Salute 14 novembre 2018

Sicurezza alimentare, Sorice (SIMeVeP): «Etichettatura e tracciabilità fondamentali. Spreco si risolva in donazioni»

Una passeggiata nella filiera alimentare passando dalla tracciabilità alla commercializzazione, fino a giungere al consumo e allo spreco che in alcuni casi – quelli più felici – può risolversi in donazione. Antonio Sorice: «Educare consumatore»

di Arnaldo Iodice e Serena Santi

Etichettatura, trasparenza e controllo della filiera. Sono queste le regole fondamentali per garantire al consumatore la sicurezza della qualità del cibo che si mette in tavola. «Una categoria che vigila costantemente sulla qualità degli alimenti è quella dei veterinari pubblici», a spiegarlo è Antonio Sorice, Presidente SIMeVeP (Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva) intervistato da Sanità Informazione in occasione del 50° Congresso Nazionale Sivemp (Sindacato Italiano Veterinari Medicina Pubblica).

«È importante che il consumatore abbia notizie certe dei prodotti, soprattutto di origine animale. Il primo punto su cui soffermarsi è l’etichettatura: già dire che c’è differenza tra data di scadenza e termine minimo di conservazione è un elemento importante. La data di scadenza non è procrastinabile mentre il termine minimo di conservazione è suggerito ma non vincolante».

Un tema strettamente connesso alla scadenza dei cibi è «la conservazione nelle case e conseguentemente lo spreco: due temi portanti per il sistema della filiera alimentare» prosegue Sorice. «In tutto il mondo si spreca un terzo del cibo prodotto. Per produrre quel cibo si consumano acqua, risorse del territorio e lavoro; parte di questo spreco è provocata dal consumatore stesso che magari non ha troppa accuratezza nel fare la spesa e quindi poi produce rifiuti. Un aspetto altrettanto fondamentale è la corretta gestione del frigorifero di casa: si deve tenere in considerazione la scadenza, consumare quello che è prossimo, riporre negli scomparti più nascosti gli alimenti che scadono più in là con il tempo. Queste sono già delle minime accortezze che il consumatore può mettere in atto».

Proprio perché lo spreco alimentare rappresenta una piaga per la filiera, per l’ambiente e per l’intera società, il riuso e la donazione assumono un ruolo importantissimo: «Per questo nel 2016 è entrata in vigore la legge 166, nota anche come “Legge Gadda”, che allarga il paniere di prodotti che si possono donare per finalità sociali» prosegue Sorice, che sottolinea quanto questa normativa vada anche a semplificare alcune procedure estendendo le agevolazioni fiscali.

«La Legge è stata un passo importante, ma in ogni caso non basta – conclude il Presidente -. Si può fare molto di più cominciando dalla formazione di volontari perché, pur facendo un lavoro encomiabile, è bene che siano ancor più consapevoli per passare un messaggio corretto ai consumatori e aiutare coloro che hanno necessità».

Articoli correlati
Lavoro, turnover, legge di bilancio. Il punto di Grasselli (SIVeMP): «Situazione allarmante, 40% sanitari in pensione nei prossimi 5 anni»
Tutte le preoccupazioni del Sindacato Veterinari Pubblici espresse nel corso del 50° Congresso Nazionale: «È bene che il Governo ascolti e risponda ai nostri allarmi per il bene del Paese»
Il SIVeMP denuncia un’altra aggressione al personale veterinario
Ennesima aggressione ai danni di un veterinario del servizio sanitario pubblico; solo l’ultima di una lunga serie di intimidazioni nei confronti del personale sanitario. «Il SIVeMP FVM (Sindacato Italiano Veterinari Medicina Pubblica) deve nuovamente denunciare una aggressione a un collega: nella notte fra sabato e domenica è stata incendiata l’auto di un dirigente veterinario dell’Asp […]
SIVeMP: pianificare turn over del personale veterinario
Il Sindacato Italiano Veterinari Medicina Pubblica (SIVeMP) lancia l’allarme sulla mancata pianificazione del turn over del personale veterinario dirigente. Secondo un’accurata indagine, il personale veterinario con più di 60 anni supera il 40% degli organici in servizio. I dati emersi concordano con quelli del conto annuale dello Stato e offrono una visione drammatica della situazione: il 40% […]
Pasta e riso: quale origine del grano?
di Agostino Macrì, esperto di sicurezza alimentare e Professore di ispezione alimentare al Campus Biomedico
di Agostino Macrì
Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare. Presentato il “Libro Bianco”
Presentato il “Libro Bianco” sulla sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare realizzato dalla Segreteria Regionale del SIVeMP Toscana e dalla Società Italiana di Medicina Preventiva sez. Toscana. Il volume intende mettere a fuoco punti di forza e criticità del sistema agro-zootecnico-alimentare attraverso una riflessione sulle patologie animali e alimentari e sul loro costo sociale ed […]
di Simevep
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...