Salute 26 Novembre 2021 13:20

Report Iss, Rt a 1,23 e una Regione a rischio alto. Dal 1 dicembre terza dose per tutti gli over 18

Firmata la circolare per permettere la dose booster a tutti gli over 18 da inizio dicembre e prolungate le esenzioni per chi non può accedere alla vaccinazione. Intanto continuano ad alzarsi incidenza ed Rt e la maggior parte delle Regioni viaggia su rischio moderato

Report Iss, Rt a 1,23 e una Regione a rischio alto. Dal 1 dicembre terza dose per tutti gli over 18

L’incidenza settimanale a livello nazionale continua ad aumentare: 125 per 100mila abitanti contro 98 per 100mila abitanti della settimana passata. Non sono rassicuranti i dati del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità: si configura sempre più chiaramente quella quarta ondata che in Germania e Austria ha già costretto le Istituzioni ad adottare misure di emergenza.

L’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,23 (range 1,15 – 1,30), stabile rispetto alla settimana precedente ma al di sopra della soglia epidemica. Mentre si configura in leggero aumento e sopra la soglia epidemica l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero. In terapia intensiva il tasso di occupazione è al 6,2% contro il 5,3% di sette giorni fa. Allo stesso modo è salito di un punto quello di occupazione in area medica (8,1%).

Regioni e casi individuati

Una Regione risulta classificata a rischio alto, 18 Regioni/PPAA risultano classificate a rischio moderato. Tra queste ultime, una Regione è ad alta probabilità di progressione a rischio alto secondo il DM del 20 aprile 2020. A indicare una preoccupazione ancora maggiore è il forte aumento di casi non associati a catene di trasmissione, che sono 23.971 rispetto ai 15 mila della scorsa settimana. Resta stabile al 34% la percentuale dei casi individuati con tracciamento, quella dei rilevati alla comparsa di sintomi (45%) e quella con attività di screening (21%).

La dose booster

Dopo le decisioni del presidente Mario Draghi sull’istituzione del super green pass, il direttore generale della Prevenzione al Ministero della Salute Giovanni Rezza ha firmato una circolare che estende la platea destinataria di dose booster a tutti i maggiorenni dal 1 dicembre. Nel testo «si raccomanda inoltre di garantire la priorità di accesso alla vaccinazione sia a tutti coloro che non hanno ancora iniziato o completato il ciclo vaccinale primario, sia ai soggetti ancora in attesa della dose addizionale (pazienti trapiantati e gravemente immunocompromessi) e ai più vulnerabili a forme gravi di Covid-19 per età o elevata fragilità, così come a quelli con livello elevato di esposizione all’infezione che non hanno ancora ricevuto la dose booster, e comunque a tutti i soggetti per i quali è prevista l’obbligatorietà della vaccinazione».

Prorogate le esenzioni

«Nell’ottica di un progressivo allargamento dell’offerta del richiamo vaccinale – si legge nella nota di ministero, Css, Aifa e Iss -, e nel rispetto del principio di massima precauzione, il booster viene raccomandato agli over 18 dal primo dicembre, nei dosaggi allo scopo autorizzati ossia 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty* di
Pfizer/BioNTech e 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax* di Moderna, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario e purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 5 mesi (150 giorni) dal completamento dello stesso». Prorogata con la stessa circolare anche la validità e possibilità di rilascio di certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti Sars-CoV-2 fino al 31 dicembre.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid e quarta dose, dubbi e timori degli scienziati. «Un secondo booster inutile e rischioso»
Gli scienziati sono scettici e preoccupati degli effetti di un'eventuale quarta dose di vaccinazione anti-Covid per tutti. I dubbi riguardano sia l'efficacia che le probabilità di creare una sorta di "paralisi immunitaria"
Vaccini, tra obblighi e consenso informato
Il nuovo obbligo vaccinale per gli over 50, appena entrato in vigore, già divide l’opinione pubblica in fazioni. Chi lo ritiene insufficiente e lo vorrebbe esteso a tutti. Chi invece lo ritiene illegittimo, perché non sostenuto da effettive ragioni di tutela della salute pubblica. Si tratta, lo ricordiamo, di un trattamento sanitario obbligatorio ovviamente non […]
di Avvocato Maurizio Hazan (Hsm-Consulcesi)
Minacce e insulti social dei no vax ai ragazzi autistici di PizzAut. La risposta del fondatore
Nico Acampora: «Ringrazio Enrico Mentana, il ministro del lavoro Andrea Orlando e tutti coloro che sui social hanno speso parole per noi, ma ho voluto tenere i toni bassi per evitare di far crescere la divisione tra Guelfi e Ghibellini che si è generata sui vaccini e non alimentare l’odio per un gesto di ringraziamento. Lavoriamo invece per far crescere il progetto di inclusione sociale»
di Federica Bosco
Covid, Tozzi (Bambino Gesù): «Ricoverati bimbi di tutte le età. Vaccinate i più piccoli con estrema fiducia e tranquillità»
«Ci sono neonati di pochi giorni fino a ragazzi di 16. Tre sono in terapia intensiva. I vaccini anti Covid si sono dimostrati efficaci e sicuri in una quantità così grande di casi che non ci aspettiamo sorprese. Devono invece prevenire i guai che vediamo in questi giorni»
Cauda (consulente EMA): «Quarantena cautelativa misura a basso rischio»
L’infettivologo Roberto Cauda nominato consulente per le malattie infettive all’EMA nell'intervista a Sanità Informazione: «Flurona, almeno per ora, non ha rilevanza epidemiologica. Tra metà e fine gennaio il picco della quarta ondata. A lungo termine è ragionevole ipotizzare che non si parlerà più di pandemia, ma di endemia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 gennaio, sono 342.684.472 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.574.860 i decessi. Ad oggi, oltre 9,75 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre