Salute 24 Settembre 2018

Oncologia e radioterapia: Roberto Giacobbo presenta a Milano “La Notte della Scienza”

Il giornalista terrà una lectio magistralis toccando i momenti chiave che hanno caratterizzato l’evoluzione scientifica e tracciando il futuro della medicina oncologica attraverso le cure all’avanguardia offerte dalla radioterapia

Tutto pronto per “La Notte della scienza”: questa sera, alle ore 18.30 in via Bovio 3, a Segrate (Milano) il giornalista e nuovo volto di punta dell’informazione scientifica delle reti Mediaset, Roberto Giacobbo, presenterà l’evento esclusivo.

Giacobbo sarà anche al timone della nuova trasmissione divulgativa e di informazione “Freedom – Oltre il confine” su Rete 4, in partenza il 30 ottobre. La serata è promossa da Varian, leader mondiale nelle tecnologie di ultima generazione per la radioterapia che inaugura l’apertura dei suoi nuovi uffici a Milano e rafforza la presenza offrendo il proprio contributo allo sviluppo dei servizi di radioterapia oncologica di ultima generazione.

Giacobbo terrà una lectio magistralis toccando i momenti chiave che hanno caratterizzato l’evoluzione scientifica, in una linea temporale che abbraccerà l’antico Egitto fino agli studi anatomici condotti da Leonardo Da Vinci, Galileo e la scienziata Marie Curie, premio Nobel per la fisica. L’intervento traccerà infine quello che è il futuro della medicina oncologica attraverso le cure all’avanguardia offerte dalla radioterapia.

In esclusiva per “La Notte della Scienza”, il giornalista indagherà sui misteri che si celano dietro il Cenacolo di Leonardo Da Vinci proprio in occasione dei 500 anni dalla morte dell’artista. «Siamo orgogliosi di avere con noi uno dei più importanti divulgatori scientifici della televisione italiana. Roberto Giacobbo regalerà ai nostri ospiti un viaggio attraverso la storia della medicina fino alle più recenti scoperte in tema di cura oncologica» ha dichiarato Roberto Biscaldi, Amministratore Delegato di Varian.

Articoli correlati
Regina Elena: cure personalizzate per adenocarcinoma polmonare
Oggi la medicina di precisione è in grado di individuare “il corredo” molecolare del singolo tumore, valuta l’efficacia di un trattamento e sceglie in tempo reale la strategia terapeutica. In alcuni tumori del polmone, ad esempio, la chemioterapia di prima linea non ha gli effetti attesi, anzi risulta pressoché inefficace, ma grazie alle caratterizzazioni molecolari […]
Concerti in reparto per dare serenità ai malati oncologici. Compiono dieci anni i “Donatori di Musica”
L’associazione è nata nel 2009, da un’intuizione del compositore e producer discografico Gian Andrea Lodovici e dell’oncologo Maurizio Cantore. L’iniziativa in dieci anni di attività ha coinvolto più di 20mila pazienti per oltre 800 concerti principalmente in Italia, ma anche in Austria e negli Stati Uniti
di Federica Bosco
«Nessun robot potrà sostituire il medico», gli Stati Generali della professione si interrogano sul rapporto con la scienza
«Nessun algoritmo potrà mai sostituire il medico, perché l'arte professionale sta nell'interpretare i dati secondo le esigenze del paziente», ha spiegato il presidente FNOMCeO, Filippo Anelli aprendo la due giorni di dibattiti dedicati al rapporto tra il medico, la scienza e la società
Aumento posti Medicina, il Segretariato Italiano Studenti in Medicina: «Preoccupati per qualità formazione»
«Ad oggi, ribadiamo che l’accesso a Medicina deve seguire il modello a numero programmato e l’abilitazione alla professione medica deve integrarsi perfettamente al percorso universitario dello studente». Così Manfredi Greco, presidente SISM
Numero chiuso, 1800 posti in più per Medicina. Ecco tutte le novità e la suddivisione per ateneo
Il Miur ha comunicato i posti disponibili per le immatricolazioni ai corsi di laurea a numero chiuso e la suddivisione per ateneo. Per medicina un incremento del 18%: si passa dai 9.779 dello scorso anno agli 11.568 di quest'anno. Bussetti: «Con l'aumento dei posti promesse mantenute. A questo corrisponda anche un incremento delle borse di specializzazione mediche»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...
Lavoro

1 Luglio 2019, un anno di iscrizioni agli Ordini TSRM PSTRP. Il Presidente Beux: «Stiamo costruendo la cattedrale delle professioni sanitarie»

«Un anno fa, 1° luglio 2018, si sono aperte le iscrizioni agli albi di cui al DM 13 marzo 2018. Dei 192mila professionisti stimati da censire, attualmente al portale se ne sono registrati 150mila, d...