Salute 21 Febbraio 2022 17:19

Sanzioni medici, presto ricorsi e sospensive «scongelati»

È previsto per domani l’insediamento della nuova Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie, la Corte d’Appello a cui medici possono presentare ricorso a seguito di un provvedimento disciplinare. Le sanzioni sono rimaste in sospeso da oltre un anno

Sanzioni medici, presto ricorsi e sospensive «scongelati»

Da domani inizia il processo di «scongelamento» dei ricorsi che da oltre un anno hanno permesso ai medici sospesi o radiati di continuare a esercitare. Mercoledì infatti è previsto l’insediamento della Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie (Cceps), l’organo che decide, tra l’altro, sui ricorsi dei professionisti sanitari contro le sanzioni disciplinari irrogate dagli Ordini territoriali. La precedente commissione era decaduta alla fine del 2020 e per questo le sanzioni degli ordini sono sostanzialmente cadute nel vuoto. Le sanzioni vengono infatti sospese quando il professionista sanitario presenta ricorso alla Cceps.

La Corte d’Appello dei professionisti sanitari è rimasta ferma 1 anno

«In pratica, abbiamo un anno di buco in cui i medici che non hanno rispettato l’obbligo vaccinale contro Covid-19 o che hanno intenzionalmente diffuso false informazioni sulla pandemia hanno continuato a lavorare», riferisce il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli. «La Commissione nazionale per gli esercenti le professioni sanitarie – spiega Anelli – è sostanzialmente la “Corte d’appello” che esamina i ricorsi nei confronti delle decisioni assunte dalle commissioni disciplinari dei vari Ordini provinciali di tutte le professioni sanitarie». Un secondo grado di giudizio rimasto fermo per più di un anno.

Sono migliaia le sanzioni rimaste in sospeso

«Con l’insediamento della nuova commissione – dice il presidente di Fnomceo – si rimette in moto un percorso di normalità che consentirà agli Ordini di poter vedere espressa sino in fondo la loro attività disciplinare e che permetterà ai professionisti sanitari di poter esercitare il loro diritto alla difesa». Con il ritorno all’operatività della Cceps si ripristinerà quindi un principio fondamentale: la certezza della pena o l’eventuale revisione della sanzione. «Non sappiamo con precisione quante siano le sanzioni sospese», dice Anelli. Ma probabilmente sono diverse migliaia. «Basta pensare che gli operatori sanitari non vaccinati siano dai 3mila ai 5mila su un totale di 460mila», spiega Anelli. «A questi vanno aggiunti tutti quelli sanzionati per altre ragioni. E’ evidente che la nuova commissione – conclude – avrà tanto lavoro da recuperare».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
ECM, ultimi due mesi per mettersi in regola. Anelli: «Assicurazione a rischio»
Dopo le lettere del Cogeaps alle Federazioni (trasmesse poi agli Ordini), i principali esponenti della sanità ribadiscono ai propri iscritti l’importanza di farsi trovare in regola alla scadenza del triennio
Test Medicina: con ricorso iscrizione con riserva, per esclusi “ultima spiaggia”
Marco Tortorella, legale di Consulcesi: «Negli ultimi 20 anni lo strumento del ricorso alla giustizia amministrativa ha permesso a decine di migliaia di studenti, esclusi ai test di selezione alla Facoltà di Medicina, di iscriversi ai corsi, di studiare, di fare gli esami e infine di laurearsi. L'esperienza indica che gli studenti entrati con il ricorso, forse anche perché più motivati, sono tra coloro che possono vantare un ottimo percorso accademico»
Medici stranieri assunti «in deroga», Anelli (Fnomceo) perplesso scrive a Mattarella
Il presidente di Fnomceo Anelli scrive una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sollecitare l'attenzione sulla normativa che permette l'impiego di medici extracomunitari in deroga al normale iter di riconoscimento dei titoli e all'obbligo di iscrizione all'ordine
17 anni e un sogno: il camice bianco. La storia del più giovane aspirante medico della Campania
«Passione, preparazione, relazioni umane: così costruirò la mia carriera e il mio futuro»
Il Test di ingresso a Medicina è illegittimo? «Nel bando c’è un errore clamoroso»
La denuncia dei legali: «Già negli scorsi anni i giudici amministrativi del Consiglio di Stato hanno accolto i ricorsi, ritenendo l’errato calcolo del fabbisogno elemento ostativo al diritto allo studio e causa della conseguente carenza di medici»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Salute

In Italia l’obesità uccide 4 volte in più degli incidenti d’auto

Nel nostro paese l'obesità è in aumento esponenziale e sempre più "killer", con un numero di morti all'anno 4 volte superiore a quello degli incidenti d'auto, e una previsione, en...