Salute 15 Giugno 2018 10:04

Scienza e salute, Alberto Angela: «La speranza per il futuro? Vivere meglio e più a lungo»

Il celebre conduttore televisivo premiato per il successo del programma Rai ‘Meraviglie’: «L’Italia crede nella cultura, è una presa d’atto incoraggiante»

di Serena Santi e Viviana Franzellitti
Scienza e salute, Alberto Angela: «La speranza per il futuro? Vivere meglio e più a lungo»

Da piccolo seguiva il padre durante i numerosi viaggi in giro per il mondo che gli hanno permesso di coltivare una formazione cosmopolita irrobustita dalla conoscenza delle culture di molti paesi e di varie lingue europee. Sarà per questo che oggi la sua ecletticità, insieme alla passione per l’antichità e ad una grande dote comunicativa, l’hanno reso uno tra i più celebri conduttori e autori televisivi italiani. Amatissimo dal pubblico, stimato dalla comunità scientifica, Alberto Angela è degno prosecutore del percorso che circa 60 anni fa intraprese suo padre, Piero Angela, noto divulgatore scientifico e storico conduttore di programmi d’intrattenimento culturale.

LEGGI ANCHE: WEB E FAKENEWS, PIERO ANGELA: «IMPARATE A SCEGLIERE LE FONTI, SERVE RAZIONALITÀ IN UN MONDO IRRAZIONALE»

«L’Italia crede nella cultura e questa è una bella speranza per il futuro» spiega Alberto Angela ai nostri microfoni in occasione della cerimonia per la consegna del Premio Roma, un riconoscimento per la promozione delle meraviglie italiane del mondo assegnato a uomini di cultura, scienza e medicina.

Ha ricevuto un premio per il suo programma ‘Meraviglie’, un viaggio alla scoperta delle bellezze artistiche e naturali della nostra Penisola. Una grande soddisfazione a questo punto della sua carriera?

«È certamente una grande soddisfazione, una luce accesa al termine di un percorso che abbiamo intrapreso – dico ‘abbiamo’ perché dietro le cose che faccio c’è tantissima gente che lavora – e che viene accolto dal pubblico in modo favorevole. Anche se quello che facciamo entra nelle case delle persone a volte in giornate difficili, in momenti complicati, gli italiani riescono ad apprezzarne i contenuti, quindi ritengo che questo premio vada dato a tutti i nostri telespettatori che ci seguono. Sapere che in così tanti apprezzano la cultura (anche di sabato sera e alla fine di una settimana di lavoro) è una bella speranza per il futuro».

Una speranza per il futuro: il nostro Sistema Sanitario Nazionale è una ‘meraviglia’ del nostro Paese, nel suo percorso ha intenzione di occuparsi più specificatamente di scienza e medicina? C’è questo progetto in cantiere?

«Più volte i nostri programmi sono entrati nel settore della medicina, soprattutto in un’ottica passata, abbiamo fatto una puntata sui vaccini, poi una puntata sulla longevità e tutto quello che bisogna fare per vivere meglio e più a lungo, due cose sono molto importanti. Indirettamente siamo entrati nel settore che è però molto importante, delicato e strategico».

FOTO DI COPERTINA TRATTA DALLA PAGINA FAN UFFICIALE FACEBOOK DI ALBERTO ANGELA

Articoli correlati
Tre tazze di tè al giorno allungano la vita
L'elisir di lunga vita esiste e si cela dentro tre tazze di tè al giorno. A dimostrarlo è uno studio condotto dalla Sichuan University di Chengdu, in Cina, e pubblicato sulla rivista The Lancet Regional Health – Western Pacific. I ricercatori hanno esaminato i dati di quasi 14.000 volontari britannici e cinesi e hanno rilevato che tre tazze di tè al giorno potrebbero rallentare l’invecchiamento biologico, grazie all'azione di diversi potenti composti
Ogni anno di studio aumenta l’aspettativa di vita
Ogni anno trascorso a scuola o all’università migliora l’aspettativa di vita. Al contrario non frequentare ha tassi di mortalità pari al fumare o al bere molto. Almeno questo è quanto emerso dal primo studio sistematico che collega direttamente l’istruzione al guadagno in longevità, pubblicato sulla rivista The Lancet Public Health
La neuroscienziata Arianna Di Stadio: “Proteggiamo il cervello con l’alimentazione”
Il nostro cervello può essere protetto dall'invecchiamento grazie all'alimentazione. A spiegarlo è Arianna di Stadio, attualmente docente di Otorinolaringoiatria all’Università di Catania e ricercatore onorario all’UCL Queen Square Neurology di Londra, intervistata da Sanità Informazione
Olimpiadi del Ringiovanimento, l’italiano Gian Marco Belardi entra nella rosa dei candidati. “Oggi il mio corpo è 6 anni più giovane della mia età anagrafica”
Intervista al giovane imprenditore romano Gian Marco Belardi, atleta della longevità, che è entrato nella rosa dei candidati di una particolare competizione in cui vince chi invecchia più lentamente
Taurina degli “energy drink” allunga la vita? Il geriatra: «Risultati interessanti, ma necessari studi più ampi»
Si chiama taurina ed è una sostanza contenuta in moltissime bevande energetiche. A lungo osservata con sospetto, ora un gruppo di ricercatori della Columbia University di New York ha scoperto che sarebbe in grado di rallentare il processo di invecchiamento e promuovere una longevità sana. Lo studio, pubblicato su Science, è stato condotto su topi e scimmie. «Non escludo che gli stessi risultati potrebbero valere anche per gli esseri umani, ma sono necessari studi più ampi e approfonditi», commenta a Sanità Informazione Andrea Ungar, professore ordinario di Geriatria all'Università di Firenze e presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Livelli essenziali di assistenza, i risultati del Nuovo sistema di garanzia 2022

Al top Emilia-Romagna, Veneto e Toscana. Flop invece per la Valle d’Aosta, la Calabria e la Sardegna
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...