Salute 27 febbraio 2018

Web e fakenews, Piero Angela: «Imparate a scegliere le fonti, serve razionalità in un mondo irrazionale»

«Le polemiche sui vaccini sono la dimostrazione che sul web è facile non assumersi responsabilità di parole e azioni. Abbiate buon senso» il monito del noto divulgatore scientifico all’evento FNOMCeO

«In un mondo come questo in cui ‘il pensiero magico’ trova terreno fertile e si diffonde facilmente attraverso il web, siate sempre razionali». È un appello quello che Piero Angela, conduttore televisivo dello storico programma ‘Superquark’, novant’anni compiuti a dicembre scorso, fa ai nostri microfoni in occasione dell’incontro ‘La comunicazione al tempo della fake news’ organizzato al Ministero della Salute.

LEGGI ANCHE: PSICOSI VACCINI, ANGELA: «MEDICI ECCO QUELLO CHE NON SAPETE»

«Attraverso la rete è facile che si diffondano bugie – rincara la dose Piero Angela, deciso oppositore delle discipline alternative alla scienza. – Un esempio indicativo è la questione vaccini: su questo argomento di entità prettamente scientifica, sono tanti coloro che si arrogano il diritto di dare ‘lezioni’. Questo perché sul web chiunque può non assumersi le proprie responsabilità ed è facile perdersi nella confusione».

«È d’importanza vitale che ci sia sempre una presenza razionale in un mondo irrazionale. La scienza è la forma più alta di buon senso, basta informarsi, bisogna scegliere le fonti giuste  e avvalorate da personale qualificato. A questo punto saranno lettori, ascoltatori e navigatori che dovranno imparare a scegliere la provenienza delle informazioni che acquisiscono – conclude -. Questo è basilare, bisogna fare pratica anche per scegliere correttamente perché la scuola non lo insegna».

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Articoli correlati
Simedet, parla il Presidente Capuano: «Grazie alla multidisciplinarietà puntiamo a dare una corretta informazione in sanità»
La Società italiana di Medicina Diagnostica e terapeutica, nata un anno fa, ha celebrato il suo primo congresso parlando dei vaccini. Tra i responsabili scientifici l’immunologo Aiuti e il professor Fara
Malattie infettive, vaccinazioni e accesso alle cure al centro del 2° Congresso Waidid
Emergenza pertosse, primo network globale per l’eradicazione della Tubercolosi, immunizzazione in gravidanza e accesso universale alle cure. Questi sono alcuni degli hot topic al centro del 2° Congresso Internazionale dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici – WAidid –, presieduta dalla professoressa Susanna Esposito, che da oggi al 20 ottobre ospiterà a Milano […]
Vaccini, l’immunologo Aiuti: «Dovere sociale proteggere immunodepressi, sì all’obbligo per operatori sanitari»
Il professore è intervenuto al convegno Simedet sul tema: «I vaccini sono sicuramente un vantaggio perché hanno risparmiato milioni e milioni di morti, ma dobbiamo fare di più». E se la prende con quei ‘ciarlatani camuffati’ che vanno in tv senza sapere di cosa parlano
Fake news, il web si ammala di ‘disinformazione’. Sciacchitano (Ministero Salute): «Ecco la cura»
«Notizie scientificamente attendibili possono sconfiggere le comunicazioni fuorvianti, quindi la necessità è di diffonderle e su questo stiamo lavorando congiuntamente con tanti attori del sistema», così Salvatore Sciacchitano, capo della segreteria del sottosegretario al Ministero della Salute Armando Bartolazzi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...