Salute 15 giugno 2018

Scienza e salute, Alberto Angela: «La speranza per il futuro? Vivere meglio e più a lungo»

Il celebre conduttore televisivo premiato per il successo del programma Rai ‘Meraviglie’: «L’Italia crede nella cultura, è una presa d’atto incoraggiante»

di Serena Santi e Viviana Franzellitti
Immagine articolo

Da piccolo seguiva il padre durante i numerosi viaggi in giro per il mondo che gli hanno permesso di coltivare una formazione cosmopolita irrobustita dalla conoscenza delle culture di molti paesi e di varie lingue europee. Sarà per questo che oggi la sua ecletticità, insieme alla passione per l’antichità e ad una grande dote comunicativa, l’hanno reso uno tra i più celebri conduttori e autori televisivi italiani. Amatissimo dal pubblico, stimato dalla comunità scientifica, Alberto Angela è degno prosecutore del percorso che circa 60 anni fa intraprese suo padre, Piero Angela, noto divulgatore scientifico e storico conduttore di programmi d’intrattenimento culturale.

LEGGI ANCHE: WEB E FAKENEWS, PIERO ANGELA: «IMPARATE A SCEGLIERE LE FONTI, SERVE RAZIONALITÀ IN UN MONDO IRRAZIONALE»

«L’Italia crede nella cultura e questa è una bella speranza per il futuro» spiega Alberto Angela ai nostri microfoni in occasione della cerimonia per la consegna del Premio Roma, un riconoscimento per la promozione delle meraviglie italiane del mondo assegnato a uomini di cultura, scienza e medicina.

Ha ricevuto un premio per il suo programma ‘Meraviglie’, un viaggio alla scoperta delle bellezze artistiche e naturali della nostra Penisola. Una grande soddisfazione a questo punto della sua carriera?

«È certamente una grande soddisfazione, una luce accesa al termine di un percorso che abbiamo intrapreso – dico ‘abbiamo’ perché dietro le cose che faccio c’è tantissima gente che lavora – e che viene accolto dal pubblico in modo favorevole. Anche se quello che facciamo entra nelle case delle persone a volte in giornate difficili, in momenti complicati, gli italiani riescono ad apprezzarne i contenuti, quindi ritengo che questo premio vada dato a tutti i nostri telespettatori che ci seguono. Sapere che in così tanti apprezzano la cultura (anche di sabato sera e alla fine di una settimana di lavoro) è una bella speranza per il futuro».

Una speranza per il futuro: il nostro Sistema Sanitario Nazionale è una ‘meraviglia’ del nostro Paese, nel suo percorso ha intenzione di occuparsi più specificatamente di scienza e medicina? C’è questo progetto in cantiere?

«Più volte i nostri programmi sono entrati nel settore della medicina, soprattutto in un’ottica passata, abbiamo fatto una puntata sui vaccini, poi una puntata sulla longevità e tutto quello che bisogna fare per vivere meglio e più a lungo, due cose sono molto importanti. Indirettamente siamo entrati nel settore che è però molto importante, delicato e strategico».

FOTO DI COPERTINA TRATTA DALLA PAGINA FAN UFFICIALE FACEBOOK DI ALBERTO ANGELA

Articoli correlati
Ricerca oncologica, Federica Mazzuca vince il premio Roma: «Ci vuole tanta energia, determinazione ed entusiasmo»
«All’estero ricerca al top anche grazie a fondi e supporti che in Italia mancano. Difficile restare qui: ottime capacità e buone idee non bastano». L’intervista alla dottoressa Mazzuca a margine della cerimonia di premiazione alla Sapienza
Pseudoscienza e bufale, Attivissimo: «Fake news in sanità sono socialmente pericolose. Soluzioni facili raramente sono vere»
Il giornalista, fondatore del blog Il Disinformatico, invita sempre a verificare le fonti: «Moltissimi siti hanno capito che salute, sesso, soldi, sangue sono le ‘esse’ fondamentali del giornalismo e le usano a sproposito, cioè creano delle notizie false»
Omeopatia, Fnomceo: «Non è scienza, nessuna patologia migliora». La replica: «È atto medico»
Un botta e risposta fra la Federazione Nazionale degli Ordini dei medici e la comunità omeopatica sulla validità del metodo complementare. Oggetto della disputa una scheda pubblicata sul portale 'Dottore ma è vero che?' che prende le distanze dalla prassi terapeutica non convenzionale
Omeopatia no. Piero Angela: «Non ha mai dimostrato la sua efficacia. Attenti a seguire i cattivi maestri»
Il celebre divulgatore scientifico è intervenuto al congresso Medicina e Pseudoscienza. «Il pensiero magico - spiega - è da sempre molto presente nella società e lo sarà anche in futuro, ma qui c’è di mezzo la salute della gente». Poi mette in guardia dal complottismo: «È sempre esistito ma ora con il web è diventato più convincente»
Italia sempre più anziana: aumentano Alzheimer, Parkinson e sclerosi multipla. I risultati del 18° Congresso Nazionale della SIRN
La popolazione italiana ha una elevata longevità: la speranza di vita alla nascita è di 80,3 anni per gli uomini e 84,9 per le donne, superiore alla media europea, che è di 77,9 e 83,3. In Italia si registra anche la percentuale più alta di popolazione anziana, ovvero gli over 65: il 21,7% della popolazione […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...