Salute 6 Ottobre 2020 09:00

Dalla cottura dei cibi a come affrontare i disturbi del sonno, il vademecum FIMMG per i corretti stili di vita

Marrocco (FIMMG): «I comportamenti quotidiani ‘arma’ importante per superare problematiche»

Dall’importanza della cottura dei cibi a come affrontare i disturbi del sonno. FIMMG in prima linea per i corretti stili di vita. Al 77° Congresso in corso a Villasimius (Cagliari) sono in programma due workshop nell’ambito dei Percorsi SimpeSv per un ambulatorio degli stili di vita.

NUTRIZIONE SANA: DALLA SCELTA DELLE MATERIE PRIME AI METODI DI COTTURA DEL CIBO

Quando si parla di educazione alimentare e nutrizione sana entrano in campo numerosi aspetti su cui porre attenzione. Tra questi certamente i metodi di cottura del cibo anzi, considerando che per una grande varietà di alimenti la cottura è un prerequisito fondamentale di commestibilità, questa è forse uno dei primi aspetti, insieme alla scelta delle materie prime, da curare per garantire salubrità, sicurezza e gusto.

LA PANDEMIA COVID-19 E L’ANTIMICROBICO RESISTENZA

«La nostra società si sta confrontando con una serie importante di problematiche che possono essere gestite e superate (ci auguriamo presto), solo se introduciamo un approccio complessivo del nostro modello sociale e in particolare della componente sanitaria che responsabilizzi i singoli individui nella propria vita quotidiana – spiega Walter Marrocco, responsabile scientifico della FIMMG -. Due dei principali problemi che stiamo vivendo: la diffusione della pandemia COVID-19, ma anche il tema dell’AMR (Antimicrobico resistenza) vanno gestiti in modo più olistico, dove le armi possono essere i farmaci, ma ancor prima i comportamenti. Dobbiamo cioè puntare molto sulla prevenzione, che vede proprio nella modifica dei nostri comportamenti, in primis una sana alimentazione, uno strumento già disponibile e alla portata di tutti, ma di particolare efficacia».

I DISTURBI DEL SONNO

Accanto all’alimentazione si affronterà il tema dei disturbi del sonno. Dormire, infatti, non è solo importante ma fondamentale per un sano sviluppo psico-fisico. Oggi, complici innanzitutto le condizioni di stress ma anche l’organizzazione del lavoro, si è determinato lo spostamento in avanti del tempo di riposo, riducendolo notevolmente.

L’obiettivo del workshop è fornire gli elementi conoscitivi fondamentali del sonno e della sua qualità: dall’identificazione dei disturbi agli strumenti utili al trattamento di questi disturbi nel setting della medicina generale nel contesto di una promozione di sani stili di vita. Generalmente, il primo referente con cui un paziente con problemi di sonno si confronta è proprio il medico di famiglia che quindi dovrebbe considerare tali problematiche come parte basilare della sua anamnesi.

PROMUOVERE LA SALUTE A 360°

«Durante l’esperienza Covid-19 accanto a un’efficace igiene dei comportamenti, al fine di ridurre i rischi di diffusione del contagio, abbiamo compreso l’importanza di promuovere il nostro profilo di salute in generale – prosegue Marrocco -.  La pesante esperienza del lockdown ha evidenziato le ricadute sul modello alimentare che abbiamo sperimentato e sulla qualità del sonno, come strumenti di potenziamento del nostro sistema immunitario».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato 

Articoli correlati
Le emozioni possono aiutare la scienza. La storia di Sammy, il giovane alla ricerca di una cura per l’invecchiamento precoce
“Sammy-seq”, “base-editing” e farmaci che rallentano la progressione della patologia: ecco le tre scoperte che hanno rivoluzionato il trattamento della progeria, la patologia dell’invecchiamento precoce
di Isabella Faggiano
Covid-19, il Comitato bioetica: «Sul vaccino decide adolescente, non genitore»
«La sua volontà prevale». Nel caso rifiuti l'iniezione, «va informato ma non obbligato»
Terapia del plasma, Perotti (San Matteo di Pavia): «Oggi sospesa per mancanza di pazienti, ma tesoretto di 200 sacche pronte all’uso»
Il direttore del servizio di immunoematologia dell’IRCCS pavese ricorda il collega De Donno: «Era una brava persona, molto volenterosa, di quelli che gettano il cuore oltre l’ostacolo, ma non strumentalizziamo la sua morte. Il plasma non c’entra»
di Federica Bosco
Covid-19, svelato il motivo per cui i bambini si ammalano molto meno
Una molecola “chiave” che apre le porte al virus è meno attiva. Lo hanno scoperto i ricercatori del CEINGE-Biotecnologie Avanzate di Napoli, studiando i meccanismi di attacco del virus all’interno delle prime vie respiratorie in soggetti di età inferiore o superiore ai 20 anni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva