Salute 17 novembre 2015

“Prendersi cura” dei propri figli. Con la formazione e la comunicazione

Intervista al professor Pierpaolo Mastroiacovo, responsabile scientifico del progetto «Prevenire patologie e disabilità congenite attraverso strategie di comunicazione efficaci»

Immagine articolo

Prevenire è meglio che curare. La radice di molte patologie che colpiscono l’individuo adulto risiederebbe infatti nello stile di vita… di mamma e papà. Convincere una futura mamma a smettere di fumare prima ancora di iniziare una gravidanza potrebbe non essere facile.


Per questo è fondamentale che la comunicazione tra medico e coppia sia particolarmente efficace. Sanità informazione ne ha parlato con il professor Pierpaolo Mastroiacovo, pediatra e direttore dell’ICBD (International Centre on Birth Defects and Prematurity), responsabile scientifico del progetto «Prevenire patologie e disabilità congenite attraverso strategie di comunicazione efficaci», in collaborazione con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma e realizzato con il supporto finanziario del Ministero della Salute.

Professore, lei è responsabile di questo importante progetto che può aiutare i futuri genitori. Ce ne parli…
«Il sostegno alla maternità e alla paternità responsabile inizia ben prima del concepimento. La salute dei figli, infatti, viene determinata prima che questi vengano concepiti. Alcuni stili di vita e comportamenti materni potrebbero alterare lo sviluppo dell’embrione, soprattutto se consideriamo che la prima visita ostetrica è tardiva, e che per alcune settimane la donna ignora di essere incinta. Oggi, per fortuna, è possibile ridurre il rischio di numerosi “esiti avversi della riproduzione”(EAR). Se una donna elimina un certo fattore di rischio – come il fumo – prima della gravidanza, non solo diminuisce il rischio di avere un figlio sottopeso, ma anche di tante altre patologie: alcune malformazioni, la prematurità, la morte improvvisa del lattante e alcune patologie respiratorie del bambino. Idem per l’alcool, l’alimentazione errata ed altri fattori di rischio. Una visione globale è importante per prevenire sia le patologie legate alla gravidanza sia i successivi “esiti di salute tardivi” (EST). Le basi per alcune malattie della fase adulta (diabete, ictus ed altre) vengono infatti gettate già nel grembo materno».

La comunicazione tra medico e paziente è sempre delicata, in alcuni casi – come questo – più che in altri. Quali strategie possono essere messe in campo perché questa sia non solo scientificamente corretta, ma anche efficace?
«Per poter comunicare efficacemente alle coppie che vogliono procreare dobbiamo utilizzare strumenti semplici, rapidi, condivisi e standardizzati. Da tempo abbiamo proposto a tutti i medici l’utilizzo di siti web fortemente autorevoli che lo aiutano a fornire un certo tipo di informazione e sviluppare alcuni strumenti che lo aiutano nel suo lavoro. Implementando questi strumenti, tra cui la Formazione a Distanza, potremo aggiornare i medici in modo completo e riuscire davvero a influire positivamente sulla salute della donna, della coppia, e delle future generazioni».

Articoli correlati
Dissezione su cadavere, l’eccellenza all’università di Bologna: 400 metri quadri al servizio di studenti, chirurghi e ricercatori
L’Italia ferma ad un Regio Decreto del 1933. Ad ottobre 2018, Pierpaolo Sileri (M5S) ha presentato un disegno di legge in tema disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica
di Isabella Faggiano
Disuguaglianze di salute, l’importanza della corretta informazione: «Stranieri e soggetti con basso livello di istruzione e reddito i più a rischio»
«Chi meno sa, meno ha. Necessaria una sanità di iniziativa per una corretta informazione delle notizie sensibili legate alla salute». Così marzia Sandroni (Usl Toscana sud-est) a Sanità Informazione a margine del corso "Comunicare il fenomeno delle diseguaglianze di salute: opinioni a confronto” erogato dall‘INMP (Istituto Nazionale salute, Migrazioni e Povertà)
di Lucia Oggianu
Accademia dei pazienti-Eupati Italia, il paziente “esperto” affianca il medico nel percorso terapeutico
Informazione, formazione e competenza: un paziente preparato e consapevole supporta il professionista sanitario con la sua esperienza diretta di malattia, veicola le necessità degli altri ed aiuta ad arginare il fenomeno della disinformazione in salute
San Valentino, le tecniche antistress che salvano l’amore: una vita di coppia sana passa anche dalla regola delle tre “C”
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista: «Consapevolezza, conoscenza e coscienza per stare bene con se stessi e con il partner. Così lo stress da nemico diventa alleato». On line il primo ebook "Antistress: teoria e pratica”
Ecco il guanto sensorizzato che insegna ad operare, valuta la funzionalità della mano e traduce la lingua dei segni
Sembra uscito da un film di supereroi, il guanto ‘sensorizzato’ inventato dal professor Giovanni Saggio dell’università Tor Vergata di Roma. A vederlo sembra un guanto comune, ma è l’unico in grado di misurare i movimenti della mano, valutando ogni singola articolazione delle dita. Può pilotare a distanza una mano robotica e controllare oggetti virtuali, può […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...