo il dovere di “curare” i sintomi che gli impediscono di vivere serenamente i suoi giorni»
di Isabella Faggiano
Al via il congresso italiano di pediatria con il monito del presidente SIP: «Investire nel bambino per rendere sostenibile il Ssn di domani»
Alberto Villani ha aperto la quattro giorni puntando sul ruolo dell’epigenetica: «Investire nei primi mille giorni di vita di un bambino per evitare gran parte delle malattie non trasmissibili dell’età adulta avanzata e salvaguardare le generazioni future»
di Federica Bosco
Long Covid pediatrico: 2 adolescenti su 10 soffrono di disturbi psico-somatici, ansia e depressione
Midulla (pneumologo): «Tra i piccoli pazienti, almeno finora, non sono stati rilevati effetti a lungo termine sulla salute polmonare, cardiaca e neurologica. Follow-up attivo in 30 centri italiani»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 luglio, sono 196.654.595 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.199.164 i decessi. Ad oggi, oltre 4 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva